Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il meccanismo Antico per fare fronte agli sforzi egualmente dà a cancro una spinta

Un meccanismo antico per fare fronte agli stress ambientali, compreso il calore ed alle esposizioni tossiche, egualmente aiuta i tumori cancerogeni a sopravvivere a, rivela un nuovo rapporto nel 21 settembre, 2007, l'emissione della Cella, una pubblicazione della Stampa delle Cellule.

I risultati hanno potuto piombo ad un nuovo modo trattare il cancro e possono anche avere implicazioni per il trattamento di malattie neurodegenerative ed altre, secondo i ricercatori.

Gli scienziati hanno trovato che quella perdita del regolatore principale “della risposta di calore-scossa„ drammaticamente ha limitato la formazione spontanea di tumori in mouse geneticamente predisposti a cancro svilupparsi e quelli hanno esposto ai prodotti chimici cancerogeni. Per di più, hanno riferito, lo svuotamento di cosiddetto fattore 1 (HSF1) di calore-scossa nelle diverse linee cellulari umane precedentemente stabilite del cancro ha alterato forte la loro crescita e sopravvivenza, mentre aveva scarso effetto sulle celle normali.

“Ad un livello fondamentale, la capacità di HSF1 di permettere alle malignità letali è un'eredità sfavorevole del suo ruolo antico nel miglioramento della sopravvivenza delle celle normali esposte a diverso acuto e sforzi cronici,„ ha detto Susan Lindquist, un ricercatore di Howard Hughes al Whitehead Institute per la Ricerca Biomedica. “Abbiamo preveduto che avesse certo effetto su cancro, ma siamo stati sorpresi al grado.„

La risposta di calore-scossa è una degli più antiche ed i meccanismi protettivi evolutionarily conservati hanno trovato in natura, i ricercatori hanno detto. Mentre gli insulti ambientali provocano varie risposte fisiologiche adattabili per aiutare gli organismi a fare fronte ai fattori di sforzo specifici, l'induzione drammatica delle proteine di calore-scossa (HSPs) è una componente essenziale dell'unificazione della maggior parte di loro.

Il HSPs, che sono sotto il controllo di piccola famiglia dei fattori di calore-scossa (HSFs), guardia contro l'attività anormale di altre proteine di fronte ai fattori di sforzo quali il calore e la mancanza di ossigeno. Sebbene, Lindquist ha detto, HSFs capito meno buono egualmente influenzi una schiera di altri geni in questione nel metabolismo delle cellule ed in altre funzioni dell'area base. Gli Scienziati egualmente lungamente avevano notato che i livelli di HSP aumentano in molte cellule tumorali.

“La cosa dispari è, nessuno pensiero era apparentemente quella interessante,„ Lindquist ha detto. Di Conseguenza, se le proteine della gestione dello stress hanno giocato un causale, il ruolo complementare e o inibitorio nel cancro è rimanere una domanda senza risposta. “Da un lato, dato il suo ruolo importante in celle d'aiuto fa fronte agli insulti stressanti, HSF1 potrebbe promuovere [la formazione del cancro] facilitando l'adattamento cellulare allo stile di vita maligno,„ ha spiegato. “D'altra parte, dato il suo ruolo generale nel miglioramento della longevità, HSF1 ha potuto assistere gli organismi nella malignità di combattimento.„

Per scoprire, i ricercatori in primo luogo hanno guardato ad un modello comune del mouse del cancro di interfaccia, in cui gli animali sono esposti ai prodotti chimici cancerogeni. I Mouse incapaci di inserire la risposta di calore-scossa erano “molto più resistenti„ a formazione del tumore che i mouse normali erano in quelle circostanze, essi hanno trovato. Ha catturato ai mouse mutanti cinque settimane più di lunghezza per sviluppare i tumori. Erano meno probabili sviluppare il cancro e, quando hanno fatto, hanno avuti i meno e più piccoli tumori. I mouse di HSF1-deficient egualmente hanno vissuto più lungamente.

I ricercatori dopo hanno esaminato i mouse predisposti per sviluppare il cancro dovuto una carenza del soppressore p53, il più delle volte il gene mutato del tumore nei cancri umani. Di Nuovo, hanno trovato, gli animali di HSF1-deficient hanno vissuto senza tumore per drammaticamente più lungamente. Effettivamente, anche gli animali cancerizzabili che mancano di appena una copia di funzionamento di HSF1 hanno vissuto più lungamente gli animali del normale hanno fatto. Con gli studi in celle coltivate del mouse, hanno trovato ulteriore prova che HSF1 supporta la trasformazione a cancro orchestrando varie funzioni dell'area base, compreso proliferazione, la sopravvivenza, la sintesi delle proteine ed il metabolismo del glucosio.

Poi hanno esaminato il ruolo di HSF1 in cellule umane normali e cancerogene, compreso quelli derivati dal petto, dalla prostata e dalla cervice. In ogni caso, hanno trovato che le celle cancerogene, ma non le celle normali, sono state influenzate forte tramite inibizione di HSF1. Quei risultati piombo loro concludere che “la funzione HSF1 contribuisce a mantenere la crescita e la sopravvivenza delle cellule tumorali umane con i diversi difetti maligni di fondo.„

I risultati possono avere implicazioni terapeutiche, il ricercatore ha detto, come schiera espandentesi di piccoli, composti del tipo di droga con gli effetti potenti su HSF1 ora stanno diventando disponibili. Effettivamente, le droghe che si arrampicano la risposta di calore-scossa stanno esplorande per il trattamento la ferita ischemica e delle malattie neurodegenerative, compreso Huntington e le Malattie del Parkinson.

I nuovi risultati suscitano inquietudine che tali terapie potrebbero aumentare il rischio di cancro, Lindquist ha detto. D'altra parte, i trattamenti destinati per bloccare HSF1 hanno potuto “fornire una strategia chemopreventative come pure chemioterapeutica del cancro complesso e largamente efficace.„

I risultati egualmente indicano il bilanciamento delicato fra invecchiamento, longevità e rischio di cancro, ha aggiunto.

“In Maniera Sconvolgente, i nostri dati ora fanno chiaramente che HSF1 gioca di fronte ai ruoli nelle malattie complesse che contagiano le popolazioni di invecchiamento,„ lei ha detto. “Potente rafforza lo sviluppo dei cancri. Ma egualmente è stato implicato nella protezione contro la lesione di ischemia/re-perfusion, disordini neurodegenerative ed in altri trattamenti fisiologici di grande portata che pregiudicano la durata della vita. Siamo sospesi sul bilanciamento fra invecchiamento e degenerazione [da un lato] e la crescita attiva e giovanile delle cellule, [che possono piombo a cancro], d'altro canto. Se prestiamo più attenzione ed impariamo come manipolare correttamente questi sistemi, potremmo avere un impatto enorme sulla malattia umana.„

http://www.cellpress.com/