Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli argomenti della mente possono pregiudicare gli argomenti del cuore

Un nuovo studio dalla McGill University e dai ricercatori di Université de Montréal ha trovato quell'ansia principale e/o la depressione, può raddoppiare le probabilità di un paziente della coronaropatia dei disturbi di cuore ripetuti. Ciò è uno dei primi studi da mettere a fuoco sui pazienti con la coronaropatia stabile - non coloro che è stato ospedalizzato per gli eventi quale un attacco di cuore.

“Abbiamo trovato che sia la depressione di maggiore che il disordine di ansia generalizzata erano più comuni in pazienti cardiaci che nella comunità generale,„ abbiamo detto il ricercatore principale Nancy Frasure-Smith, un professore al dipartimento di McGill della psichiatria e ad un ricercatore al centro de l'Université de più hospitalier Montréal (AMICO) ed istituto del cuore di Montreal. “In media, i pazienti cardiaci senza questi disordini hanno fatti circa una probabilità di 13 per cento rispetto di un evento cardiaco ripetuto in due anni, a 26 per cento di quelli alla depressione o all'ansia di maggiore.„

Il Dott. Frasure-Smith coauthored lo studio dall'edizione di gennaio degli archivi della psichiatria generale con François Lespérance, un professore della psichiatria di Université de Montréal e capo del dipartimento dell'amico della psichiatria. “Questo è il primo studio per dimostrare che l'ansia e la depressione possono avere un impatto forte sulla gente con la coronaropatia stabile,„ ha detto Lespérance.

Il gruppo di ricerca ha intervistato 804 persone, pazienti con la coronaropatia stabile che ancora sono stati riflessi da un medico, eppure era stato scaricato dall'ospedale priore due mesi. Frasure-Smith e Lespérance hanno trovato che 27 per cento degli oggetti di intervista sono stati influenzati dalla depressione e da 41 per cento dati segni di ansia. Il disordine depressivo principale è stato diagnosticato in approssimativamente 7 per cento dei pazienti mentre circa 5 per cento hanno avuti disordine di ansia generalizzata.

“Ora che sappiamo che l'ansia e la depressione principale sono entrambi gli indicatori del rischio cardiaco aumentato, è che questi pazienti ricevano il migliore trattamento per sia le loro circostanze cardiache che psichiatriche,„ Frasure-Smith concordato e Lespérance imperativi, “poiché entrambi i disordini possono rispondere agli antideprimente.„