Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Terminando marijuana duro quanto terminando le sigarette

La Ricerca da un gruppo di scienziati che studiano gli effetti di uso pesante della marijuana suggerisce che il ritiro dall'uso di marijuana sia simile a che cosa è sperimentato dalla gente quando terminano fumare le sigarette.

L'Astinenza da ciascuna di queste droghe sembra causare parecchi sintomi comuni, quali irritabilità, rabbia e difficoltà che dorme - basata sulla segnalazione di auto in uno studio recente di 12 utenti pesanti sia di marijuana che delle sigarette.

“Questi risultati indicano che alcuni utenti della marijuana avvertono gli effetti di ritiro quando provano a terminare e che questi effetti dovrebbero essere considerati dai clinici che curano la gente con i problemi relativi ad uso pesante della marijuana,„ dice il principale inquirente nello studio, Ryan Vandrey, Ph.D., del Dipartimento della Psichiatria alla Scuola di Medicina di Johns Hopkins University.

La Marijuana è la droga illecita più ampiamente usata negli Stati Uniti. Le Ammissioni fondamentalmente abusano gli impianti del trattamento in cui la marijuana era la sostanza primaria di problema ha più di quanto raddoppiato dall'inizio degli anni 90 ed ora allineano simile a cocaina e l'eroina riguardo al numero totale degli episodi annuali del trattamento negli Stati Uniti, dice Vandrey.

Precisa che una mancanza di dati, fino ad oggi, piombo ai sintomi di ritiro della cannabis che non sono caratterizzati o non inclusi in letteratura medica di riferimento quali il Sistema Diagnostico ed il Manuale Statistico dei Disturbi Mentali, della quarta Edizione, (DSM-IV) o della Classificazione Internazionale delle Malattie, decima edizione (ICD-10).

Dalla progettazione del DSM-IV nel 1994, un numero aumentante di studi sono affiorato suggerendo che la cannabis avesse sintomi di ritiro significativi. Che Cosa fa lo studio recente di Vandrey unico è che è il primo studio che confronta i sintomi di ritiro della marijuana ai sintomi di ritiro che sono riconosciuti clinicamente dalla comunità medica - specificamente la sindrome da astinenza del tabacco.

“Poiché i sintomi di ritiro del tabacco sono ben documentati ed inclusi nel DSM-IV e nel IDC-10, possiamo arguire dai risultati di questo confronto che il ritiro della marijuana è clinicamente egualmente significativo e dovrebbe essere incluso in questi materiali di riferimento ed essere considerato come obiettivo per il miglioramento dei risultati del trattamento,„ diciamo Vandrey.

Vandrey ha aggiunto che questo è il primo confronto “controllato„ delle due sindromi da astinenza in quei dati è stato ottenuto facendo uso dei metodi scientifici rigorosi - l'astinenza dalle droghe è stata confermata obiettivamente, le procedure erano identiche durante l'ogni periodo di astinenza ed i periodi di astinenza si sono presentati in un ordine casuale. I sintomi di ritiro della marijuana e di Quel tabacco sono stati riferiti dagli stessi partecipanti, così eliminando la probabilità che i risultati riflettono le differenze fisiologiche fra gli oggetti, è egualmente una concentrazione dello studio.

Interessante, lo studio egualmente ha rivelato che la metà dei partecipanti lo ha trovato più facile astenersi sia dalle sostanze che era di fermare determinato la marijuana o il tabacco, mentre la metà restante ha avuta la risposta opposta.

“Dato il consenso generale fra i clinici che è più duro terminare più di una sostanza allo stesso tempo, questi risultati indicano l'esigenza della più ricerca sulla programmazione del trattamento per la gente che usa simultaneamente più di una droga in maniera regolare,„ dice Vandrey.

Lo studio di Vandrey, che compare nell'emissione di Gennaio della Dipendenza della Droga e dell'Alcool del giornale, ha seguito sei uomini e sei donne all'Università di Vermont a Burlington e Scuola di Medicina di Wake Forest University a Winston-Salem, N.C., per complessivamente sei settimane. Tutti erano oltre 18 (età media 28,2 anni), marijuana usata almeno i 25 giorni un il mese e fumato almeno 10 sigarette un giorno. Nessuno degli oggetti progettati per terminare usando qualsiasi sostanza, non hanno utilizzato alcune altre droghe illecite nel mese priore, non erano su alcun farmaco psicotropico, non hanno avuti un disordine psichiatrico e se la femmina, non fosse incinta.

Per la prima settimana, i partecipanti hanno mantenuto il loro uso normale delle sigarette e della marijuana. Per le cinque settimane rimanenti, sono stati scelti a caso per astenersi da dal usando le sigarette, marijuana o entrambe le sostanze per i periodi di cinque giorni separati entro i periodi di nove giorni di uso normale. Per confermare l'astinenza, i pazienti sono stati dati le prove quantitative quotidiane di tossicologia dell'urina dei metaboliti della marijuana e del tabacco.

I sintomi di Ritiro erano su base giornaliera i Lunedì a Venerdì riferiti auto facendo uso di una lista di controllo di sintomo di ritiro che punteggi elencati per aggressione, rabbia, il cambiamento di appetito, l'umore depresso, l'irritabilità, l'ansia/il nervosismo, l'irrequietezza, la difficoltà di sonno, i sogni sconosciuti ed altro, sintomi di ritiro meno comuni. I Pazienti egualmente hanno fornito un punteggio globale per disagio che hanno sperimentato durante l'ogni periodo di astinenza.

I Risultati hanno indicato che la severità globale di ritiro connessa con marijuana sola e tabacco solo era di simili frequenza ed intensità. Il Disturbo del sonno è sembrato essere più pronunciato durante l'astinenza della marijuana, mentre alcuni degli effetti generali dell'umore (ansia, rabbia) sono sembrato essere maggiori durante l'astinenza del tabacco. Inoltre, sei dei partecipanti ha riferito che quello terminare sia la marijuana che il tabacco allo stesso tempo era più difficile del terminando qualsiasi droga da solo, mentre il sei rimanente ha trovato che era più facile da terminare determinato la marijuana o le sigarette che era di astenersi simultaneamente dalle due sostanze.

Vandrey riconosce che la piccola dimensione del campione è una limitazione in questo studio, ma i risultati sono coerenti con altri studi che indicano che gli effetti di ritiro della marijuana sono clinicamente importanti.

http://www.hopkinsmedicine.org/