Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Dobbiamo trattare il cancro come una malattia infettiva

Fra i molti miracoli medici prodotti da scienza nel corso degli anni, i vaccini e gli antibiotici hanno salvato indubbiamente la maggior parte delle vite.

Sono riusciti così in particolare perché amplificano i meccanismi di difesa naturale dell'organismo che la natura ha evoluto, per milioni di anni.

“Approcci correnti a trattare cancro, quali la chemioterapia e la radiazione, insidi il sistema immunitario umano altamente mutevole indiscriminante distruggendo sano e celle malate egualmente,„ dice Craig Dees, il Ph.D., CEO dei prodotti farmaceutici di Provectus di cui il laboratorio di ricerca sta adottando questo approccio differente a cancro combattente.

Dees crede che per entrare sia più sicuro che più in vigore, le terapie del cancro debbano adottare l'approccio naturale ed impegnare le difese anticancro del sistema immunitario. “Radicale come può sondare, dobbiamo trattare il cancro come una malattia infettiva,„ ha detto Dees.

Provecta (TM) (PV-10), un agente iniettabile della piccolo-molecola che è studiato da Provectus, è stato indicato per avere una specificità quasi assoluta per le celle del tumore. Provecta è capace solamente di penetrare le celle malate, lasciando le celle in buona salute illese perché la droga può distinguere la differenza fondamentale nella solubilità delle membrane cellulari cancerogene e non cancerogene.

La droga è creata da un composto sintetico chiamato Rosa Bengala, una macchia o tinge usato spesso dagli oculisti per trovare i vasi sanguigni di cattivo sangue. Rosa Bengala è stata intorno per le decadi. Dees ed il suo gruppo credono quando ha utilizzato in malati di cancro, possono andare su di giri il sistema immunitario dell'organismo per contribuire a cercare e distruggere le celle malate.

“Dopo che il tumore iniettato si è distrutto, il sistema immunitario presto guadagnerà una consapevolezza intensificata di queste celle cancerogene e comincia una ricerca di simili celle in tutto l'organismo per distruggere,„ spiega Dees.

Intrappolato una volta in una membrana cancerogena delle cellule, Provecta induce i lisosomi delle cellule (che contengono gli enzimi digestivi che causano la distruzione delle cellule) a colare o rompersi. La cellula tumorale poi si distrugge rapidamente dall'interno di. Come “premio„ aggiunto, Provecta è stato indicato per avviare una risposta di sistema immunitario (punzonata “l'effetto di spettatore„), piombo l'organismo combattere i tumori che si sono sparsi dal sito iniettato.

I test clinici per il melanoma metastatico ed i carcinoma ricorrenti del petto sono corrente in corso.