Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Angiografia di tomografia computerizzata accurata nel diagnosticare coronaropatia

L'angiografia (CT) di tomografia computerizzata è accurata come angiogramma dilagante nel diagnosticare la coronaropatia, secondo i risultati delle prime due prove future dello scanner della fetta dello studio multicentrico 64 presentate oggi alla riunione annuale della società radiologica dell'America settentrionale (RSNA).

“Queste due prove con i risultati comparabili hanno collocato chiaramente la fase per l'approvazione diffusa di e risarcimento per gli esami di CT dell'arteria coronaria,„ ha detto Gerald D. Dodd III, M.D., presidenza del dipartimento della radiologia al centro di scienza di salubrità dell'università del Texas a San Antonio.

Per la valutazione dell'arteria coronaria facendo uso della prova di angiografia di tomografia computerizzata di 64-Row Multidetector (CORE-64), i ricercatori a nove centri internazionali hanno studiato 291 paziente che sono stati preveduti subire l'angiografia coronaria dilagante per la coronaropatia sospettata o sconosciuta. Lo studio ha trovato che un'angiografia di 64 della fetta CT di multidetector era altamente accurata nella rilevazione dei bloccaggi di più maggior di 50 per cento, con una sensibilità di 85 per cento e di una specificità di 90 per cento. L'esame non invadente era uguale nell'accuratezza ad angiografia dilagante nella sua capacità di identificare i pazienti da fare riferimento per angioplastia o di oltrepassare la chirurgia.

“La valutazione affidabile della presenza di bloccaggi coronari e la previsione accurata dei maggiori coronari sono fattibili con un'angiografia coronaria di 64 CT della fetta,„ ha detto il relatore Marc Dewey, M.D., radiologo all'università Berlino, Charite, Germania di Humboldt. “I pazienti con il minimo al rischio intermedio di avere bloccaggi coronari sono più probabili da trarre giovamento da angiografia coronaria di CT, poiché in quei pazienti la necessità di angiografia dilagante notevolmente è diminuita.„

La valutazione da angiografia tomografica computata coronaria delle persone che subiscono la prova coronaria dilagante di angiografia (ACCURATEZZA) ha confrontato un'angiografia tomografica computata coronaria di 64 righe (CCTA) ad angiografia coronaria quantitativa (QCA). I risultati hanno dimostrato che CCTA è altamente accurato nella rilevazione dei bloccaggi coronari nei pazienti di dolore toracico fatti riferimento per angiografia coronaria dilagante ed è egualmente un efficace metodo non invadente per escludere i bloccaggi coronari ostruttivi.

Sedici istituzioni hanno eseguito CCTA su 232 pazienti con dolore toracico tipico o atipico prima di angiografia coronaria dilagante. I risultati poi sono stati confrontati a quelli di QCA, lo standard di riferimento usato per quantificare i risultati dell'angiografia coronaria dilagante.

Complessivamente maggiori di 50 per cento di 82 bloccaggi in 49 pazienti e 31 per cento di bloccaggi maggior di 70 sono stati individuati in 28 pazienti da QCA. la sensibilità del Per-paziente e la specificità di CCTA erano 93 per cento e 82 per cento, rispettivamente, per i maggiori di 50 per cento di bloccaggi e 91 per cento e 84 per cento per i maggiori di 70 per cento di bloccaggi. Inoltre, il valore predittivo negativo era 97 - 99 per cento.

“In una popolazione dei pazienti di dolore toracico con un minimo a prevalenza intermedia dei bloccaggi ostruttivi dell'arteria coronaria, CCTA ha eseguito confrontato altamente esattamente ad angiografia coronaria dilagante,„ ha detto il relatore James K. Min, M.D., assistente universitario della radiologia e medicina all'ospedale presbiteriano di New York ed a Direttore del centro medico cardiaco del laboratorio e di Cornell University di tomografia computerizzata. “Questi risultati dimostrano l'alta prestazione diagnostica di CCTA.„