Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La sopravvivenza dei neonati con i fori addominali differisce secondo l'ospedale

Una probabilità neonata per la sopravvivenza della versione a basso rischio di una circostanza chiamata gastroschisis varia notevolmente dall'ospedale, secondo uno studio dai chirurghi di Johns Hopkins. I bambini con la circostanza hanno un foro in loro addome vicino al cordone ombelicale.

La variante semplice della circostanza, dove il foro è la sola anomalia addominale, è equo facile da riparare e 97 per cento dei bambini gli sopravvive. Comunque i risultati di Hopkins suggeriscono che in alcuni ospedali, ben meno bambini che dovrebbero sopravvivere alla circostanza dopo che il trattamento realmente fa. Alcuni ospedali hanno avuti tassi di mortalità tre - cinque volte la media nazionale.

I risultati dello studio stanno presentandi all'accademia americana della conferenza della pediatria dal 26 ottobre al 30 ottobre a San Francisco.

I ricercatori hanno paragonato i tassi di mortalità fra 1.775 infanti sopportati al gastroschisis semplice in 40 ospedali degli Stati Uniti. Soltanto gli ospedali che avevano curato almeno 25 neonati con il gastroschisis erano inclusi. Dei 40 ospedali, un quarto (10) ha avuto tassi di mortalità più superiore 2,9 per cento, che è la media nazionale per la variante a basso rischio della circostanza. Dei 10, due ospedali hanno avuti le percentuali molto difficili di morte rates-8.6 e 14,3 per cento.

“Siamo entrato in questo pronto per vedere alcune differenze, ma non abbiamo pensato vedere queste variazioni notevoli dall'ospedale all'ospedale in questi casi equo semplici,„ dice il ricercatore Meghan Arnold, M.D., un residente chirurgico ai bambini di Johns Hopkins concentrare.

Poiché le tecniche chirurgiche per riparare il gastroschisis sono costanti attraverso gli ospedali, i ricercatori dicono che il punto seguente dovrebbe trovare se la differenza nella sopravvivenza potrebbe essere dovuto i fattori quali i rapporti differenti del infermiere--paziente, le variazioni nei protocolli di professione d'infermiera e del farmaco e nella disponibilità dei subspecialists pediatrici.