I Ricercatori trovano le cellule staminali nei dischi spinali della degenerazione, potenziale per la riparazione

I ricercatori Ortopedici all'Istituto Universitario Medico di Jefferson per la prima volta hanno trovato le cellule staminali nei dischi intervertebrali della spina dorsale umana, suggerenti che tali celle potrebbero qualche giorno essere usate per contribuire a riparare i dischi della degenerazione ed a rimediare al dolore al collo e più lombo-sacrale.

La Segnalazione 1° novembre 2007 nella Spina Dorsale del giornale, un gruppo piombo da Makarand Risbud, Ph.D. e da Irving Shapiro, Ph.D., all'Istituto Universitario Medico di Jefferson dell'Università di Thomas Jefferson in Filadelfia, ha trovato le cellule staminali in entrambi i dischi umani adulti degenerati ed in dischi degli animali.

Molta gente soffre da dolore lombo-sacrale ed il trattamento varia dagli antidolorifici come acetominophen alle procedure mediche, quali le vertebre di fusione. I costi annuali combinati per il trattamento di dolore alla schiena e della malattia del disco è circa $100 miliardo all'anno e una causa importante di lavoro perso negli Stati Uniti.

Secondo il Dott. Shapiro, come i dischi nella spina dorsale degenerata, le celle sono perse e la capacità di produrre le molecole di legame d'acqua chiamate proteoglicani è diminuita. L'acqua assorbe le forze sulla spina dorsale, essenzialmente servente da ammortizzatori. I proteoglicani Perdenti possono provocare il danneggiamento del disco ed a volte, dolore.

“Sarebbe meraviglioso se potessimo convincere le celle nel disco intervertebrale a rigenerare o aumentare la quantità di proteoglicani che sintetizzano,„ dice. “Quel modo potremmo rigenerare le capacità ammortizzarici della spina dorsale.„

Il Dott. Risbud, un assistente universitario di Ambulatorio Ortopedico ed il Dott. Shapiro, che è il professor di Ambulatorio Ortopedico, entrambi all'Istituto Universitario Medico di Jefferson e dei loro colleghe ha chiesto se fosse possibile rigenerare i proteoglicani facendo uso delle cellule staminali adulte. I regolamenti Federali impediscono loro di usando le cellule staminali embrionali.

Il Dott. Risbud ha sviluppato lo studio intorno all'osservazione che mentre il tessuto che potrebbe isolare dal disco più non stava legando l'acqua, il tessuto ancora potrebbe contenere le cellule staminali dormienti. Ha pensato che mentre queste celle più non stavano funzionando per riparare il disco nocivo, nelle circostanze appropriate, potrebbero essere attivate.

Per esplorare quella possibilità, ha isolato le celle dal tessuto discale eliminato che ancora ha avuto la capacità di proliferare. Il Dott. Risbud nota quello a certe condizioni, le celle potrebbe essere incoraggiato per formare l'osso. In altre circostanze, le celle formerebbero la cartilagine o persino il grasso. Le prove hanno provato che queste celle erano effettivamente cellule staminali dormienti del disco. “Se possiamo stimolare le celle “silenziose„ nel paziente, quindi può essere possibile riparare le devastazioni della malattia degenerante del disco senza subire le procedure chirurgiche dilaganti che possono limitare il moto della spina dorsale,„ lui dice.

Secondo il Dott. Risbud, nel lavoro più in anticipo, i ricercatori hanno trovato che i termini locali nel disco possono promuovere le cellule staminali adulte del midollo osseo per acquistare le caratteristiche delle celle del disco. All'interno del disco, le circostanze locali sono uniche in quanto i livelli dell'ossigeno sono bassi. Queste circostanze causano l'espressione di molte molecole specializzate, compreso i proteoglicani di legame d'acqua. Alcuni degli esperimenti correnti dei ricercatori mettono a fuoco sull'uso delle cellule staminali adulte riparare il disco intervertebrale degenerato.

Shapiro nota che altri ricercatori hanno catturato le cellule staminali del midollo osseo ed hanno fatto il nuovo osso, la cartilagine ed il tessuto grasso. “Il Nostro punto seguente è di attivare queste cellule staminali del disco e di ottenere loro a repopulate il disco e fare i proteoglicani e ripristinare il di legame d'acqua.

Gli scienziati teorizzano che perché le cellule staminali esistono nel disco degenerato, ci possono essere molecole che stanno bloccando l'attività della cellula staminale. “Qualcosa sta inibendo il processo di riparazione del disco,„ dice il Dott. Shapiro. DRS. Shapiro e Risbud acconsentono che “i nuovi studi sono necessari scoprire la natura di tali molecole inibitorie„ e trovare i modi bloccare le loro attività, promuovente la guarigione naturale.

http://www.jeffersonhospital.org/