Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le cellule staminali dal proprio cordone ombelicale di una persona efficacemente trattano il sangue ed i disturbi immunitari, il diabete giovanile

Due estratti di dati separati video alla riunione scientifica annuale del AABB - un'associazione internazionale dei professionisti medici ed istituzioni messi a fuoco su trasfusione, trapianto e terapia cellulare - evidenziano l'uso terapeutico aumentante (delle sue proprie) cellule staminali autologhe di sangue di cavo per trapianto e medicina a ricupero, compreso i trattamenti per sangue e disturbi immunitari, il diabete giovanile e la riparazione neurologica.

Egualmente dimostrano il ruolo importante delle banche del sangue del cavo privato o (della famiglia) nell'avanzamento dei questi trattamenti.

Tipo di terapia autologo per l'anemia aplastica

Il primo studio ha analizzato quattro casi dove le proprie cellule staminali di sangue di cavo di una persona sono state rilasciate per trattare l'anemia aplastica. Il sangue di cavo è stato elaborato e memorizzato alla registrazione di sangue di cavo ed ai trapianti sono stati condotti a tre istituzioni differenti: L'università di Minnesota, di città di speranza (Los Angeles) e di ospedale pediatrico a Seattle. I casi suggeriscono che il trapianto autologo di sangue di cavo per l'anemia aplastica sia un tipo di terapia sicuro ed efficace e dimostrano che questo approccio è favorevole usare ai centri differenti del trattamento attraverso gli Stati Uniti.

“L'anemia aplastica è una malattia pericolosa senza causa conosciuta che può acquistarsi in qualunque momento nella vita ed è difficile da trattare,„ ha detto il Dott. David T. Harris, Ph.D., professore dell'immunologia all'università dell'Arizona e Direttore scientifico del ricercatore di studio del cavo della registrazione di sangue di cavo. “Questo studio offre la prova che trapianta i medici ha un'arma sicura ed efficace per il combattimento della questa malattia per i pazienti che hanno accesso alle loro proprie cellule staminali di sangue di cavo.„

L'analisi egualmente ha mostrato quella:

  • Uno dei campioni autologi usati è stato memorizzato per 9,5 anni, che è il periodo che più lungo un campione di sangue famiglia-contato del cavo è stato memorizzato prima di uso.
  • Innesto, il punto a cui le cellule staminali cominciano generare i nuovi globuli, accaduto fin da due giorni dopo trapianto in un paziente e stato in media 22 giorni attraverso i quattro casi. Secondo il programma erogatore del midollo nazionale (NMDP), il tempo medio all'innesto per sangue di cavo ha luogo fra i 21 e 35 giorni.

Uso autologo di sangue di cavo nella medicina a ricupero

Il secondo rapporto ha documentato 13 i casi di uso autologo della cellula staminale di sangue di cavo sia nelle applicazioni tradizionali che a ricupero della medicina. I dati della versione del campione suggeriscono una domanda crescente di sangue di cavo autologo durante gli ultimi 10 anni e un aumento in campioni richiesti per le applicazioni a ricupero della medicina.

Oltre ai quattro casi dell'anemia aplastica (esaminata dettagliatamente nel primo studio), il rapporto ha documentato nove i campioni rilasciati per le terapie a ricupero:

  • Due campioni del cliente sono stati rilasciati per il diabete di tipo 1 come componente di un test clinico in corso all'università di Florida. I dati preliminari dai primi sette pazienti nella manifestazione di prova l'infusione della cellula staminale sembrano diminuire la loro severità di malattia, possibilmente risistemante il sistema immunitario e rallentante la distruzione delle loro celle producenti insulina.
  • Sei campioni sono stati rilasciati per trattare i termini neurologici, compreso paralisi cerebrale (quattro campioni), il trauma cranico anossico (un campione) ed il trauma cranico traumatico (un campione). Sebbene questi sei campioni non siano rilasciati come componente di alcun test clinico specifico, la prova aneddotica dei medici addetti a questi casi suggerisce che i trattamenti siano stati sicuri, con alcuni rapporti aneddotici di miglioramento nella qualità di vita. Poiché il periodo di studio cessato, due nuovi campioni sono stati rilasciati per il trattamento di paralisi cerebrale. Le infusioni della cellula staminale sono state condotte ospedale commemorativo a s dei bambini e di Duke University 'in Chicago.
  • Un campione supplementare è stato rilasciato affinchè un'infusione autologa sperimentale della cellula staminale tratti una diagnosi di un disturbo immunitario raro.

“Le cellule staminali di sangue del cavo sempre più stanno usande dai medici del trapianto nella medicina a ricupero a causa della loro capacità dimostrata di produrre quasi tutti tipi delle cellule degli organismi,„ ha detto Harris. “Questi casi forniscono ai medici ed ai ricercatori comprensione supplementare in come le cellule staminali di sangue di cavo possono essere usate per trattare più circostanze ed infine per avvantaggiare più pazienti.„

I preventivi della corrente indicano che circa uno in tre Americani potrebbe trarre giovamento dalle terapie a ricupero della medicina. Più di 200 istituti nazionali dei test clinici costituiti un fondo per di salubrità (NIH) con sangue di cavo corrente stanno conducendi negli Stati Uniti da solo.