L'iniziativa internazionale per studiare i virus implicati nel tipo il diabete di I ha lanciato a Londra

Il virus nel gruppo di studio internazionale del diabete (gruppo di VIDIS) ha annunciato la sue formazione e pianificazioni per lanciare un'iniziativa per studiare dettagliatamente la relazione fra i virus e per digitare il diabete di I nell'infanzia.

Il nuovo gruppo è stato istigato da dieci esperti internazionali che si sono incontrati il mese scorso alle fondamenta di Novartis a Londra per discutere la prova recente che un'infezione virale comune può avviare la malattia e la possibilità di sviluppare un vaccino per proteggere le persone al rischio.

“Questo campo della ricerca del diabete è stato trascurato per troppo tempo,„ dice il professor Keith Taylor, del centro per il diabete e della medicina di Metaboloic ai Barts e Londra. “È essenziale per continuare le odierne righe molto di promessa di ricerca se speriamo di tagliare il carico aumentante di questa malattia nell'infanzia.„ Questi pensieri sono stati echeggiati da altri partecipanti di riunione, compreso il professor Abner Notkins degli istituti della sanità nazionali, Washington, U.S.A.

Il diabete di tipo 1 corrente pregiudica parecchio milione bambini universalmente e la sua incidenza sta aumentando costantemente. Il gruppo di VIDIS mira a promuovere la collaborazione fra i ricercatori ed a cercare i modi comuni in avanti. “Se un virus è implicato, quindi vaccinazione poichè una misura preventiva è una possibilità realistica,„ aggiunge il professor Taylor.

La natura dell'agente d'avviamento in bambini con il diabete lungamente è stata dibattuta. Gli studi negli anni 60 in primo luogo hanno suggerito che, l'inizio della malattia fosse associato spesso con il virus del coxsackie, un'infezione comune di infanzia.

Gli studi epidemiologici recenti dagli scienziati finlandesi suggeriscono che i bambini diabetici siano infettati con questi virus molto prima che la malattia sia diagnosticata. Ed i ricercatori in Scozia, in Italia ed in Finlandia hanno individuato i virus del coxsackie nel pancreas dei bambini diabetici a post mortem, confermante un rapporto iniziale.

Ha luogo ora in 80 anni poiché l'insulina è stata scoperta. Sebbene abbia permesso le vite della gente con tipo il diabete di I, l'insulina non può impedire le sue complicazioni rendenti non valide. “Dobbiamo conoscere che cosa distrugge le celle producenti insulina in primo luogo. Ecco perché quelli di noi si sono riuniti a Londra hanno ritenuto che il nostro lavoro sui virus dovrebbe essere esteso - con urgenza,„ dice il professor Taylor.