Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I banchi hanno bisogno della strumentazione di risposta di emergenza di occuparsi degli attacchi di cuore?

Uno studio dai ricercatori negli Stati Uniti ha trovato che l'incidenza degli attacchi di cuore sui beni del banco è rara e quando accadono la maggior parte delle vittime sono adulti.

In considerazione dei criteri in corso riguardo alla messa in opera dei sistemi di risposta di emergenza in banchi, lo studio viene ad un momento opportuno.

Dopo avere effettuato un esame di 16 anni di chiamate di servizio medico di emergenza nell'area di Seattle, i ricercatori hanno trovato che la facoltà ed il personale erano 25 volte più probabili degli studenti da soffrire l'arresto cardiaco.

I ricercatori dalla Scuola di Medicina dell'Università di Washington hanno trovato che l'arresto cardiaco è abbastanza raro in banchi ed è molto più probabile accadere in adulti che in giovani atleti o studenti.

Piombo il Dott. Tom Rea del ricercatore, un professore associato di medicina al Centro Medico di Harborview ed all'Università dice che lo studio dovrebbe aiutare i responsabili della politica ed i banchi per prendere la decisione di quanta priorità stanno andando dare ad arresto cardiaco, particolarmente quando applicano ha automatizzato i programmi esterni (AED) del defibrillatore.

Lo studio mira a fornire i dati per quelli che considerano la messa in opera dei sistemi di risposta di emergenza in banchi.

Nello studio, i ricercatori hanno esaminato i dati su 3.773 arresti cardiaci nella Contea di King, Washington, che si è presentata fra Gennaio 1990 e Dicembre 2005.

Di questi, 97 accaduti nel 641 banco che hanno variato dalle scuole materne agli istituti universitari, in sette dei casi, l'affiliazione fra la vittima ed il banco era sconosciuto ma sono stati trovati nei 90 casi rimanenti, che soltanto 12 studenti hanno sofferto l'arresto cardiaco ed otto di quelli erano 18 o più giovane.

Degli otto più giovani studenti che hanno sofferto l'arresto cardiaco, quattro avevano conosciuto il cuore o l'affezione polmonare o severamente inerente allo sviluppo sono stati resi non validi.

Trentatre arresti cardiaci si sono presentati fra la facoltà ed il personale mentre altri 45 adulti che non hanno avuti connessione al banco hanno avuti arresto cardiaco mentre sui beni del banco che hanno incluso i campi sportivi e le piste.

La domanda rimane - che livello di risposta di emergenza, all'occorrenza, dovrebbe un banco essere invitare per fornire in tali circostanze?

Naturalmente l'idea più popolare sembra essere il personale della scuola di formazione nella rianimazione cardiopolmonare (CPR) e nella defibrillazione iniziale facendo uso di AEDs, che sono usati per ricominciare il cuore dopo arresto cardiaco.

Ma la seconda domanda è fa tali eventi rari autorizza la spesa in questione in sia addestramento che strumentazione che poi sarebbero necessari?

Questi eventi sono estremamente rari, in modo dai diversi banchi o settori scolastici devono decidere se vogliono essere preparati per anche l'evento più raro.

Gli Esperti sono divisi sopra l'emissione con alcuno che dicono il riconoscimento migliore di arresto cardiaco e l'attivazione di emergenza, il CPR iniziale e la defibrillazione iniziale, compreso l'uso di AEDs, possono aumentare significativamente le probabilità della sopravvivenza dell'arresto cardiaco improvviso.

Altri sono in disaccordo e che dicono che la rarità degli arresti cardiaci ai banchi fa avere AEDs inutile e redditizio disponibili.

Lo studio ha trovato che la metà degli arresti cardiaci dello studente non è stata associata con sforzo fisico o non mette in mostra la partecipazione ed il rischio dello studente era simile per la scuola elementare, la scuola secondaria, la High School e l'istituto universitario.

Il rapporto è pubblicato nell'emissione di Settembre di Circolazione.