Mele più a basso rischio per la sindrome metabolica

Non mangiando la vostra mela un il giorno? Forse dovreste essere. Gli adulti che mangiano le mele, il succo di mele e la composta di mele hanno un rischio significativamente diminuito di sindrome metabolica, un cluster dei problemi sanitari che sono collegati alle numerose malattie croniche quali il diabete e la malattia cardiovascolare.

I risultati di studio, presentati alla biologia sperimentale 2008 che si incontra questa settimana, sono stati derivati da un'analisi dei dati di consumo alimentare adulti raccolti indagini nazionali dell'esame di salubrità nelle 1999-2004 e di nutrizione (NHANES), consumo alimentare del governo di più grande e del database di salubrità.

Il Dott. Victor Fulgoni ha analizzato i dati, specificamente esaminanti l'associazione fra consumo di mele e di prodotti della mela, assunzione nutriente e vari i parametri fisiologici relativi alla sindrome metabolica. Una volta confrontati ai non consumatori, i consumatori adulti del prodotto della mela hanno avuti una probabilità in diminuzione 27% di diagnostica con la sindrome metabolica.

Note di Fulgoni, “abbiamo trovato che gli adulti che mangiano le mele ed i prodotti della mela hanno più piccoli giri vita che indicano la pressione sanguigna grassa e più bassa meno addominale e un rischio diminuito per sviluppare che cosa è conosciuto come la sindrome metabolica.„

Oltre ad avere un 30% ha fatto diminuire la probabilità per pressione sanguigna diastolica elevata e un 36% ha fatto diminuire la probabilità per pressione sanguigna sistolica elevata, i consumatori del prodotto della mela egualmente hanno avuti un rischio diminuito 21% di circonferenza aumentata della vita - tutti i preannunciatori della malattia cardiovascolare e di una probabilità aumentata della sindrome metabolica. Ulteriormente, i consumatori adulti del prodotto della mela avevano diminuito significativamente i livelli C-reattivi della proteina, un altro indicatore misurabile relativo al rischio cardiovascolare.

Ancora, le diete dei consumatori del prodotto della mela erano più sane dei non consumatori - hanno avute una maggior assunzione globale delle sostanze nutrienti di tasto e della frutta, compreso fibra, le vitamine A e C, il calcio ed il potassio dietetici. Questi consumatori egualmente hanno mangiato il grasso meno totale, il grasso saturato, gli zuccheri grassi ed aggiunti discrezionali.