Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Terapia di ripristino di visione indicata per aiutare i pazienti danneggiati cervello a recuperare visione persa

I ricercatori del centro medico di Columbia University hanno dimostrato facendo uso di imaging a risonanza magnetica funzionale (fMRI), quell'attività di cervello è stata aumentata di colpo e di superstiti traumatici che hanno subito la terapia di ripristino della visione, (VRT) un trattamento rieducativo del trauma cranico che aiuta questi pazienti a recuperare la visione persa.

I dati saranno pubblicati online nel giornale pari-esaminato Neurorehabilitation e nella riparazione neurale il 14 agosto 2007 a http://nnr.sagepub.com/pap.dtl.

I ricercatori, piombo da Randolph S. Marshall, M.D., M.S., il professore associato della neurologia clinica e del direttore provvisorio, la divisione del colpo e la cura critica all'istituto universitario di Columbia University dei medici e dei chirurghi, hanno esaminato i fMRIs di sei pazienti invecchiati 35-77 con perdita della visione sullo stesso lato di entrambi gli occhi (chiamati hemianopia omonimo) causati dal colpo o dal trauma cranico traumatico. La terapia è basata su stimolo visivo, che il paziente esegue giornalmente a casa su un'unità dedicata del computer. I dati del fMRI indicati hanno aumentato l'attività nei reparti di lavorazione visivi del cervello come pazienti imparati per individuare gli stimoli nel borderzone fra i campi vedenti e non vedenti. Questa attività migliorata è stata identificata un mese dopo che cominciando il trattamento e suggerisce che il cervello stia rispondendo di conseguenza.

“Questo studio è incoraggiante perché la tecnica del fMRI ha permesso che noi vedessimo e confrontassimo i livelli di radioattività nelle regioni specifiche del cervello prima e durante la terapia di ripristino della visione. Dopo l'esame delle immagini, i livelli di radioattività aumentati dimostrano il progresso connesso con il trattamento,„ ha detto il Dott. Marshall. “Ha basato su questi risultati iniziali, continueremo a studiare la relazione fra i risultati della rappresentazione ed il grado a cui la visione è recuperata.„

“La pubblicazione dello studio del Dott. Marshall in Neurorehabilitation e nella riparazione neurale sottolinea la prova scientifica crescente che convalida la terapia di ripristino della visione. Per le centinaia di migliaia di superstiti del trauma cranico e del colpo con la visione alterata, questi dati più ulteriormente indicano che VRT può aiutarli per riacquistare la vista persa ed infine per aiutarli per riprendere la loro indipendenza,„ hanno detto Navroze Mehta, presidente e direttore generale di NovaVision, Inc., il creatore dell'unità utilizzata in questo studio.

NovaVision VRT è approvato dagli Stati Uniti Food and Drug Administration per trattare i problemi della visione nella gente che è stata lasciata dovuto parzialmente cieco segnare o il trauma del cervello. Il trattamento su misura è creato dall'sistemi diagnostici completi che mappano le aree vedenti e non vedenti della visione. I pazienti eseguono il quotidiano di terapia a casa per sei - sette mesi, gradualmente migliorando la loro visione con la rilevazione ripetuta degli stimoli leggeri diretti al confine fra vedere e le aree cieche del campo visivo.

Con ulteriori potenziamenti di questa terapia, la speranza è di aiutare i circa 1 - 2 milione superstiti del trauma cranico e del colpo negli Stati Uniti che soffrono dai deficit importanti del campo visivo, un numero che aumenta più di 90.000 da ogni anno.