Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Celle immuni trovate per promuovere formazione di nuovi vasi sanguigni - potenziale per i trattamenti di endometriosi

Una scoperta in mouse delle celle immuni che promuovono la formazione di nuovi vasi sanguigni potrebbe piombo ai nuovi trattamenti per endometriosi, uno stato doloroso connesso con la sterilità che pregiudica fino a 15 per cento delle donne dell'età riproduttiva.

La formazione di nuovi vasi sanguigni, o l'angiogenesi, è conosciuta per incoraggiare la crescita dei tumori e delle lesioni di endometriosi. Un gruppo piombo da Ofer Fainaru, MD, PhD, un socio di ricerca nel programma vascolare di biologia all'ospedale pediatrico Boston e facoltà di medicina di Harvard, trovata che le celle-alto dentritiche hanno specializzato l'angiogenesi immune di grilletto di cella-guida in un modello del mouse di endometriosi. I loro risultati sono stati pubblicati il mese scorso online nel giornale di FASEB. Judah Folkman, MD, Direttore del programma di biologia del Vacular dei bambini, che ha aiutato trovato il campo dell'angiogenesi, era l'autore senior del documento.

L'endometriosi accade quando l'endometrio, un tessuto trovato normalmente nel rivestimento interno dell'utero, si sviluppa comunemente altrove nell'organismo-più nell'intercapedine addominale. Il tessuto dell'endometrio malriposto comincia come le piccole lesioni, o masse, ma una volta che i vasi sanguigni sono reclutati, le lesioni si ingrandiscono e rispondono agli ormoni femminili, con conseguente infiammazione, dolore pelvico ciclico e sterilità.

Nel modello del mouse, i ricercatori hanno osservato che le celle dentritiche si infiltrano nelle lesioni di endometriosi e si avvicinano ai siti in cui invadono, nuovi vasi sanguigni si formano. L'iniezione dei mouse con le celle dentritiche in eccesso ha indotto le loro lesioni a guadagnare più vasi sanguigni ed a ingrandirsi.

I ricercatori egualmente hanno trovato che le celle dentritiche hanno un effetto in maniera sconvolgente simile sui tumori intra-addominali.

Quando i ricercatori hanno coltivato le celle dentritiche insieme alle celle endoteliali delle celle- che allineano le celle endoteliali delle pareti- del vaso sanguigno migrate verso le celle dentritiche. Il gruppo suppone che le celle dentritiche, dopo l'incassassatura in una lesione o in un tumore nuova, agiscano come i caporeparto su un gruppo dell'edilizia: chiamano celle endoteliali dirette e di sostegno dentro, che costruiscono i nuovi vasi sanguigni.

“Crediamo che quella mirare alle celle dentritiche possa rivelarsi per essere una strategia di promessa per il trattamento delle circostanze dipendenti dall'angiogenesi, quali endometriosi e cancro,„ dice Fainaru. Ma in primo luogo, il gruppo deve dimostrare che le celle dentritiche sono essenziale-che senza queste celle in mouse, i nuovi vasi sanguigni non si formano.

“Il nostro punto seguente sarebbe di cercare la cella che dentritica specifica gli inibitori che potrebbero avere il potenziale di bloccare l'angiogenesi in queste circostanze,„ dice Fainaru.

Il gruppo spera di sviluppare la terapia cella-specifica per le malattie angiogenesi-dipendenti che saranno più efficaci e meno tossiche che i trattamenti correnti. Corrente, il trattamento più efficace per endometriosi sta eliminando chirurgicamente le lesioni, ma questo non le impedisce la crescita retro-come grande e sintomatica come prima. Se le celle dentritiche sono effettivamente direttori del circo e non sideliners nella nuova crescita del vaso sanguigno, localmente battente li fuori subito dopo un ambulatorio iniziale, o alterante li in qualche modo, potrebbe rendere le lesioni minuscole ed inoffensive.

Similmente, gli inibitori potenziali della dentritico-cella, una volta aggiunti ad altri agenti che fermano i nuovi vasi sanguigni dalla formazione, potrebbero migliorare la capacità di medici di soffocare i tumori crescenti, Fainaru aggiunge.