Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio esamina più successivamente l'esposizione di bisfenolo A in ragazzi e nel carcinoma della prostata nella vita

Fa l'esposizione dei neonati -- in utero o nell'infanzia -- al bisfenolo A, un prodotto chimico artificiale che imita gli estrogeni naturali, li predispone più successivamente a carcinoma della prostata nella vita?

Un quinquennale, la concessione $2,6 milioni ad un'università dell'Illinois al ricercatore di Chicago ed il suo collega mirano a rispondere a questo problema facendo luce sul meccanismo da cui può accadere.

Gail Prins, professore di urologia all'istituto universitario di UIC di medicina e principale inquirente sulla concessione ed il suoi collega, Shuk-Mei uff, professore e presidenza della salute ambientale all'università di Cincinnati, stabilita negli studi più iniziali in animali che l'esposizione perinatale a BPA alle dosi molto basse provochi la sensibilità aumentata ad estrogeno come le età animali del maschio e un rischio aumentato di sviluppare il carcinoma della prostata.

La dimostrazione del collegamento simile in esseri umani in uno studio epidemiologico è difficile a causa di piccoli dosaggi e di molto tempo del ritardo fra l'esposizione e l'effetto. Con la nuova concessione, dall'istituto nazionale delle scienze di salute ambientale, Prins e uff tenterà di disfare il meccanismo genetico da cui l'effetto di reazione al dosaggio in animali è pensato per accadere.

Gli scienziati ritengono che la sensibilizzazione ad estrogeno dovuto un'esposizione molto più iniziale ad un composto del tipo di estrogeno sia un fenomeno “epigenetico„ -- un cambiamento ereditabile nella funzione del gene che si presenta senza un cambiamento nella sequenza del DNA, come nella mutazione.

In questo modello, l'ambiente in anticipo del feto causa le modifiche chimiche in DNA, chiamato imprimere, che può causare i cambiamenti successivi nell'espressione genica. Questi cambiamenti epigenetici, che provocano l'espressione aumentata o in diminuzione di un gene -- o cambiamenti nel tipo di tessuti in cui il gene è espresso -- può avere influenze profonde sullo sviluppo di un organismo, Prins ha detto. E sta aumentando la prova che questi cambiamenti possono essere implicati nell'origine di una serie di malattie adulte, come carcinoma della prostata.

“Supponiamo che presto “imprimere„ della ghiandola di prostata tramite l'esposizione alle piccole dosi di BPA sia il risultato delle modifiche specifiche che permanentemente pregiudicheranno l'espressione genica nella ghiandola,„ Prins abbia detto.

“Mentre gli uomini invecchiano, producono il meno testoterone e relativamente più estrogeno. Il nostro lavoro con gli animali ha indicato che l'esposizione della ghiandola di prostata “BPA-impressa„ a questo di ambiente più ricco d'estrogeno è il tasto al rischio intensificato di sviluppare il cancro.„

BPA è un prodotto chimico chiave nella produzione della plastica del policarbonato e di epossiresina ed è trovato in prodotti che variano dai biberon ai rivestimenti del barattolo di latta. BPA può ripartire e lisciviare in alimento o nelle bevande quando è heated. Più di miliardo libbre di BPA è prodotto ogni anno negli Stati Uniti. Il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti ha trovato BPA in 92 per cento delle età sei degli Americani o più vecchio.

Il nuovo studio funzionerà con sia un modello animale che le strutture del tipo di prostata umane ed è destinato a caratterizzare la reazione al dosaggio ed il periodo di predisposizione nel maschio di sviluppo, per determinare quali geni sono modificati e girati inserita/disinserita di conseguenza. I ricercatori egualmente pianificazione provare direttamente se i geni epigenetico modificati svolgono un ruolo attivo nell'ultimo sviluppo di cancro della ghiandola di prostata.

“È la nostra speranza che i risultati di questo studio serviranno da modello per le esposizioni umane ai disruptori ormonali ambientali prevalenti con potenziale cancerogeno sospettato,„ ha detto Prins.

Lo studio può anche piombo ai metodi migliori di uomini della selezione che possono già essere al rischio, Prins ha detto.

“Oltre ad aumentare la nostra comprensione di come BPA pregiudica questi cambiamenti ad un livello molecolare, l'identificazione delle modifiche specifiche del gene causate tramite l'esposizione iniziale a BPA può fornirci i biomarcatori per l'identificazione degli uomini all'elevato rischio per carcinoma della prostata come conseguenza delle esposizioni ambientali,„ ha detto Prins.

UIC si allinea fra le università dei principale 50 in finanziamento federale della ricerca ed è la più grande università di Chicago con 25.000 studenti, 12.000 facoltà e personale, 15 istituti universitari ed il centro medico pubblico principale della nazione dello stato. Un marchio di garanzia della città universitaria è il grande impegno delle città, con cui la facoltà, gli studenti ed il personale di UIC si impegnano con i partner corporativi, delle fondamenta e di governo della comunità, nelle centinaia di programmi per migliorare la qualità di vita nelle aree metropolitane intorno al mondo.