Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le bevande di Energia si sono associate con i comportamenti imprudenti fra gli studenti di college

Negli ultimi dieci anni, bevande di energia -- quali Red Bull, il Mostro e Rockstar -- sono diventato quasi onnipresente sulle città universitarie dell'istituto universitario. Il servizio globale per questi tipi di bevande corrente supera $3 miliardo all'anno ed i nuovi prodotti sono introdotti annualmente.

Sebbene pochi ricercatori abbiano esaminato il consumo della bevanda di energia, un ricercatore all'Università all'Istituto Di Ricerca Della Buffalo sulle Dipendenze (RIA) sta studiando i collegamenti fra le bevande di energia e le preoccupazioni di salute pubblica come abuso di sostanza e comportamenti rischiosi.

Due nuovi rapporti della ricerca da RIA Il Ricercatore Kathleen E. Miller, Ph.D., esaminano le relazioni fra il consumo della bevanda di energia ed il comportamento imprudente in studenti di college come pure “nell'identità tossica dell'atleta„ -- caratterizzato da iper-mascolinità e da comportamenti imprudenti fra gli atleti di istituto-età.

La ricerca di Miller convalida e si espande sopra le preoccupazioni esistenti circa il consumo della bevanda di energia: “L'obiettivo principale demografico per le bevande di energia è le giovani età degli adulti 18-25, ma sono quasi come il terreno comunale fra i più giovani anni dell'adolescenza,„ lei spiega. “Questa è una preoccupazione perché le bevande di energia contengono tipicamente tre volte la caffeina di una bibita ed in alcuni casi, fino a 10 volte tanto. Egualmente includono gli ingredienti con le interazioni potenziali quali taurina ed altri amminoacidi, dosi massicce delle vitamine ed estratti di erbe e dell'impianto.„

Miller è un sociologo e un assistente universitario della ricerca dell'aggiunta nel Dipartimento della Sociologia nell'Istituto Universitario di UB delle Arti e delle Scienze. La ricerca è stata costituita un fondo per da una concessione $471.000 dall'Istituto Nazionale su Abuso di Droga.

Nel primo insieme dei risultati ha pubblicato online a giugno nel Giornale di Salubrità Adolescente, Miller ha identificato i collegamenti fra il consumo della bevanda di energia, l'uso rischioso della sostanza ed il comportamento imprudente sessuale.

I Frequenti consumatori della bevanda di energia (sei o più giorni un il mese), secondo i risultati di Miller, erano circa tre volte probabili che i consumatori o i non consumatori meno frequenti della bevanda di energia per avere sigarette fumate, farmaci da vendere su ricetta medica abusati e stato in una lotta fisica seria durante l'anno prima dell'indagine. Hanno riferito l'alcool bevente, avendo problemi in relazione con l'alcool ed usando la marijuana circa due volte più spesso dei non consumatori. Erano egualmente più probabili impegnarsi in altri moduli del comportamento imprudente, compreso il sesso pericoloso, non facendo uso di una cintura di sicurezza, partecipante ad uno sport estremo e facente qualche cosa di pericoloso su una sfida. Le associazioni con il fumo, bere, i problemi dell'alcool e l'uso illecito di prescrizione sono state trovate per bianco ma gli studenti Non afroamericani.

Complessivamente maschio Occidentale di 795 New York e studenti universitari femminili hanno partecipato allo studio e 39 per cento hanno riferito il consumo almeno dell'una bevanda di energia nel mese precedente. C'era consumo significativamente più alto dall'uomo (46 per cento) che dalle donne (31 per cento) e più alto consumo dai bianchi (40 per cento) che dai nero (25 per cento). Ottantasette per cento degli studenti nello studio erano bianchi; 52 per cento erano maschii.

due terzi dei consumatori della bevanda di energia nello studio di Miller avevano usato le bevande di energia come miscelatori con le bevande alcoliche. La popolarità crescente di questa pratica più ulteriormente intensifica la preoccupazione, Miller dice.

“È ampiamente, ma in modo errato, creduto che la caffeina nelle bevande di energia neutralizzi gli effetti dell'alcool, in modo dagli studenti avranno l'energia da fare festa tutta la notte senza ottenere come potabile,„ spiega. “Mentre la combinazione può diminuire le percezioni dell'intossicazione, non diminuisce dai i danni indotti da alcool di tempo di reazione o di giudizio.„

Secondo Miller, questi risultati suggeriscono che il frequente consumo della bevanda di energia possa servire da indicatore di schermatura utile identificare gli studenti a rischio di cui gli scienziati chiamano “sindrome di comportamento di problema.„

“Il consumo della bevanda di Energia è correlato con uso della sostanza, attività sessuale pericolosa e parecchi altri moduli del comportamento imprudente,„ note di Miller. “Per i genitori ed i funzionari dell'istituto universitario, il frequente consumo della bevanda di energia può essere una bandiera rossa o un segnale di pericolo per l'identificazione del giovane all'elevato rischio per il salubrità-compromesso del comportamento.

“Sebbene il consumo della bevanda di energia possa essere usato per predire altri comportamenti di problema, necessariamente non segue quello che beve queste sostanze è un gateway alle attività dicompromesso più serie,„ Miller avverte. “È interamente possibile che un fattore comune, quali una personalità o una partecipazione alla ricerca di sensazione alle subcolture orientate a rischio del pari, contribuisca ad entrambi. Più ricerca è necessaria studiare queste relazioni più ulteriormente, durante i periodi più lunghi.„

Nel secondo insieme dei risultati, pubblicato nell'edizione Aprile/di Marzo del Giornale di Salubrità Americana dell'Istituto Universitario, Miller ha esaminato il consumo della bevanda di energia e “l'identità tossica dell'atleta.„

“Per molta gente, essere un atleta è una parte importante cui sono,„ di Miller spiega. “Alcuni vanno un punto più lontano, sebbene e prossimo a vedersi come “atleti. “Per loro, sport è avvolto in più grande identità che egualmente sottolinea la iper-mascolinità e una volontà assumersi le eccessive responsabilità.„ A Differenza di un'identità dell'atleta, un'identità dell'atleta può essere considerata “sostanza tossica,„ secondo Miller, perché si è associata con una vasta gamma di comportamenti di problema o rischiosi, compreso bere di problema, il comportamento imprudente sessuale, la violenza interpersonale, la cattiva condotta accademica, la delinquenza e perfino i tentativi di suicidio.

La ricerca di Miller ha trovato che gli studenti non laureati che hanno consumato le bevande di energia di più erano spesso egualmente più probabili sviluppare un'identità dell'atleta ed impegnarsi nei comportamenti imprudenti. “Infine,„ dice, “studenti non laureati frequenta l'uso di Red Bull ed altre bevande di energia dovrebbero essere vedute dai pari, dai genitori e dai funzionari dell'istituto universitario come preannunciatore potenziale “dell'identità tossica dell'atleta. “„

Come conseguenza di parecchie morti recenti collegate alle bevande di energia, una serie di paesi hanno istituito le restrizioni sul loro uso. Alcuni, come bevande di energia della alto-caffeina/taurina di divieto della Francia, di Turchia, della Danimarca, della Norvegia, Uruguay e di Islanda complessivamente, note di Miller. La Svezia le permette soltanto di essere vendute in farmacie come prodotti medicinali. Il Canada, che ha vietato queste bevande fino al 2004, ora richiede le etichette di avvertimento che avvertono contro l'uso dai bambini o dalle donne incinte, l'uso in grande quantità o l'uso con l'alcool. Tuttavia, il consumo della bevanda di energia rimane non regolato negli Stati Uniti.

Miller dice che spera di sviluppare la ricerca futura sull'influenza dei tratti di personalità, norme del pari ed altri fattori che possono influenzare le relazioni fra energia bevano il consumo, la corsa, il genere ed il comportamento imprudente. La Migliore comprensione di queste relazioni, discute, può essere utile nei programmi di sviluppo per impedire l'uso della sostanza ed altri comportamenti dicompromesso.

L'Istituto Di Ricerca Sulle Dipendenze è stato un leader nazionale nello studio sulle dipendenze dal 1970 ed in un centro di ricerca dell'Università alla Buffalo dal 1999.

L'Università alla Buffalo è un'università pubblica ricerca-intensiva prima, un'istituzione della nave ammiraglia in State University del sistema di New York e la sua più grande e città universitaria più completa. Studenti di UB più di 28.000 perseguono i loro interessi accademici attraverso più di 300 studente non laureato, laureato e programmi di laurea professionali. Fondata nel 1846, l'Università alla Buffalo è un membro dell'Associazione delle Università Americane

http://www.buffalo.edu/