Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La rottura delle glicemie dopo cardiochirurgia è comune

Uno studio rivela oggi che il controllo insufficiente dello zucchero di sangue in pazienti che hanno cardiochirurgia è associato con un aumento di quattro volte nella morte della post-chirurgia e nelle complicazioni importanti - e che le perturbazioni dello zucchero di sangue si presentano in pazienti con e senza il diabete.

La ricerca dall'università di Bristol è stata costituita un fondo per dalle fondamenta del cuore e (BHF) dalla fiducia britanniche di Garfield Weston ed è pubblicata oggi nella circolazione.  Lo studio ha fatto partecipare quasi 9.000 pazienti ed ha indicato che il controllo di disturbo dello zucchero di sangue si è presentato non solo in diabetici conosciuti, ma che più della metà dei pazienti di cuore che hanno sviluppato il moderato alla post-chirurgia difficile di controllo dello zucchero di sangue non era probabilmente il diabetico.

Il diabete lungamente è stato associato con una cardiochirurgia seguente di risultato clinico difficile e ci sono stati una serie di avanzamenti in operatore e tecniche di terapia intensiva per i pazienti di cuore diabetici. Questi risultati hanno nuove ed implicazioni importanti per il trattamento dei pazienti di cuore mentre suggeriscono che il controllo insufficiente dello zucchero di sangue indipendentemente dal diabete mellito sia associato con aumento quadruplo della mortalità in ospedale e delle complicazioni importanti compreso attacco di cuore (un aumento di 2,7 volte), neurologico, il rene, il polmone e la lesione gastrointestinale.

Lo studio, piombo da Dott. Raimondo Ascione, lettore e consulente in ambulatorio cardiaco all'istituto del cuore di Bristol, ai chirurghi di stimoli ed agli specialisti di terapia intensiva per utilizzare i protocolli rigorosi di controllo attivo dello zucchero di sangue in tutti i pazienti ammessi per ambulatorio principale.  L'efficacia di questi protocolli ed i meccanismi biologici che piombo a questo problema egualmente devono essere studiati con la ricerca rigorosa.

Il Dott. Ascione ha detto: “Corrente, l'assenza di linee guida riconosciute sta creando la confusione su come affrontare la sfida delle circostanze cliniche all'infuori del diabete che piombo alla dismutazione del metabolismo del glucosio.  La mancanza di ricerca rigorosa in materia non aiuta.

“Le decisioni cliniche importanti sono lasciate spesso al clinico determinato.  Questi includono: quali prove di selezione, all'occorrenza, usare sull'ammissione; indipendentemente da fatto che usare una strategia di controllo del glucosio di sangue durante la degenza in ospedale, che livellato del glucosio di sangue da mirare a e se questo che mira deve essere rigoroso o clemente.„

Questa confusione ha provocato:

  • una mancanza di consistenza universalmente nella definizione dei termini in relazione con il metabolismo del glucosio all'infuori di diabete quali diabete undiagnosed, la iperglicemia di sforzo ed il controllo insufficiente del glucosio di sangue;
  • una profonda differenza nell'accertare l'entità del problema (per esempio, negli Stati Uniti, la prevalenza del diabete in pazienti che subiscono l'innesto di esclusione di arteria coronaria è 35 - 40 per cento ma nel Regno Unito è soltanto 18 - 20 per cento - quasi certamente una sottostima perché molti diabetici sono undiagnosed; tuttavia, in entrambi paesi questi numeri non considerano lo stato di BGC insufficiente indipendentemente dal diabete);
  • discrepanza significativa nel trattamento dei pazienti, spesso anche all'interno della stessa unità, l'impatto di cui rimane incerto.

Il Dott. Ascione è continuato: “Crediamo che i risultati del nostro studio potrebbero applicarsi anche a tutti quei pazienti non cardiaci della chirurgia ammessi per qualunque altra procedura chirurgica principale universalmente.  Ciò ha potuto avere implicazioni serie per speranza di vita dei pazienti e collocare un carico enorme sulle risorse dell'ospedale.„

Il professor Peter Weissberg, Direttore medico del BHF, che ha finanziato lo studio, ha detto: “Mentre la ricerca precedente ha indicato che glicemie ha un impatto importante sul risultato dei pazienti che soffrono un attacco di cuore, manifestazioni di questo studio per la prima volta lo stessi possono anche essere vere per i pazienti che subiscono la cardiochirurgia. 

“Questa ricerca fornisce la base affinchè ulteriori, studi approfonditi provi a capire come il migliore controllo dello zucchero può contribuire a salvare più vite durante e dopo cardiochirurgia.„

Documento: Il controllo insufficiente del glucosio di sangue è associato con nella mortalità e la morbosità dell'ospedale in pazienti diabetici e non diabetici che subiscono l'ambulatorio cardiaco dalla R Ascione FRCS, il PhD di CA Rogers, la C Rajakaruna MRCS, GD Angelini FRCS, il volume 118, l'emissione 2 di circolazione; 8 luglio 2008.