Nuovi modi di sfruttamento degli usi medicinali delle cannabis

Ricerchi i modi nuovi d'esplorazione di sfruttamento degli usi medicinali completi delle cannabis mentre evitano gli effetti collaterali indesiderati sarà presentato ai farmacologi Martedì, il 15 luglio dagli scienziati principali che assistono alla Federazione del Congresso Farmacologico Europeo delle Società, EPHAR 2008.

La Cannabis è una sorgente dei composti conosciuti come i cannabinoidi, uno di cui, THC - il prodotto chimico principale responsabile “del livello„ - lungamente è stato conceduto una licenza a come medicina per la soppressione della nausea prodotta dalla chemioterapia e per appetito di stimolazione, per esempio, in Malati di AIDS.

Più recentemente, alla la medicina basata a cannabis Sativex è stata conceduta una licenza a sia per il sollievo sintomatico di dolore neuropatico in adulti con la sclerosi a placche che come trattamento analgesico aggiuntiva per i pazienti adulti con cancro avanzato. Sativex contiene gli importi approssimativamente uguali di THC e del cannabinoido non psicoattivo della pianta, cannabidiol.

“THC funziona mirando alle molecole nei nostri organismi chiamati ricevitori di cannabinoido„ ha detto Roger Pertwee, il Professor della Neurofarmacologia all'Università di Aberdeen, che sta copresiedendo il simposio della cannabis.

“Una Così certa ricerca corrente è messa a fuoco sulla progettazione delle droghe che mirano soltanto ai ricevitori di cannabinoido nella parte del corpo relativa alla malattia in questione e non ai ricevitori nel sistema nervoso centrale in questione negli effetti indesiderati delle cannabis.„

Un approccio ulteriore ad evitare lo psychoactivity causato da THC comprende sfruttare la propria cannabis dell'organismo, chiamata “endocannabinoids„.

“Non abbiamo ricevitori di cannabinoido nel caso in cui che entr inare contatto con i prodotti chimici impianto-derivati che li attivano ma piuttosto perché abbiamo nostre proprie molecole che fanno questa,„ ha detto il Fowler di Christopher, il Professor di Farmacologia all'Università di Umea, in Svezia e co-presidente della riunione.

“La cosa ordinata circa i endocannabinoids è che sono prodotti spesso soltanto quando li abbiamo bisogno di, come quando i nostri organismi sono danneggiati in qualche modo; faccia soffrire, per esempio, piombo ad una versione dei endocannabinoids in una regione del cervello che è compreso con controllo di dolore.

“Il problema con questo “sistema protettivo naturale del endocannabinoid„ è che è rapidamente troppo di breve durata per essere di notevole vantaggio - enzimi nella nostra ripartizione degli organismi o per metabolizzare i endocannabinoids che realizzano una inversione il loro effetto. È un po'come una vasca senza una spina - l'acqua è girata su ma rapido scompare giù il foro da mina. Ciò suggerisce un obiettivo immediato: blocchi il foro da mina e l'acqua resterà più lungamente.

“Poiché la versione dei endocannabinoids è locale, livella in altre parti del cervello, soggiorno basso. Questo approccio è nell'ambito di ricerca intensa ed i programmi per lo sviluppo di nuove droghe che mirano al dolore e possibilmente ad altri disordini quali ansia e la depressione sono corrente in corso.„

Gli Altoparlanti riferiranno sugli studi di promessa che la manifestazione ha migliorato le strategie per l'ottimizzazione del sistema del endocannabinoid, non solo per sollievo di dolore, ma anche per il trattamento degli altri termini, compreso il colpo, le affezioni epatiche e, ironicamente, la dipendenza di nicotina e l'obesità.

Quindi, poichè la conferenza sentirà, ci sono alcuni disordini in cui la versione del endocannabinoid sembra essere nociva alla nostra salubrità, un esempio che è l'obesità, che può essere trattata con Acomplia*, una medicina sintetica conceduta una licenza a che agisce bloccando i ricevitori di cannabinoido.

Il Professor Pertwee ha aggiunto: “THC in cannabis è naturalmente ben noto affinchè la sua capacità induca “i munchies„ e, come citato, è utilizzato in cliniche per amplificare l'appetito. Ma il mio gruppo di ricerca ha scoperto che un altro componente della cannabis, THCV, atti in un simile modo a Acomplia, bloccante uno dei ricevitori di cannabinoido, in modo da fornente un'alternativa - e potenzialmente migliore - itinerario del trattamento nella lotta contro l'obesità.

“La conferenza sentirà parlare alcuni dei vantaggi che possibili THVC ha sopra i trattamenti correnti dell'obesità come pure di dati sul potenziale dei cannabinoidi di trattare altri termini, compreso i disordini neurodegenerative come la malattia di Alzheimer, di Parkinson e di Huntington.„

http://www.manchester.ac.uk/

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    The University of Manchester. (2019, June 19). Nuovi modi di sfruttamento degli usi medicinali delle cannabis. News-Medical. Retrieved on June 20, 2019 from https://www.news-medical.net/news/2008/07/15/40006.aspx.

  • MLA

    The University of Manchester. "Nuovi modi di sfruttamento degli usi medicinali delle cannabis". News-Medical. 20 June 2019. <https://www.news-medical.net/news/2008/07/15/40006.aspx>.

  • Chicago

    The University of Manchester. "Nuovi modi di sfruttamento degli usi medicinali delle cannabis". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/2008/07/15/40006.aspx. (accessed June 20, 2019).

  • Harvard

    The University of Manchester. 2019. Nuovi modi di sfruttamento degli usi medicinali delle cannabis. News-Medical, viewed 20 June 2019, https://www.news-medical.net/news/2008/07/15/40006.aspx.