Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio identifica i problemi con la diagnosi di disordine bipolare

Un nuovo studio dai ricercatori dell'ospedale e di Brown University del Rhode Island riferisce che meno che la metà dei pazienti precedentemente diagnosticati con disordine bipolare hanno ricevuto una diagnosi di disordine bipolare basata su un'intervista diagnostica completa e psichiatrica--l'intervista clinica strutturata per DSM-IV (SCID).

Lo studio conclude che mentre i rapporti recenti indicano che c'è un problema con il underdiagnosis di disordine bipolare, un maggior problema dell'uguale se non esiste con il overdiagnosis. Lo studio è stato pubblicato online dal giornale della psichiatria clinica. Il segno Zimmerman, M.D. del ricercatore di principio, presenterà i risultati alla riunione annuale dell'associazione psichiatrica americana mercoledì 7 maggio.

Il metodo di studio ha fatto partecipare 700 pazienti esterni psichiatrici che sono stati intervistati facendo uso dello SCID ed ha compilato un questionario autosomministrato fra maggio 2001 e marzo 2005. Il questionario ha chiesto a pazienti se precedentemente erano stati diagnosticati con disordine bipolare o maniaco-depressivo da un professionista di sanità. La storia della famiglia di disordine bipolare è stata usata come indice analitico di validità diagnostica.

Dei 700 pazienti, 145 hanno riferito che precedentemente erano state diagnosticate come avendo disordine bipolare; tuttavia, meno che la metà dei 145 pazienti (43,4 per cento) sono stati diagnosticati con disordine bipolare basato sullo SCID. Più ulteriormente, lo studio ha indicato che i pazienti diagnosticati con disordine bipolare basato sullo SCID hanno avuti un rischio morboso significativamente più alto di disordine bipolare in parenti di primo grado.

Gli effetti secondari inutili sono una preoccupazione significativa del overdiagnosis. Poiché gli stabilizzatori dell'umore sono il trattamento della scelta per disordine bipolare, overdiagnosing può esporre inutilmente i pazienti agli effetti secondari del farmaco serio, compreso impatto possibile alle funzioni renali, endocrine, epatiche, immunologiche e metaboliche.

Il segno di autore principale Zimmerman, M.D., Direttore della psichiatria del paziente esterno all'ospedale del Rhode Island e professore associato della psichiatria e del comportamento umano alla facoltà di medicina di Alpert del labirinto della Brown University, note, “clinici è inclinato per diagnosticare i disordini che ritengono il trattamento più comodo. Supponiamo che la disponibilità aumentata dei farmaci che sono stati approvati per il trattamento di disordine bipolare potrebbe influenzare i clinici che sono incerti indipendentemente da fatto che un paziente ha il disordine bipolare o disturbo borderline di personalità da errare dal lato della diagnostica del disordine che è farmaco rispondente.„ Continua, “questa tendenziosità è rinforzata dal messaggio di vendita delle ditte farmaceutiche ai medici, che ha sottolineato la letteratura in ritardo su e sul underrecognition di disordine bipolare e può sensibilizzare i clinici per evitare mancare la diagnosi di disordine bipolare.„

Zimmerman conclude, “i risultati di questo studio indicano che il disordine bipolare overdiagnosed e raccomandiamo che i clinici usino un metodo standardizzato e convalidato nella diagnostica del disordine bipolare.„

Il rapporto proviene dai metodi del Rhode Island per migliorare la valutazione diagnostica ed i servizi (MIDAS) aggettano, per cui Zimmerman è il ricercatore principale. Zimmerman ha detto, “il progetto di MIDAS è unico nella sua integrazione dei metodi diagnostici di qualità della ricerca in una pratica a livello comunitario del paziente esterno affiliata con un centro medico accademico.„


Fondato nel 1863, l'ospedale del Rhode Island è un ospedale privato e senza scopo di lucro ed è la più grande clinica universitaria della facoltà di medicina di Alpert del labirinto della Brown University. Un centro di trauma importante per la Nuova Inghilterra sudorientale, l'ospedale è dedicato ad essere sull'avanguardia di medicina e della ricerca. L'ospedale del Rhode Island si allinea annualmente quindicesimo fra gli ospedali indipendenti che ricevono il finanziamento dagli istituti della sanità nazionali, con i premi della ricerca di quasi $27 milioni. Molti dei sui medici sono riconosciuti come guide nei loro rispettivi campi di cancro, della cardiologia, del diabete, dell'ortopedia e come minimo dell'intervento di alta chirurgia. La divisione della pediatria dell'ospedale, ospedale pediatrico di Hasbro, ha aperto la strada alle numerose procedure ed è alla prima linea di ambulatorio fetale, di ortopedia e di neurochirurgia pediatrica. L'ospedale del Rhode Island è un membro fondatore del sistema di salubrità di durata della vita.