Come minimo l'ambulatorio dilagante di esclusione di cuore facendo uso di un robot di DaVinci fornisce la salubrità ed i vantaggi economici

Come minimo l'ambulatorio dilagante di esclusione di cuore facendo uso di un robot di DaVinci significa una più breve degenza in ospedale e un ripristino più veloce per i pazienti come pure meno complicazioni e una migliore probabilità che le nuove imbarcazioni di esclusione resteranno aperte.

E, secondo uno studio dell'università del Maryland, l'ambulatorio robot di esclusione di cuore egualmente ha buon significato economico per gli ospedali. Lo studio sarà presentato all'associazione chirurgica americana il 26 aprile 2008.

Facendo uso di un robot chirurgico aumenta precedentemente il costo di ogni caso di esclusione da circa $8.000, secondo Robert S. Poston, da M.D., un chirurgo cardiaco al centro medico dell'università del Maryland che è l'autore principale dello studio. Dice quelle spese supplementari, che sono dovuto attrezzature ed offerte, è compensato da una più breve degenza in ospedale, da un'esigenza diminuita delle trasfusioni e da meno complicazioni post-chirurgiche che richiederebbero ad un paziente di essere riammesse all'ospedale. Particolarmente con i pazienti ad alto rischio che hanno polmone o malattia renale o altri problemi sanitari, i ricercatori hanno trovato che l'approccio come minimo dilagante e robot comprime i costi.

“Questi risultati sono significativi perché i debitori stanno studiando la possibilità di collegare il risarcimento per la chirurgia di esclusione di arteria coronaria ai risultati pazienti,„ dice Stephen T. Bartlett, M.D., professore e presidente del dipartimento di chirurgia alla scuola di medicina dell'università del Maryland ed al capo di chirurgia al centro medico dell'università del Maryland.

“Il nostro studio indica che ci sono indennità-malattia ai pazienti dall'approccio come minimo dilagante, sia in termini di più breve ripristino che anche esame della funzione dell'innesto di esclusione mesi dopo l'ambulatorio,„ aggiunge il Dott. Bartlett, che è uno dei co-author dello studio.

Mentre il robot chirurgico di DaVinci è nell'uso molto diffuso per la chirurgia di prostata, il centro medico dell'università del Maryland è fra soltanto alcuni ospedali in tutta la nazione ed era uno del primo negli Stati Uniti, utilizzare il robot per eseguire l'ambulatorio multiplo di esclusione di cuore dell'imbarcazione.

I ricercatori hanno studiato 100 pazienti consecutivi che hanno avuti come minimo ambulatorio dilagante di esclusione coronaria facendo uso di un robot al centro medico dell'università del Maryland. La tecnica non richiede incisioni eccezione fatta per alcuni piccoli fori di inserire gli strumenti. Questi casi sono stati confrontati ad un gruppo abbinato di 100 pazienti che hanno avuti l'ambulatorio “aperto„ tradizionale di esclusione con uno sternotomy, un'incisione chirurgica tramite lo sterno.

La lunghezza media della degenza in ospedale per i pazienti con come minimo l'intervento di alta chirurgia era dei circa quattro giorni confrontati ai sette giorni per l'operazione tradizionale di esclusione; tuttavia la differenza era ancora maggior fra i pazienti considerati come ad ad alto rischio. In quel gruppo, il soggiorno medio era dei cinque giorni con ambulatorio robot rispetto ai 12 giorni alla tecnica tradizionale.

La tariffa di complicazione per coloro che ha avuto l'esclusione robot era egualmente molto più bassa, con 88 per cento dei pazienti esente dalle complicazioni dopo che hanno come minimo l'intervento di alta chirurgia rispetto a 66 per cento di quelli al “apre„ l'operazione.

I pazienti nello studio sono stati continuati un anno dopo la loro chirurgia. Facendo uso di una scansione di angiografia di CT, i ricercatori hanno trovato che coloro che ha avuto l'esclusione robot erano molto meno probabili avere limitazione o i grumi nell'esclusione innestano che quelli con l'ambulatorio tradizionale di esclusione a partire da sei mesi ad un anno dopo l'operazione.

“Abbiamo veduto un vantaggio a lungo termine ai pazienti dopo che la loro esclusione in termini di evidenza, o l'apertura, dell'innesto di esclusione, secondo Bartley Griffith, M.D., testa di ambulatorio cardiaco al centro medico dell'università del Maryland e professore di chirurgia alla scuola di medicina dell'università del Maryland. Il Dott. Griffith, anche un co-author dello studio, dice che le imbarcazioni innestate di più di 99 per cento dei pazienti che robot-avevano assistito la chirurgia di esclusione erano ancora aperte e funzionanti bene hanno confrontato a circa 80 per cento di coloro che ha avuto “aprire„ l'operazione.

La ragione per la differenza è quella per i pazienti che hanno bisogno delle esclusioni multiple, chirurghi può accedere facilmente a due arterie mammarie interne ad uso come le nuove imbarcazioni di esclusione piuttosto che catturando una sezione del filone da un'altra parte del corpo. Nelle operazioni tradizionali di esclusione, soltanto un'arteria mammaria interna è usata mentre altre esclusioni sono eseguite facendo uso di un filone. Il successo a lungo termine dell'esclusione, o l'evidenza dell'imbarcazione dell'obiettivo, è superiori con un'arteria mammaria interna contro un filone.

Il Dott. Poston dice che gli ospedali stanno aspettando i dati sui costi e sui vantaggi dei programmi robot-assistiti di esclusione del cuore prima dell'investimento in loro. “La nostra conclusione da questo studio è che il maggiore robot-assistito dell'arteria coronaria presenta i vantaggi di qualità di vita per i pazienti con il risparmio finanziario per quegli ospedali che si occupano di tantissimi pazienti ad alto rischio,„ dice il Dott. Poston, che recentemente si è mosso dall'università del Maryland per essere il capo di ambulatorio cardiaco al centro medico di Boston.

Lo studio, “la metrica superiore di qualità e finanziaria con (DaVinci) il maggiore Robot-assistito dell'arteria coronaria,„ saranno presentati alla 128th riunione annuale dell'associazione chirurgica americana in New York il 26 aprile 2008.