Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Suicidio delle cellule del Rene nei pazienti del diabete

Il Diabete è la causa principale di insufficienza renale che richiede la dialisi. La malattia genera così ambiente ostile che forza le celle del rene uccidersi, progressivamente diminuendo le funzioni renali dei reni.

Un gruppo di ricerca dal dipartimento di medicina al Universidad Autónoma il de Madrid (UAM) ha studiato le cause e le conseguenze del suicidio delle cellule delle celle renali.

Il Diabete distrugge lentamente il rene fino al punto in cui la funzione renale deve essere catturata sopra da dialisi (rene artificiale) o da un rene trapiantato. È la causa principale dell'insufficienza renale della fase dell'estremità che richiede la dialisi. La distruzione del rene viene dalla perdita di sue celle, che gli studi recenti hanno dimostrato per essere causati dal apoptosis, un trattamento che, per le celle, comprende la morte dal suicidio. Suicidio delle Cellule quando il loro ambiente non fa “prego„ loro, quando i loro dintorni ritengono ostili o stressanti. Il gruppo Spagnolo gestito da Alberto Ortiz, il professor del dipartimento di medicina del UAM basato alle fondamenta di Jiménez Díaz-Capio, ha passare gli anni studiante le cause e le conseguenze del suicidio delle cellule del rene, specializzantesi “in psico-cellulology„.

Il gruppo ha analizzato i geni riferito con il apoptosis come parte di uno sforzo di collaborazione Europeo (la Banca Renale Europea di Biopsia) quel studi che il reticolo di espressione dei geni ha trovato in pazienti che soffrono dalla nefropatia diabetica. I reni commoventi hanno esibito un'espressione anormale di 112 geni che regolamentano il suicidio delle cellule. Fra questi geni, il gruppo Spagnolo ha identificato una proteina della famiglia (TNF) di Fattore di Necrosi Tumorale, chiamata TRACCIA, come il tasto al suicidio delle cellule in reni influenzati il diabete.

In questi reni, un gran quantità di TRACCIA può essere trovata che sorprendente non vengono dai livelli aumentati del glucosio che definiscono la malattia, ma dall'infiammazione che accompagna il danno renale. L'Infiammazione ed i livelli elevati del glucosio favoriscono il danno renale; l'infiammazione solleva i livelli della TRACCIA mentre la iperglicemia genera un ambiente stressante che, in presenza della TRACCIA, piombo al suicidio delle cellule.

Il ruolo svolto tramite infiammazione nel suicidio che delle cellule quello piombo a danno renale suggerisce che il trattamento dei nephropathies diabetici richieda un attacco multiplo di gestire i livelli del glucosio mentre però agendo sull'infiammazione renale e sulle proteine letali come la TRACCIA.

Questo studio fa parte degli sforzi effettuati dal Red de Investigación Renal (RedInRen), finanziato dall'istituto di Carlos III, per esporre i meccanismi delle lesioni renali e per sviluppare i nuovi trattamenti per le malattie renali. I risultati da questo studio sono stati pubblicati online nel Giornale della Società Americana della Nefrologia (J Soc Nephrol. 2008, [Epub davanti alla stampa]), il giornale più rappresentativo per Nefrologia ed Urologia.

http://dx.doi.org/10.1681/ASN.2007050581 e http://www.uam.es/