Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Terapia genica per dolore

I ricercatori nel dipartimento di medicina e nel dipartimento delle neuroscienze alla scuola di medicina di monte Sinai hanno scoperto che il dolore cronico può essere trattato con successo con terapia genica mirata a romanzo.

In uno sforzo per trovare un trattamento più efficace per dolore cronico, i ricercatori al monte Sinai hanno sviluppato una tecnica di terapia genica che simula l'effetto antidolorifico delle droghe del narcotico. Nel nuovo studio “neurone sensoriale che mira da AAV8 auto-complementare via la foratura lombare per dolore cronico„ pubblicato nell'emissione del 22 gennaio 2008 degli atti dell'Accademia nazionale delle scienze (PNAS), i ricercatori suggeriscono che la terapia genica per dolore potrebbe in futuro trasformarsi in in un'alternativa del trattamento per i pazienti con dolore cronico severo.

“Cinquanta milione Americani soffrono da dolore cronico. I pazienti cronici di dolore non avvertono spesso il sollievo di dolore soddisfacente dai trattamenti disponibili dovuto efficacia difficile o effetti secondari intollerabili come la sonnolenza estrema, l'appannamento mentale e le allucinazioni,„ ha detto il Dott. Andreas Beutler, MD, ricercatore principale dello studio e assistente universitario dell'ematologia della medicina e dell'oncologia medica alla scuola di medicina di monte Sinai.

I ricercatori di monte Sinai hanno progettato un vettore virale per portare il gene dell'prepro-b-endorfina nei neuroni sensoriali primari per attivare selettivamente i ricevitori del narcotico, in un modello del ratto. Gli agenti sono stati consegnati direttamente nel liquido spinale dei ratti via una foratura lombare, o nel rubinetto spinale con soltanto un'iniezione. I risultati hanno indicato che i ratti sono rimanere senza sintomi per un periodo esteso.

“La nostra ricerca ha trovato che quello trattare il dolore cronico con alla la terapia genica basata a vettore del virus Adeno-Associato ammette sollievo di dolore per più di tre mesi dopo una singola iniezione, mirante selettivamente al portone di dolore. La tecnica ha funzionato con successo con l'opioide e geni terapeutici dell'non opioide,„ ha detto il Dott. Beutler. “La terapia genica mirata a probabilmente eviterà gli effetti secondari indesiderati connessi con gli antidolorifici dell'opioide quale morfina. Sulla base dei nostri risultati, questa terapia genica mirata a via la foratura lombare sembra essere un candidato di promessa per la ricerca del banco--lato del letto che potrebbe infine essere provata in pazienti con dolore cronico intrattabile, per esempio, per aiutare i pazienti che soffrono dal dolore severo dovuto cancro avanzato.„