Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le celle immuni anormali possono causare l'anafilassi idiopatica non provocata

Due nuovi rapporti clinici fanno luce su perché qualche gente soffre dagli episodi ricorrenti di anafilassi idiopatica--uno stato potenzialmente pericoloso di causa sconosciuta caratterizzato da un calo nella pressione sanguigna, negli episodi di svenimento, nella difficoltà nella respirazione e nell'ansare.

In alcune di queste persone, i ricercatori hanno trovato i mastociti (un tipo di cella immune in questione nelle reazioni allergiche) che hanno un ricevitore mutato della superficie delle cellule che disturba i trattamenti normali all'interno della cella. Gli scienziati di supporto dall'istituto nazionale dell'allergia e delle malattie infettive (NIAID), parte degli istituti della sanità nazionali (NIH), dicono che l'associazione di questa mutazione con anafilassi non provocata direzione. La speranza è che queste persone possono rispondere agli inibitori che mirano al ricevitore mutato della superficie delle cellule.

Mentre qualche gente soffre l'anafilassi come componente di una reazione allergica seria, in due su tre genti, anafilassi non ha causa conosciuta e così la reazione anafilattica è chiamata idiopatica.

L'anafilassi accade quando i mastociti rilasciano un gran quantità di prodotti chimici (istamine, prostaglandine e leukotrienes) vasi sanguigni quel di causa per colare, tessuti bronchiali per gonfiare e pressione sanguigna cadere. Termini risultanti quale risoluzione di inconsapevolezza e di scossa solitamente nella maggior parte della gente curata con le misure dell'epinefrina (adrenalina) e del pronto soccorso. In rari casi, tuttavia, la morte può accadere.

Anormalmente l'ipotensione e gli episodi di svenimento sono egualmente funzionalità del mastocytosis--una malattia in cui la gente ha un eccessivo numero di mastociti. Parecchi anni fa, decano Metcalfe, M.D., il capo del laboratorio delle malattie allergiche a NIAID, Cem analogo, M.D., il Ph.D. ed i loro colleghi di NIAID hanno deciso di scoprire se l'anafilassi idiopatica potrebbe avere un grilletto genetico relativo a quello veduto in mastocytosis. È conosciuto che il mastocytosis sistematico in adulti deriva spesso da una mutazione nel ricevitore del kit trovato sulla superficie dei mastociti, una scoperta in primo luogo fatta dal gruppo del Dott. Metcalfe nel 1995.

La mutazione causa una crescita anormale dei mastociti, come è osservato nelle biopsie del midollo osseo dei pazienti con il mastocytosis. Così al gruppo di NIAID chiesto, se la mutazione del kit potesse incitare i mastociti a coltivare e causare il mastocytosis e questo è stata associata con le reazioni anafilattiche, potrebbe la stessa mutazione predisporre i mastociti per rilasciare i prodotti chimici responsabili di anafilassi idiopatica?

Negli studi biennali intrapresi al centro clinico di NIH, i ricercatori hanno esaminato 48 pazienti diagnosticati con il mastocytosis con o senza anafilassi associata, 12 pazienti con anafilassi idiopatica e 12 pazienti con nessuno dei due malattia. All'interno del gruppo di 12 pazienti che hanno avuti anafilassi idiopatica, cinque sono stati trovati con prova di un disordine in una riga di mastociti (disordine clonale del mastocita). I ricercatori hanno cercato la prova di una mutazione del kit in tre pazienti analizzando i campioni del midollo osseo e tutti e tre i campioni hanno dato un risultato positivo. I risultati dimostrano che alcuni pazienti con anafilassi idiopatica hanno una popolazione aberrante dei mastociti con il kit mutato.

“Crediamo che la mutazione possa predisporre la gente ad anafilassi idiopatica,„ dice il Dott. Metcalfe. “I nostri risultati suggeriscono che in pazienti con anafilassi idiopatica come pure nella gente con le allergie severe, dovremmo cercare le mutazioni genetiche critiche che possono cambiare il modo che un mastocita reagisce.„

Il Dott. Metcalfe ed i suoi colleghi di NIAID riferisce i loro risultati in due pubblicazioni. Lo studio che compare in un'edizione online in anticipo nel sangue descrive la presenza di popolazione anormale del mastocita in un sottoinsieme dei pazienti con anafilassi idiopatica. I risultati circa il meccanismo che piombo per ammassare l'attivazione delle cellule dal kit e dal ricevitore di IgE responsabile delle reazioni allergiche compaiono online nella segnalazione cellulare.

Secondo il gruppo di NIAID, sia il kit che il ricevitore di IgE responsabile delle reazioni allergiche attivano i mastociti via una proteina interna comune dei mastociti. Egualmente hanno trovato che il kit mutato contrassegnato eleva l'attività di quella proteina, che provoca la segnalazione aumentata delle cellule.

Gli scienziati ora stanno guardando per vedere se i mastociti artificiali con il kit mutato si comportano o rilasciano i prodotti chimici in un modo differente dai mastociti normali ed anche se rispondono agli inibitori che mirano al kit.