Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Fumo e indice di massa corporea trovati per essere fattori di rischio nella perdita dell'udito relativa all'età

Il fumo e l'indice di massa corporea (BMI) sono fattori di rischio nello sviluppo di perdita dell'udito relativa all'età, dicono uno di più grandi-mai studi nei fattori di rischio per perdita dell'udito - ma l'alcool ha un effetto protettivo.

Lo studio è stato pubblicato appena online in giornale di Springer dell'associazione per la ricerca in otorinolaringoiatria (JARO). I risultati egualmente stanno presentandi oggi alla società internazionale del congresso dell'audiologia in Hong Kong.

Piombo da Erik Fransen nel gruppo di ricerca del professor Guy Van Camp all'università di Anversa, lo studio ha trovato che fumando, essendo il disturbo di peso eccessivo e professionale fattori di rischio nel tipo più comune di perdita dell'udito.

Al contrario, il consumo moderato dell'alcool (almeno una bevanda un la settimana) è stato veduto per avere un effetto protettivo. Nello studio, una bevanda alcolica è stata definita come una bicchiere di vino, alcoolico o birra. L'effetto di bere pesante non è stato studiato.

Questo grande studio europeo ha compreso nove centri audiologici in sette paesi. Complessivamente 4083 persone fra 53 e 67 anni hanno partecipato. I partecipanti hanno compilato un questionario sulla loro esposizione ai fattori di rischio ambientali potenziali e sulla loro anamnesi. La loro audizione egualmente è stata provata. I dati sono stati analizzati per le associazioni fra i fattori di rischio e la perdita dell'udito potenziali.

Gli effetti di fumo e del consumo dell'alcool sono stati studiati nel passato, ma i risultati della ricerca precedenti non erano conclusivi. La nuova ricerca egualmente conferma che l'esposizione a disturbo contribuisce a perdita dell'udito nell'esposizione vita successiva ad eccessivo disturbo è la causa evitabile principale di perdita dell'udito permanente universalmente, secondo l'organizzazione mondiale della sanità.

In considerazione di questi risultati, Fransen ed i suoi colleghi concludono, “la perdita dell'udito sempre è stata considerata una parte inevitabile di invecchiamento, ma sempre più gli studi sembrano indicare che questo non sia necessariamente vero. Apparentemente uno stile di vita sano può essere utile per la prevenzione della sordità alle più alte età.„