Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuovo biomateriale da Rutgers

Un biomateriale rivoluzionario e nuovo, sviluppato al centro del New Jersey per i biomateriali (NJCBM) alla Rutgers University, si è mosso dal banco di laboratorio verso provare nel tempo record.

Questo risultato, un prodotto di una metodologia dell'innovazione nella scoperta dei biomateriali, è la tecnologia permettente dietro uno stent coronario che subisce il suo test clinico primo in umano in Germania e nel Brasile.

Gli Stents sono tubi minuscoli inseriti nelle arterie malate per tenerle aperte. Lo stent che è provato, progettato da REVA Medical Inc. di San Diego, è inteso per fungere da impalcatura temporanea per supportare il vaso sanguigno durante il trattamento curativo e per mantenere il flusso sanguigno. Successivamente si dissolve, lasciando il paziente esente da tutto l'innesto permanente.

Joachim Kohn di Rutgers sta riferendo sul suo nuovo trattamento di scoperta combinatorio dei biomateriali e sulla promessa che tiene per l'industria dell'apparecchio medico durante il CTT 2007 (terapeutica cardiovascolare di Transcatheter), la conferenza prima del mondo sulla cardiologia interventional, che comincia sabato 20 ottobre in Washington, DC. Inoltre riferendo alla conferenza, il Dott. Eberhard Grube del centro del cuore di HELIOS in Germania descrive l'esperienza clinica iniziale dalla prova di RESORB che sta valutando la sicurezza dello stent in circa 30 pazienti ai siti multipli in Germania e nel Brasile.

Gli stents coronari completamente degradabili sono stati esplorati per più di 20 anni. Ma, secondo Kohn, nessun prodotto clinicamente utile potrebbe essere sviluppato, in parte, a causa della mancanza di polimeri che potrebbero soddisfare i requisiti prestazionali estremamente richiedenti. Kohn ed il suo gruppo hanno affrontato questo problema sviluppando una libreria dei polimeri degradabili che comprendono 10.000 composizioni teoricamente possibili e che applicano i metodi combinatori per identificare il biomateriale migliore. Il materiale risultante è stato selezionato per uso congiuntamente a progettazione novella dello stent di REVA.

“Abbiamo applicato la progettazione novella e soluzioni avanzate dei biomateriali per creare un avanzamento significativo nella tecnologia dello stent,„ ha detto il Dott. Robert Schultz, il Presidente di REVA. “Questo approccio ha tenuto conto noi portarlo rapidamente alla fase clinica.„

“Il nostro trattamento di scoperta non convenzionale integra le librerie combinatorie del polimero, la prova di alto-capacità di lavorazione e la modellistica di calcolo. Ciò provoca un percorso molto più veloce a sviluppo prototipale e una riduzione del costo e del rischio connessi con l'uso di nuovo, biomateriali privati,„ ha detto Kohn, un consiglio superiore professore che dirige il centro del New Jersey per i biomateriali a Rutgers.

Michael J. Pazzani, vice presidente per la ricerca e la formazione laureata e professionale a Rutgers, ha parlato dell'impatto del lavoro di Kohn sull'industria dell'apparecchio medico. Oltre a REVA, Rutgers ha conceduto una licenza al portafoglio dei brevetti di Kohn a parecchie altre società. “Un licenziatario poteva ottenere lo spazio di FDA per una nuova unità della riparazione di ernia facendo uso di uno dei polimeri di Kohn su un cingolo triennale dal concetto a spazio del mercato di FDA,„ Pazzani ha detto. “Un altro sta funzionando con il trattamento di scoperta combinatorio di Kohn per identificare un polimero ideale per la loro unità oftalmica della consegna della droga.„

Il significato del lavoro di Kohn è collegato con la sua applicabilità generale a molti biomateriali differenti progetta le sfide come provato dalla diversità dei prodotti che sono commercializzati facendo uso di questo trattamento di scoperta.

Le fondamenta scientifiche di nuovo trattamento di scoperta dei biomateriali stanno sviluppande con supporto al centro del New Jersey per i biomateriali ed il laboratorio di Kohn dall'istituto nazionale della rappresentazione biomedica e dalla bioingegneria degli istituti della sanità nazionali.

In collaborazione con REVA, Kohn ed i suoi colleghi hanno sviluppato un polimero che è eccezionalmente forte ed altamente adatto ad applicazioni dello stent. Inoltre, il materiale è stato destinato per essere radio-opaco in modo da è raggi x visibili, i beni critici al collocamento adeguato dello stent nell'arteria. È egualmente biodegradabile e biocompatibile.

Pazzani ha detto che quello raggiungere la fase di test clinico è una realizzazione per l'università e una grande sorgente di orgoglio. “Questo è un risultato importante per il nostro stato, un esempio di successo per il nostro ufficio del collegamento corporativo e un trasferimento di tecnologia,„ ha detto e, Pazzani ha aggiunto, “è convalida significativa per il lavoro degli scienziati di Rutgers.„