Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il fumo Di Seconda Mano danneggia i polmoni

Non è una prova irrefutabile, ma è in relazione con ed è là nelle immagini mediche luminose: prova di danno strutturale microscopico in profondità nei polmoni, causata dal fumo di seconda mano della sigaretta.

Per la prima volta, i ricercatori hanno identificato la lesione di polmone ai non-fumatori che lungamente è stata sospettata, ma non precedentemente rilevabile con imaging biomedico foggia.

I ricercatori suggeriscono che i loro risultati possano rinforzare gli sforzi di salute pubblica per limitare il fumo di seconda mano.

“Abbiamo usato un tipo speciale di imaging a risonanza magnetica per trovare questi mutamenti strutturali nei polmoni,„ ha detto la guida Chengbo Wang, il Ph.D., un fisico a risonanza magnetica di studio nel Dipartimento della Radiologia All'Ospedale Pediatrico di Filadelfia. “Quasi un terzo dei non-fumatori che erano stati esposti a lungo al fumo di seconda mano della sigaretta ha sviluppato questi mutamenti strutturali.„ Precedentemente all'Università di Virginia, Wang ha collaborato con i ricercatori della radiologia a quell'istituzione, in cui hanno acquistato il MRIs dai fumatori e dai non-fumatori adulti.

Wang ha presentato i risultati del gruppo in Chicago alla riunione annuale della Società Radiologica dell'America settentrionale. Sebbene i partecipanti allo studio della ricerca siano adulti, Wang ha detto che i risultati hanno implicazioni per i 35 per cento dei bambini Americani che vivono nelle case in cui il fumo regolare accade.

I ricercatori hanno studiato 60 adulti fra le età 41 e 79, 45 di chi non aveva fumato mai. I 45 non-fumatori sono stati divisi nei gruppi con l'esposizione bassa ed alta a fumo di seconda mano; gli oggetti dell'alto-esposizione avevano vissuto con un fumatore per almeno 10 anni, spesso durante l'infanzia. I 15 correnti o gli ex fumatori hanno formato un gruppo di controllo positivo.

Il gruppo di ricerca ha preparato un isotopo di helium-3 chiamato elio polarizzandolo per renderlo più visibile nel MRI. I Ricercatori hanno diluito l'elio in azoto ed hanno fatti agli oggetti della ricerca inalare la miscela. A Differenza di MRIs ordinario, questo MRI lavora la diffusione a macchina misurata, il movimento degli atomi dell'elio, oltre 1,5 secondi. Gli atomi dell'elio hanno mosso una maggior distanza che nei polmoni degli oggetti normali, indicando la presenza di fori ed hanno ampliato gli spazi all'interno degli alveoli, sacchi minuscoli all'interno dei polmoni.

I ricercatori hanno trovato che quasi un terzo dei non-fumatori con l'alta esposizione a fumo di seconda mano ha avuto mutamenti strutturali in loro polmoni simili a quelli trovati nei fumatori. “Abbiamo interpretato quei cambiamenti come segni in anticipo di danno ai polmoni, rappresentanti i moduli molto delicati dell'enfisema,„ ha detto Wang. L'Enfisema, un'affezione polmonare che è una causa della morte importante negli Stati Uniti, è trovato comunemente in fumatori pesanti.

I ricercatori egualmente hanno trovato un risultato apparentemente paradossale fra due terzi del gruppo dell'alto-esposizione di misure della non fumatore diffusione che erano più basse di quelli trovati nell'basso esposizione raggruppano. Sebbene questi risultati richiedano più studio, ha detto Wang, essi può riflettere una limitazione nelle gallerie di ventilazione causate dalle fasi iniziali di altra affezione polmonare, la bronchite cronica.

“A nostra conoscenza, questo è il primo studio della rappresentazione per trovare il danno ai polmoni in non-fumatori esposti molto a fumo di seconda mano,„ ha detto Wang. “Speriamo che il nostro lavoro rinforzi gli sforzi dei legislatori e dei responsabili della politica per limitare l'esposizione pubblica a fumo di seconda mano.„

http://www.chop.edu/