Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Trattando il cancro di gola con IMRT può migliorare la qualità di vita confrontata alla radioterapia convenzionale

Trattando il cancro di gola con la radioterapia modulata l'intensità (IMRT) può migliorare la qualità di vita correlata con la salute dei pazienti confrontati alla radioterapia convenzionale (CRT), secondo uno studio nell'emissione del 1° dicembre del giornale internazionale per Oncologia-Biologia-Fisica di radiazione, della Gazzetta ufficiale della società americana per radioterapia e dell'oncologia.

Il cancro orofaringeo, a volte citato come cancro di gola, è un cancro che si sviluppa nella parte della gola posizionata appena dietro la bocca, chiamato l'orofaringe. Ciò comprende il cancro nella tonsilla e nella parte posteriore della linguetta. I carcinoma di cellule squamose, provenenti dalle celle che formano normalmente il rivestimento della bocca e della gola, rappresentano più di 90 per cento dei cancri orofaringei. Negli ultimi anni, c'è una tendenza affinchè i giovani ed i non-fumatori sviluppi questo cancro.

Il fuoco dello studio, condotto dall'università di dipartimento dello Iowa di oncologia di radiazione e di dipartimento di otorinolaringoiatria - l'ambulatorio del collo e del capo, era di paragonare i risultati correlati con la salute di qualità di vita dei pazienti diagnosticati a cancro orofaringeo trattato con IMRT contro il CRT.

“Per i pazienti è importante potere da conservare la qualità di vita che hanno avuti prima che siano stati diagnosticati e che hanno cominciato trattamento per cancro,„ ha detto Yao minimo, M.D., il Ph.D., l'autore principale dello studio e un professore associato al servizio di facoltà di medicina sudoccidentale dell'università del Texas dell'oncologia di radiazione. “Questo studio sarà inestimabile per i pazienti diagnosticati con carcinoma spinocellulare orofaringeo che stanno pesando le opzioni del trattamento perché ora sanno che IMRT può offrirli con migliore qualità di vita.„

Il CRT tende due o tre raggi esterni di radiazione al tumore. Un gran numero di organi normali adiacenti, compreso la cavità orale e le ghiandole salivare, ricevono le dosi di radiazioni alte quanto il tumore. Le ghiandole salivare completamente si distruggono tramite la radiazione ed alcuni pazienti soffrono da siccità severa della bocca con qualità di vita difficile.

IMRT è una nuova tecnologia che è differente dal CRT. Utilizza i raggi multipli di radiazione che sono rotti su in molti più piccoli beamlets. Ciò permette che gli oncologi di radiazione mirino precisamente alla radiazione al tumore e risparmino le strutture normali adiacenti dalle dosi elevate di radiazione. Le funzioni di queste strutture, particolarmente le ghiandole salivare, sono conservate.

Lo studio ha fatto partecipare 53 pazienti dal database del progetto di valutazione di risultati costituito un fondo per dagli istituti della sanità nazionali. Ciò è uno studio longitudinale in corso ha iniziato più di 10 anni fa per raccogliere futuro i dati di risultato dalle persone diagnosticate con i carcinoma del tratto aerodigestive superiore. Ventisei dei pazienti dello studio è stato curato con IMRT e 27 sono stati trattati facendo uso del CRT.

I dati utilizzati nello studio sono stati raccolti prima che il trattamento cominciasse ed a 3, 6 e 12 mesi dopo il trattamento hanno cessato. I partecipanti egualmente sono stati tenuti a completare le indagini di qualità di vita, che hanno segnato i pazienti che mangiano, discorso, l'estetica (per esempio cambia nel loro aspetto fisico) e la rottura sociale (per esempio cambia in come interagiscono con altre) durante i vari punti di tempo.

Lo studio ha trovato che a 12 mesi dopo che il trattamento cessato, i pazienti curati con IMRT ha avuto migliore qualità di vita correlata con la salute in tutte e quattro le aree segnate; tuttavia, la più grande differenza nella qualità di vita fra i due gruppi del trattamento è stata veduta nel cibo. I pazienti curati con IMRT sono stati trovati per avere miglioramento nel loro cibo sei mesi dopo il trattamento ed hanno continuato a migliorare durante i primi 12 mesi dopo il trattamento. I pazienti che hanno ricevuto il CRT hanno continuato a deteriorarsi dopo sei mesi con miglioramento minimo dopo 12 mesi.