Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il rosmarino dell'erba combatte il danno del radicale libero nel cervello

I gusti di Rosemary non solo buoni in piatti culinari quali il pollo e l'agnello di Rosemary, ma gli scienziati ora hanno trovato che è egualmente buono per il vostro cervello.

Un gruppo di collaborazione dall'istituto di Burnham per ricerca medica (istituto di Burnham) in La Jolla, CA E nel Giappone, riferisce che il rosmarino dell'erba contiene un ingrediente che combatte fuori il danno del radicale libero nel cervello. Il principio attivo in rosmarino, conosciuto come acido carnosic (CA), può proteggere il cervello dal colpo e dal neurodegeneration che è dovuto i radicali liberi chimici pregiudizievoli. Questi radicali sono pensati per contribuire non solo al colpo ed ai termini neurodegenerative quale Alzheimer, ma anche ai cattivi effetti di invecchiamento normale sul cervello.

In due ha accelerato le pubblicazioni dal giornale della neurochimica e la neuroscienza di esami della natura, gli scienziati riferisce per la prima volta che il CA attiva una via novella di segnalazione che protegge le cellule cerebrali dalle devastazioni dei radicali liberi. Nei modelli animali, il gruppo scientifico, piombo da DRS. Takumi Satoh (università di Iwate, Giappone) e Stuart Lipton (istituto di Burnham), trovato che il CA diventa hanno attivato dal danno stesso del radicale libero, rimanendo innocui a meno che avuti bisogno di, esattamente che cosa è voluto in una droga. Gli scienziati chiamano questo tipo di atto “una droga patologico-attivata di PAT o„ terapeutica. “Un picchiettio„ rappresenta un rubinetto delicato e non la mazza pesante che alcune droghe producono, compreso gli effetti secondari significativi nelle aree dell'organismo in cui i loro effetti non sono necessari e carenti.

“Questo nuovo tipo di droga funziona attraverso un meccanismo conosciuto come chimica redox in cui gli elettroni sono trasferiti da una molecola ad un altro per attivare il proprio sistema di difesa dell'organismo,„ ha detto Stuart A. Lipton, MD, PhD, l'autore senior sul documento e sul Direttore, professore e vicepresidente senior alla neuroscienza di Webb del Del E. del Burnham, all'invecchiamento ed al centro di ricerca della cellula staminale. “Inoltre, a differenza della maggior parte di nuove droghe, questo tipo di composto può bene essere sicuro e clinicamente ha tollerato perché è presente in un'erba naturale che è conosciuta per entrare nel cervello ed è stata consumata dalla gente per in mille anni.„ Il Dott. Lipton è egualmente un neurologo di pratica all'università di California, San Diego e quindi sa first-hand che tali droghe sono criticamente necessarie per cura dell'invecchiamento e dei pazienti neurologico-malati.

Rosemary è una boccola sempreverde arbustiva e, secondo folclore, cattura il suo nome da vergine Maria, che ha coperto il suo mantello sulla boccola, collocante un fiore bianco sopra il mantello. Entro la seguente mattina, il fiore aveva girato il blu e da allora in poi l'impianto è stato conosciuto come “la Rosa di Maria.„ Rosemary, sviluppata nelle alpi dai medio evo, ha si è trasformata in in parte di medicina piega europea ed è stata pensata per aiutare il sistema nervoso e per evitare la malattia. Finora, tuttavia, le vie chimiche esatte in questione nei sui effetti benefici sono rimanere sconosciute. Ulteriormente, il nuovo lavoro scientifico, identificante il composto in rosmarino che è utile, dovrebbe permettere le ancora migliori e più efficaci droghe in questa classe da diventare nell'immediato futuro. Seguendo queste righe, Satoh e Lipton file una richiesta di brevetto degli Stati Uniti per un'intera serie di composti novelli che mostrano i vantaggi aumentati sopra rosmarino stesso. “Questo non è di dire che il pollo di Rosemary non è buono per voi,„ ha detto il Dott. Satoh, “ma significa che possiamo fare ancora migliore nella protezione del cervello dai disordini terribili quali Alzheimer e Lou Gehrig's Disease, forse anche rallentando gli effetti di invecchiamento normale, sviluppando i nuovi e cugini migliori al principio attivo in rosmarino.„ Gli autori sperano che tali droghe possano essere sviluppate per la gente nel corso di prossimi anni.

Stuart A. Lipton, M.D., Ph.D. è l'autore senior dei documenti pubblicati. Le sue droghe di sviluppo aprenti la strada del lavoro per proteggere il cervello sono state riconosciute con il premio di Ernst Jung della Germania nella medicina nel 2004.

Takumi Satoh, M.D., Ph.D. è un professore dal Giappone che lavora a questo progetto al Burnham.

Con Lipton e Satoh, i co-author sulla segnalazione di carta il meccanismo di atto di acido carnosic includono Kunio Kosaka, Yosuke Shimojo e Chieko Kitajima (società di Nagase, Kobe, Giappone), KEN Itoh (scuola di medicina dell'università di Hirosaki, Giappone), Akira Kobayashi e Masayuki Yamamoto (facoltà di medicina dell'università di Tohoku, Giappone), Jiankun Cui, Joshua Kamins, Shu-ichi Okamoto (istituto di Burnham per ricerca medica), Masanori Izumi, (università di Iwate, Giappone) e Takuji Shirasawa (istituto metropolitano di gerontologia, Giappone di Tokyo).

Questa ricerca è stata supportata dalle concessioni dagli istituti della sanità nazionali.

Un collegamento al giornale dell'articolo della neurochimica può essere trovato a: http://www.blackwell-synergy.com/doi/abs/10.1111/j.1471-4159.2007.05039.x.

Un collegamento all'articolo della neuroscienza di esami della natura può essere trovato qui: http://www.nature.com/nrn/journal/v8/n10/full/nrn2229.html.

L'istituto di Burnham per ricerca medica conduce la ricerca di collaborazione di livello internazionale dedicata all'individuazione delle maturazioni per la malattia umana, al miglioramento della qualità di vita e così a creare un'eredità per i sui impiegati, partner, donatori e comunità. La città universitaria di La Jolla, la California è stata stabilita come società per azioni della prestazione collettiva senza scopo di lucro e nel 1976 ed è ora a casa a tre centri importanti: un Cancro nazionale Istituto-ha designato il centro del Cancro, il centro di Webb di Del E. per la neuroscienza, invecchiamento e la ricerca della cellula staminale ed il centro di malattia contagiosa ed infiammatoria. Burnham oggi impiega coerente quasi 800 persone, ordini fra le organizzazioni del principale 20 del mondo per l'impatto delle sue pubblicazioni della ricerca e delle tariffe in quarto luogo fra tutti gli istituti di ricerca negli Stati Uniti per ottenere i fondi di concessione dagli istituti della sanità nazionali. Nel 2006, Burnham ha stabilito un centro per la mappatura vascolare e il bionanotechnology a Santa Barbara, la California. Burnham egualmente sta stabilendo una città universitaria ai Nona del lago a Orlando, Florida che metterà a fuoco sulla ricerca dell'obesità e del diabete ed amplierà le capacità di scoperta della droga dell'istituto, impiegante sopra 300 persone. Per informazioni supplementari su Burnham ed imparare circa i modi supportare la sua ricerca, visita http://www.burnham.org.