Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Analisi del sangue potenziale per individuare il cancro polmonare

Una prova per quattro proteine del sangue può fornire seguito meno dilagante per i pazienti che hanno lesioni sospettose sulle radiografie del torace o sulle scansioni di tomografia (CT) automatizzata, secondo un nuovo studio piombo dai ricercatori del centro medico di Duke University.

“Le scansioni di CT hanno una tariffa molto alta del falso positivo quando prova a scoprire il cancro polmonare,„ ha detto Edward Patz, Jr., M.D., un radiologo a duca e principale inquirente sullo studio. “A cui quello piombo è parecchi studi della rappresentazione di seguito o procedure dilaganti come biopsia, che hanno rischi di loro propri. Questo studio è il primo punto nello sviluppare una prova che permetterebbe che noi campioniamo il sangue di un paziente e determiniamo se la prova ed il trattamento più dilaganti siano necessaria.„

I ricercatori hanno pubblicato i loro risultati nell'edizione del 10 dicembre 2007 del giornale dell'oncologia clinica. Lo studio è stato costituito un fondo per dal Department di duca della radiologia.

I ricercatori hanno studiato quattro proteine nel sangue ed hanno trovato che i loro livelli erano differenti in pazienti con il cancro polmonare rispetto ai pazienti della stessi età e genere che non hanno avuti cancro. Hanno confrontato i livelli di queste proteine nel sangue di quasi 100 pazienti conosciuti per avere cancro polmonare ai livelli nel sangue di quasi 100 pazienti senza cancro.

“Facendo uso dei quattro indicatori, conosciuti come il CEA, RBP, SCC e AAT, potevamo distinguere i pazienti che hanno avuti cancro da coloro che non ha fatto con oltre 80 per cento di accuratezza,„ Patz hanno detto.

I quattro indicatori della proteina tutti sono stati associati con il cancro polmonare, ma nessuno in isolamento maneggia abbastanza influenza definitivo per indicare la malattia. Tuttavia, in associazione può essere molto utile, Patz ha detto.

I ricercatori hanno creato “un albero di classificazione„ per selezionare la probabilità di una persona di avere cancro polmonare, in base ai livelli di ciascuna delle quattro proteine. “La gente di cui sbarcati in uno di tre recipienti al fondo dell'albero campione una probabilità di 90 per cento di avere cancro,„ Patz ha detto. “Altri recipienti hanno indicato i rischi bassi quanto 10 per cento.„

Lo scansione di CT è stato proposto per lo screening dei tumori sistematico del polmone, ma individua molti noduli che non sono cancerogeni, piombo al trattamento più dilagante e più rischioso. Uno studio recente ha trovato che i noduli sono stati individuati in più di 70 per cento di quelli schermati, mentre il cancro polmonare è stato trovato in meno di tre per cento.

“Parliamo di come devastare questa malattia è continuamente, ma ancora non abbiamo un sistema di screening che possa individuare presto il cancro polmonare, senza esporre i pazienti ai rischi di biopsia e chirurgia,„ Patz ha detto. “Questo studio è un punto importante nella giusta direzione.„

I ricercatori dopo svolgeranno un più grande studio che esamina futuro l'uso dei biomarcatori in pazienti trovati per avere lesioni del polmone dalla scansione di CT. Lo scopo finale è di mettere a punto un sistema di screening da cui i pazienti potrebbero avere l'analisi del sangue prima della rappresentazione e quelli trovati per essere “in un recipiente ad alto rischio„ avrebbe una scansione di CT per ulteriore valutazione.

“Determineremmo se la persona è a minimo o ad ad alto rischio di avere cancro polmonare basato su questi biomarcatori,„ Patz abbiamo detto. “I pazienti ad a basso rischio potrebbero essere seguiti con le ulteriori analisi del sangue o studi della rappresentazione mentre quelli a forza ad alto rischio richiedono l'intervento immediato.„

Il cancro polmonare è l'uccisore principale degli uomini e delle donne negli Stati Uniti, con quasi 175,000 persone diagnosticati ogni anno e circa 160.000 pazienti che muoiono annualmente dalla malattia. Più di 75 per cento dei malati di cancro del polmone già hanno avvertito la malattia significativa sparsa prima che fossero diagnosticati, rendenti l'esigenza delle tecniche di individuazione tempestiva imperativa.