Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La composizione nel veleno del serpente può cambiare secondo la vittima

La preda progettata di un serpente ha potuto pregiudicare il tipo e l'evoluzione di tossine nel loro veleno, la ricerca pubblicata nelle manifestazioni online di biologia evolutiva del giornale BMC di accesso aperto.

In serpenti, la composizione nel veleno varia sia fra le specie che all'interno dell'specie particolari. I serpenti dello sbarco si alimentano un intervallo degli animali e degli uccelli, in modo dagli scienziati ritengono che questi serpenti abbiano bisogno di diversa schiera delle tossine nel loro veleno. I serpenti di mare, d'altra parte, tendono ad avere una dieta più limitata, alimentante soltanto sul pesce. Le tossine in questi serpenti ora sono state indicate per essere meno diverse che quelle in serpenti terrestri.

Il professor R Manjunatha Kini e colleghi dall'università nazionale di Singapore ha esaminato due generi di serpenti di mare. Hanno costruito le librerie complementari del DNA dalle ghiandole del veleno dei rettili, rappresentanti soltanto gli allungamenti di DNA che codificano per le proteine della ghiandola del veleno ed hanno studiato due tipi di tossine della proteina. Le tossine della tre-barretta (3FTx) e gli enzimi della fosfolipasi A2 (PLA2) sono le componenti principali del veleno del serpente di mare.

Sebbene i serpenti di mare studiati vivano negli ambienti acquatici molto differenti, le tossine esaminate erano simili in entrambi ed i geni che codificano le tossine altamente sono stati conservati. Al contrario, le stesse tossine nei serpenti dello sbarco e nei kraits del mare (che cadono fra sbarco ed i serpenti di mare) hanno mostrato la diversità molto maggior. I ricercatori suggeriscono che i geni della tossina nei serpenti di mare abbiano siano rimanere relativamente immutati a causa dei serpenti di mare dividano lo stesso genere di comportamento alimentante e sono a dieta.

“Esaminiamo i geni della tossina dei serpenti per identificare le nuove tossine, alcune di cui saranno utili nello sviluppare le nuove strategie terapeutiche per trattare le malattie umane,„ diciamo prof. Kini dal dipartimento delle scienze biologiche, università nazionale di Singapore. “Un nuovo anticoagulante o una tossina ipotesa può aiutarci a sviluppare le nuove droghe cardiovascolari per bloccare la formazione indesiderata del grumo o per abbassare la pressione sanguigna.„