Colleghi indicato fra ADHD, i coloranti alimentari e gli additivi

I Sospetti circa un collegamento fra i coloranti alimentari e gli additivi e l'iperattività sono stati stabiliti come fatto dai ricercatori Britannici.

Anche se per una serie di anni molti genitori con i bambini che sono influenzati da Disordine dell'Iperattività di Deficit di Attenzione (ADHD) stanno escludendo gli alimenti che contengono tali ingredienti dalla dieta del loro bambino come precauzione, la pratica finora ha avuta poca base scientifica.

Ma ora i ricercatori dall'Università di Southampton in uno studio promosso dall'Agenzia Britannica dell'Alimento, hanno stabilito sistematicamente per la prima volta la connessione fra i due.

Lo studio che piombo dal Professor il Dott. JIM Stevenson della psicologia, fornisce la chiara prova che le miscele di determinati coloranti alimentari ed il conservante del benzoato possono influenzare avversamente il comportamento dei bambini.

Per lo studio i ricercatori hanno distribuito le bevande per un periodo di sei settimane, contenendo i conservanti ed i colori simili a quelle bevande in comune miste dell'annuncio pubblicitario ad un gruppo di 153 bambini di tre anni e di 144 otto e nove anni che erano stati selezionati a caso.

I bambini sono stati dati due tipi di bevande con gli additivi alimentari trovati comunemente in dolci, bevande ed altri alimenti e poi una bevanda del placebo (una senza gli additivi).

Una miscela ha avuta coloriture artificiali, compreso giallo tramonto (anche chiamato E110), il carmoisine (E122), la tartrazina (E102), il ponceau 4R (E124) ed il benzoato di sodio preservante.

Un Altro “cocktail„ ha compreso il consumo quotidiano medio corrente di additivi alimentari dalle due classi d'età dei bambini ed ha incluso il benzoato di giallo di chinolina (E104), di rosso di allura (E129), di giallo tramonto, di carmoisine e di sodio.

Gli Insegnanti ed i genitori poi sono stati chiesti di valutare l'iperattività e la disattenzione dei bambini con l'aiuto di una prova del computer senza conoscere quale bevanda il bambino era stato dato.

I ricercatori hanno trovato che i bambini che hanno ricevuto le bevande che contengono gli additivi ed i conservanti erano notevolmente più iperattivi ed hanno avuti più brevi curve dell'attenzione.

Il comportamento dei bambini più anziani di più fosse influenzato da entrambe le miscele con gli additivi, rispetto al placebo, mentre più in giovane età i bambini hanno avuti più iperattività con la prima miscela rispetto a placebo.

Stevenson dice che lo studio non segna i quali con esattezza additivi sono i colpevoli principali perché tutti i bambini sono stati dati una miscela degli additivi e piuttosto che particolare.

L'Agenzia Britannica dell'Alimento consiglia i genitori di riflettere il comportamento dei loro bambini e dovrebbe un cambiamento cospicuo accadere dopo il consumo dell'alimento con gli additivi, i genitori dovrebbero regolamentare la dieta del loro bambino ed escludere i conservanti artificiali ed i colori.

I Genitori si consigliano di leggere i contrassegni dell'alimento quando compra i prodotti per i loro bambini ed il gruppo di campagna, la Commissione dell'Alimento ha rivolto ai produttori di alimento “pulisce il loro atto„ e volontariamente rimuovono gli additivi dai loro prodotti.

Secondo gli Istituti della Sanità Nazionali altrettanti come 2 milione bambini negli Stati Uniti abbia ADHD.

Lo studio è pubblicato in linea nell'edizione corrente di The Lancet.