Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Donne bisessuali - nuovi risultati di ricerca

La bisessualità in donne sembra essere un orientamento sessuale distintivo e una fase non sperimentale o temporanea che alcune donne adottano “sul loro modo„ a lesbismo, secondo la nuova ricerca pubblicata dall'associazione psicologica americana.

Lo studio di 79 donne non eterosessuali in 10 anni ha trovato che le donne bisessuali hanno mantenuto un reticolo stabile dell'attrazione ad entrambi i sessi. Inoltre, la ricerca sembra debunked lo stereotipo che le donne bisessuali siano disinteressate in o incapace di commettere alle relazioni monogame a lungo termine.

“Questa ricerca fornisce il primo esame empirico dei presupposti in competizione circa la natura della bisessualità, entrambe come contrassegno di identità sessuale e come schema dell'attrazione sessuale e comportamento no ecclusivi,„ ha scritto l'università di psicologo Lisa M. Diamond, PhD di Utah, che ha intrapreso gli studi. “I risultati dimostrano la considerevole fluidità nelle attrazioni del bisessuale, delle donne adenoide e lesbiche, nei comportamenti e nelle identità e contribuiscono ai ricercatori la comprensione della complessità dello sviluppo di sessuale-minoranza sopra la durata.„

I risultati della ricerca sono stati pubblicati nell'emissione di gennaio di psicologia dell'età evolutiva, pubblicata dal APA. Questo numero speciale del giornale mette a fuoco su ricerca sugli argomenti psicologici riguardo all'identità di genere e di orientamento sessuale.

I dati di intervista usati diamante hanno raccolto cinque volte durante una decade da 79 donne che hanno identificato come lesbica, bisessuale o adenoide. Gli oggetti inizialmente hanno variato nell'età da 18 a 25 anni.

Fra i risultati del diamante:

  • Le donne bisessuali ed adenoide erano più probabili delle lesbiche cambiare la loro identità nel corso dello studio, ma hanno teso a passare fra bisessuale ed adenoide piuttosto che sistemarsi sulla lesbica o sull'eterosessuale come loro identità.
  • Diciassette per cento dei dichiaranti hanno passato da un'identità bisessuale o adenoida all'eterosessuale durante lo studio -- ma più della metà di queste donne hanno passato di nuovo a bisessuale o ad adenoide per la fine.
  • Entro l'anno 10, la maggior parte delle donne sono state coinvolgere (cioè, più di un anno di lunghezza) nelle relazioni monogame a lungo termine -- 70 per cento delle lesbiche auto-identificate, 89 per cento dei bisessuali, 85 per cento delle donne adenoide e 67 per cento di coloro che poi stava chiamando eterosessuali.
  • Le definizioni delle donne di lesbismo sono sembrato permettere la più flessibilità nel comportamento che le loro definizioni di eterosessualità. Per esempio, delle donne che hanno identificato come lesbica nel giro dell'ultimo delle interviste, 15 per cento hanno riferito avere contatto sessuale con un uomo durante i due anni priori. Al contrario, nessuno delle donne che si sono sistemate su un contrassegno eterosessuale a quel punto hanno riferito avere contatto sessuale con una donna nei due anni precedenti.

“Questo fornisce ulteriore supporto per la nozione che la sessualità femminile è relativamente fluida e che la distinzione fra le donne lesbiche e bisessuali non è rigida,„ diamante ha scritto.