Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La proteina un tasto possibile all'allergia ed asma gestisce

L'attivazione della proteina trovata su alcune celle immuni sembra fermare il processo tipico delle cellule di fuoriuscire fuori le sostanze che lanciano le reazioni allergiche, uno studio da Johns Hopkins che i ricercatori suggerisce.

I risultati hanno potuto finalmente piombo ai nuovi trattamenti per le reazioni allergiche che variano dai periodi seccante di raffreddore da fieno agli attacchi di asma micidiali.

Gli studi precedenti da Bruce Bochner ed i suoi colleghi al centro di asma e di allergia di Johns Hopkins avevano azzerato dentro sulla proteina, Siglec-8, come giocatore importante nelle reazioni allergiche. Questa proteina è trovata sulle superfici di alcuni tipi di celle immuni, vale a dire eosinofilo, cellule basofile e mastociti, che hanno diversi ma ruoli cooperativi nella funzione immune normale e nelle malattie allergiche. Gli eosinofilo direttamente combattono gli invasori non Xeros, quali i parassiti. Le cellule basofile ed i mastociti memorizzano e rilasciano le sostanze quale istamina, prostaglandine e le citochine, che segnalano altre celle di sistema immunitario hanno aspettato per la battaglia.

Nel funzionare correttamente, queste celle sono un aiuto apprezzato a tenere l'organismo sano e senza infezione. Tuttavia, nelle reazioni allergiche e negli attacchi di asma, le celle liberano una risposta in modo schiacciante che nuoce tipicamente all'organismo di più di aiuta.

I ricercatori hanno trovato negli studi precedenti che quando hanno attivato Siglec-8 sulla superficie degli eosinofilo, le celle sono morto subito. Prevedendo la stessa risposta suicida in mastociti, gli scienziati hanno verificato la loro teoria in un nuovo studio sui mastociti umani e tessuti albero-cella-contenere.

Facendo uso dei mastociti sviluppati in un laboratorio, i ricercatori hanno usato gli anticorpi per attivare Siglec-8. “Siamo stati sorpresi vedere che queste celle sedute appena felicemente là nelle loro capsule di Petri e vive sopra,„ dice Bochner, Direttore della divisione dell'allergia e dell'immunologia clinica alla scuola di medicina di Johns Hopkins University.

Con la loro teoria iniziale disproven, Bochner ed i suoi colleghi hanno sospettato che Siglec-8 potrebbe rallentare altri trattamenti cellulari basati sulla struttura distintiva della proteina. Per studiare che altro Siglec-8 potrebbe inibire, gli scienziati hanno attivato ancora una volta la proteina in mastociti con gli anticorpi. Poi, hanno tentato di avviare una risposta allergica da queste celle.

Normalmente, i mastociti rispondono con uno sfogo di istamina, delle prostaglandine e di altre sostanze che stimolano le reazioni allergiche in altre celle. Tuttavia, Bochner ed i suoi colleghi hanno trovato che le celle con Siglec-8 attivato hanno rilasciato di meno che la metà della quantità tipica di queste sostanze.

Estendendo il loro esperimento dalle celle fino gli interi tessuti, Bochner ed i suoi colleghi hanno usato gli anticorpi per attivare il Siglec-8 dei mastociti nei piccoli pezzi di polmone umano salvati dalle autopsie. Quando i ricercatori hanno avviato le celle per rilasciare i loro carichi utili-un agiscono che induce tipicamente le gallerie di ventilazione a restringere- marcato le contrazioni erano circa 25 per cento più debole di nel tessuto polmonare in cui il Siglec-8 dei mastociti non è stato attivato.

I ricercatori sono esattamente ancora incerti come Siglec-8 inibisce i mastociti dal rilascio dei loro prodotti chimici d'avviamento. Tuttavia, gli esperimenti di seguito hanno suggerito che quello attivare la proteina tenesse il calcio dall'entrare efficientemente nelle celle. I mastociti hanno bisogno di questo segnale del calcio rilasciare i loro contenuti.

Bochner nota che i ricercatori potrebbero finalmente utilizzare questi risultati, pubblicati nel giornale di febbraio dell'allergia e dell'immunologia clinica, per sviluppare una droga con questo stesso effetto. Una tal droga avrebbe l'effetto doppio della didascalia o di diminuzione delle reazioni allergiche uccidendo gli eosinofilo ed impedendo ai mastociti di rilasciare le loro sostanze.

“Entrambi effetti potrebbero fare le malattie allergiche ed asma meno severa,„ dice. “È un approccio intrigante perché non ci sono droghe che specificamente mirano ad entrambi questi tipi delle cellule.„

Sebbene le droghe esistano che pregiudicano gli eosinofilo o i mastociti, Bochner dice che sviluppando una singola droga su che le prese puntano entrambi i tipi di celle potrebbero essere ancor più efficaci che le terapie attuali e possono anche avere un rischio diminuito di effetti secondari. Lui ed i suoi colleghi egualmente stanno cercando le molecole naturali nell'organismo che attivano Siglec-8, in grado di portare a ricercatori un punto più vicino ai prodotti farmaceutici di sviluppo che mirano a questa proteina.