Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I batteri in latte delle mucche possono causare il morbo di Crohn

Gli scienziati all'università di Liverpool hanno trovato come un batterio, conosciuto per causare la malattia nel bestiame, può causare il morbo di Crohn in esseri umani.

Crohn è una circostanza che le influenze una in 800 persone nel Regno Unito e causa l'infiammazione intestinale cronica, piombo per fare soffrire, l'emorraggia ed a diarrea.

Il gruppo ha trovato che un batterio chiamato paratuberculosis di Mycobacterium rilascia una molecola che impedisce un tipo di globulo bianco l'uccisione dei batteri di E.coli trovati nell'organismo. E.coli è conosciuto per essere presente all'interno del tessuto del morbo di Crohn nei numeri aumentati.

È pensato che i micobatteri trasformino il loro modo il sistema dell'organismo via le mucche' mungere ed altri prodotti lattier-caseario. Nel bestiame può causare una malattia chiamata la malattia di Johne - uno spreco, stato diarroico. Finora, tuttavia, è stato poco chiaro come questo batterio potrebbe avviare l'infiammazione intestinale in esseri umani.

Il professor Jon Rodi, dal banco dell'università delle scienze cliniche, spiega: “Il paratuberculosis del micobatterio è stato trovato all'interno del tessuto del morbo di Crohn ma c'è stato molta controversia riguardo al suo ruolo nella malattia. Ora abbiamo indicato che questi micobatteri rilasciano una molecola complessa che contiene uno zucchero, chiamato mannosio. Questa molecola impedisce un tipo di globuli bianchi, chiamato macrofagi, Escherichia coli interiorizzato uccisione.„

Gli scienziati precedentemente hanno indicato che la gente con il morbo di Crohn ha aumentato i numeri di un tipo appiccicoso del `' di E.coli e di capacità indebolita combattere fuori i batteri intestinali. L'effetto soppressivo della molecola micobatterica su questo tipo di globulo bianco suggerisce che sia un meccanismo probabile per l'indebolimento della difesa dell'organismo contro i batteri.

Il professor Rodi ha aggiunto: “Egualmente abbiamo trovato che questo batterio è un grilletto probabile per una proteina di circolazione dell'anticorpo (ASCA) che è trovata in circa due terzi dei pazienti con il morbo di Crohn, suggerente che questa gente possa essere infettata dal micobatterio.„

Il gruppo sta cominciando i test clinici per valutare se una combinazione antibiotica può essere usata per mirare ai batteri contenuti in globuli bianchi come trattamento possibile per il morbo di Crohn.

La ricerca è stata costituita un fondo per dalla memoria e dal Consiglio di ricerca medica ed è pubblicata in gastroenterologia.