Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il genoma di trachomatis di clamidia fa luce su un'infezione emergente

I ricercatori hanno decodificato il genoma dello sforzo di clamidia che causa il modulo più severo e più dilagante della malattia. Il loro studio indica che, malgrado gli aumenti recenti nelle infezioni dilaganti, lo sforzo ha è rimanere virtualmente immutato per 40 anni.

La clamidia è ogni anno la malattia sessualmente trasmessa batterica trattabile più comune universalmente, con intorno 90 milione casi. Così come la malattia sessualmente trasmessa (il più spesso infezioni della cervice o del tratto urogenitale), causa l'infezione di occhio (tracoma) ed egualmente la malattia dilagante ha chiamato il vernerum di lymphogranuloma (LGV). Notevolmente, queste infezioni molto differenti sono causate dagli sforzi di clamidia che sono molto simili ad una un altro.

“I trachomatis di clamidia ha quasi 900 geni ed abbiamo trovato più poco di dieci che hanno differito significativamente fra il tracoma e gli sforzi di LGV,„ dice il Dott. Nick Thomson dall'istituto di Sanger della fiducia di Wellcome, che piombo lo sforzo d'ordinamento. “Alcuni geni si sono decomposti nello sforzo di LGV, ma i geni che sono comuni a tutti sono quasi identici.„

Lo studio è pubblicato nell'emissione del gennaio 2008 dei ricercatori di Researchby del genoma dall'istituto di Sanger della fiducia di Wellcome, dalla facoltà di medicina dell'università di Southampton, da Southampton HPA, dall'ospedale dell'università, da Londra e dall'università di California a Berkeley. Sebbene il gruppo trovi soltanto alcune varianti di sequenza fra gli sforzi, suggeriscono che queste differenze chiave potrebbero fornire i nuovi indicatori per la diagnosi migliore. Per esempio, hanno confermato che c'erano varianti in ogni sforzo in un gene chiamato Tarp che può essere usata per distinguere gli isolati differenti degli sforzi di LGV.

Le differenze più significative sono probabilmente quelle trovate in geni che alterano i beni di superficie di clamidia, un organismo che può ripiegare soltanto le cellule ospiti interne. Per guadagnare l'entrata, la clamidia deve formarsi vicino contatta con la cellula ospite e poi avvia il suo assorbimento. Forse le soltanto due o tre differenze del gene hanno potuto contrassegnato alterare la capacità di clamidia di fare prosperare negli ambienti differenti.

“La clamidia è organismi molto difficili da studiare in laboratorio e questa, la prima sequenza completa del genoma per lo sforzo dilagante dei trachomatis di clamidia, sarà utile reale da ricercare su e la diagnosi delle infezioni clamidiali dilaganti,„ spiega il professor Ian Clarke dall'università di Southampton e dall'autore senior sul documento. “Il catalogo del gene sarà utile immediato negli studi di progettazione tenere la carreggiata la clamidia e capire i geni che causano queste conseguenze cliniche molto differenti universalmente.„

I ricercatori hanno ordinato i genoma da due isolati di clamidia dai pazienti con LGV - uno ottenuto in California negli anni 60 e mantenuto come lo sforzo principale del laboratorio e l'altro un isolato recente da un paziente a Londra.

“Le nuove sequenze permettono che noi chiediamo se l'aumento recente nell'incidenza di LGV sia il risultato dell'emergenza di nuovo e sforzo più virulento,„ continua il professor Clarke. “I nostri risultati indicano che l'organismo che troviamo oggi è virtualmente identico con quello ha isolato 40 anni fa. Sembra che non stiamo affrontando un romanzo, organismo più pericoloso.„

Il contenuto del gene dei due isolati è identico, con soltanto intorno 500 differenze fra i due genoma. Il gruppo di ricerca non ha trovato prova dei geni novelli o dei cambiamenti significativi che potrebbero suggerire una chiara divergenza fra i due isolati. Soltanto due cambiamenti, una piccola eliminazione e una unico lettera cambiano, sono unici al recente, isolato di Londra.

Fino ad oggi, LGV era soltanto l'Africa o Sud-est asiatico esterna raramente veduta. Tuttavia, alla fine del 2004, più di 100 casi sono stati riferiti in uno scoppio nei Paesi Bassi e, da allora, i numeri aumentanti dei casi sono stati veduti in molti paesi. Più di 400 casi sono stati riferiti nel Regno Unito fino al settembre 2006, nella maggior parte dei casi fra gli uomini che fanno sesso con gli uomini.

“Non abbiamo trovato prova che questo è un nuovo isolato epidemico che sta spargendosi universalmente,„ spiega il Dott. Thomson. “I nostri risultati indicano che, lontano da essere un romanzo e un modulo rapido di diffusione di clamidia, LGV è un vecchio sforzo che causa una nuova malattia.„

La clamidia è, tuttavia, un più ampio problema sanitario e rappresenta 30 per cento di tutti i nuovi casi della malattia sessualmente trasmessa. Le infezioni clamidiali sono spesso per un po di tempo senza sintomi, aumentando la probabilità della trasmissione. L'agenzia BRITANNICA di tutela della salute ha suggerito a novembre che “giovani sessualmente - gli adulti attivi dovrebbero essere schermati annualmente per clamidia e dopo un cambiamento del partner„ perché il più alti ai gruppi di rischio sono giovani adulti e omosessuali.

Questi genoma sono i primi da pubblicare dall'istituto di Sanger della fiducia di Wellcome facendo uso dell'ordinamento di nuova tecnologia.