Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuova tecnica da identificare, trattare le infezioni batteriche

Una nuova tecnica sviluppata da un'università di chimico centrale di Florida aiuterà rapidamente i medici ad identificare le infezioni che batteriche i pazienti hanno in modo da possono essere curati nelle ore invece dei giorni.

Mentre più ceppi batterici resistenti a molte droghe emergono, diventa più critico identificare rapidamente le infezioni e gli antibiotici che il più efficacemente li tratterebbero. Tali identificazioni rapide diventano ancor più importanti durante le epidemie perché tantissimi campioni dovrebbero essere provati immediatamente.

Tecnica di J. Manuel Perez di assistente universitario la nuova egualmente promette di dare gli istituti di ricerca e le ditte farmaceutiche un modo più rapido e più economico di sviluppare i nuovi antibiotici per combattere gli errori eccellenti.

I risultati dello studio di Perez recentemente sono stati pubblicati online in chimica analitica (http://pubs.acs.org/cgi-bin/asap.cgi/ancham/asap/pdf/ac701969u.pdf). La ricerca è stata costituita un fondo per in parte dagli istituti della sanità nazionali.

“Il metodo realmente dà a medici l'accesso più rapido ai risultati dei test in modo da possono curare più rapidamente i loro pazienti,„ Perez ha detto dal suo laboratorio al centro di tecnologia di Nanoscience a UCF. “Ma ci sono le più applicazioni. Questo metodo può anche essere usato dagli impianti di ricerca e dalle grandi ditte farmaceutiche per l'alta selezione di capacità di lavorazione delle droghe per attività antibatterica.„

Perez usa le nanoparticelle dell'oro ricoperte di zucchero e proteina che lega agli zuccheri. Nel frattempo, vari antibiotici sono collocati nella stessa soluzione. Uno spettrofotometro legge le variazioni ottiche nella soluzione di nanoparticella dell'oro come lo spostamento della proteina e dello zucchero, che a loro volta dimostrano quali antibiotici efficacemente fermano la crescita dei batteri e quale non fanno. I risultati possono essere ottenuti in una coppia di ore, contrariamente ai metodi tradizionali, che possono richiedere i giorni per completare. E le centinaia di campioni possono essere provate immediatamente facendo uso di questa tecnica perché la quantità di batteri e di necessario antibiotico è piccola.

Le ditte farmaceutiche possono utilizzare la strumentazione attuale per leggere le variazioni, che i mezzi essi non devono comprare nuova strumentazione. Lo studio di Perez egualmente indica che la tecnica è sensibile ed accurata quanto l'approccio tradizionale e più che richiede tempo.

“Siamo molto emozionanti e molto piacevole con i risultati,„ Perez ha detto.