Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova tecnica di calcolo predice gli effetti collaterali di una droga di cancro importante

I ricercatori all'università di California San Diego hanno sviluppato una tecnica di computer novella per cercare gli effetti secondari dei prodotti farmaceutici importanti.

Lo studio, riferito il 30 novembre nella biologia di calcolo di PLoS si riferisce a classe A di droghe conosciute come i modulatori selezionati del ricevitore dell'estrogeno (SERMs), che include il tamoxifene, il medicinale più prescritto nel trattamento di cancro al seno.

Gli effetti secondari inattesi rappresentano un terzo di tutti gli errori e risultato dello sviluppo della droga in droghe che sono tirate dal servizio. Le droghe sono provate tipicamente facendo uso di un metodo sperimentale che mira ad identificare le proteine dell'fuori obiettivo che causano gli effetti secondari. Il gruppo in questo studio, piombo da DRS. Philip Bourne e Lei Xie, propongono un approccio modellante di calcolo. Se riuscito l'approccio potesse accorciare largamente il processo di sviluppo della droga e diminuire i richiami costosi.

Piuttosto che tenendo conto di singola proteina umana a cui un grandissimo numero la piccola molecola potenziale droga può legare, Bourne et al. cattura una singola molecola della droga e cerchi come potrebbe legare all'altrettanto delle proteine codificate dal proteome umano come possibile.

Il gruppo usa una messa a fuoco di studio finalizzato su SERMs per illustrare la loro tecnica. Riferiscono un obiettivo precedentemente non identificato della proteina per SERMs che è supportato sia dai dati biochimici che clinici con i risultati pazienti conosciuti. L'identificazione di una sede del legame secondaria con gli effetti contrari apre la porta a cambiare la droga per mantenere l'associazione all'obiettivo progettato, ma per diminuire legare all'fuori obiettivo. Questo lavoro è appena l'inizio del trattamento e la convalida sperimentale è continuamente necessaria.

Identificando le nuove sedi del legame l'analisi computerizzata può anche contribuire a riposizionare le droghe attuali per trattare le malattie completamente diverse da quelle originalmente progettate. Bourne e Xie ora stanno lavorando in questa direzione.