Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Sale Epsom riduce il rischio di prem bambini nati con paralisi cerebrale

Un nuovo studio ha trovato un modo semplice per ridurre il rischio di neonati prematuri nati con paralisi cerebrale.

I ricercatori dicono che le donne incinte a rischio di trasferire la loro neonati pretermine può ridurre il rischio di paralisi cerebrale da una infusione di solfato di magnesio poco prima della consegna.

Dicono che in donne in gravidanza ad alto rischio di parto pretermine questa pratica ha ridotto il tasso di paralisi cerebrale nei bambini nati a metà.

Dr. John Thorp, co-autore del nuovo studio dice che questa è una delle innovazioni più promettenti nella gestione di gravidanze ad alto rischio in più di 30 anni.

Dott. Thorp, professore di ostetricia e ginecologia presso l'Università del North Carolina a Chapel Hill, afferma solfato di magnesio, è meglio conosciuto come sale di Epsom e ogni sala parto è già fornito di soluzioni di solfato di magnesio che vengono date alle donne in gravidanza durante il parto per altri motivi.

Dott. Thorp spiega lo studio dimostra un buon mercato, un trattamento ampiamente disponibile già che taglia a metà il rischio di bambini nati con una malattia estremamente invalidante, ed è uno sviluppo tremendamente eccitante.

Lo studio che ha avuto luogo a 20 siti negli Stati Uniti, ha coinvolto 2.241 donne che erano state diagnosticate ad alto rischio di partorire prematuramente, tra i 24 e 31 settimane dopo la gravidanza.

Quando sembrava imminente consegna le donne erano una infusione endovenosa di soluzione di solfato di magnesio o un placebo identico apparire. Le infusioni sono state date in un periodo di 20-30 minuti a una velocità di 6 grammi seguito da un'infusione di mantenimento di 2 grammi all'ora.

I ricercatori stavano cercando di vedere se solfato di Magnesio ha ridotto il tasso di nati morti o di morte infantile, o ridotto il tasso di moderata o grave paralisi cerebrale pari o oltre l'età di 2 anni.

Hanno scoperto che mentre il rischio di morte non hanno mostrato differenze significative tra il solfato di magnesio ed il gruppo placebo, moderata o grave paralisi cerebrale si è verificato circa la metà come spesso nel gruppo solfato di magnesio rispetto al gruppo placebo.

Un precedente studio condotto in Australia, che ha incluso più di 3.000 donne, ha raggiunto risultati simili e in vista di entrambi gli studi, i ricercatori dicono che l'uso di solfato di magnesio per prevenire paralisi cerebrale nei bambini di donne a rischio imminente di parto pretermine precoce "dovrebbe essere fortemente in considerazione. "

Dicono i medici che si specializzano nella gestione delle gravidanze di donne ad alto rischio di parto pretermine potrebbe iniziare a utilizzare il trattamento di solfato di magnesio immediatamente l'approvazione per il trattamento dalla Food and Drug Administration non è obbligatorio.

Dice il Dott. Thorp studi americani e australiani sono più grandi, le prove più rigorosamente condotti e pertinenti ad oggi ed è improbabile che essere replicato.