Scoperta della cella grassa importante del precursore

Per capire da dove il grasso viene, dovete cominciare con un mouse scarno. Usando una tal creatura e l'osservazione della crescita di grasso dopo le iniezioni dei generi differenti di celle acerbe, gli scienziati di Rockefeller University hanno scoperto una cella grassa importante del precursore che può a tempo spiegare come i cambiamenti nei numeri delle celle grasse potrebbero aumentare e piombo all'obesità.

L'individuazione, pubblicata online nell'emissione di questa settimana della Cella del giornale, potrebbe anche avere implicazioni per la comprensione come le celle grasse pregiudicano i termini quali il diabete e la malattia cardiovascolare.

“L'identificazione del progenitore che bianco del adipocyte le celle fornisce mezzi per l'identificazione dei fattori che regolamentano la proliferazione e la differenziazione delle celle grasse,„ dice Jeffrey Friedman autore senior, che è Marilyn M. Simpson il Professor a Rockefeller e ad un ricercatore di Howard Hughes Medical Institute.

Obesità, un problema sanitario di salute pubblica importante negli Stati Uniti e sempre più in gran parte del mondo Occidentale, risultati, in parte, da un aumento nella massa e nel numero delle celle grasse bianche. Poiché le celle grasse bianche sono post-mitotiche, significando che non possono dividersi, gli scienziati hanno supposto che una popolazione delle celle grasse del precursore dovesse esistere nel deposito grasso per produrre le nuove celle grasse. Ma identificare queste celle grasse del precursore è stata difficile.

Con l'assistenza dei ricercatori nel Centro delle Risorse della Citometria a Flusso di Rockefeller, primo l'autore Matt Rodeheffer, un socio postdottorale nel Laboratorio di Friedman della Genetica Molecolare, ha usato una cella fluorescenza-attivata chiamata di tecnica di ordinamento delle cellule che ordina, o FACS, per cercare le popolazioni delle cellule che potrebbero produrre il grasso nelle colture cellulari ed ha identificato due tali popolazioni.

Per determinare se queste celle potessero svilupparsi nelle celle grasse in animali vivi, Rodeheffer ha iniettato queste popolazioni delle cellule nei depositi grassi di un mouse geneticamente costruito, sviluppati a NIH, chiamato fatless, che manca di grasso bianco ed imita un termine in esseri umani chiamato lipodistrofia quella egualmente provoca il diabete.

Rodeheffer ha trovato quell'soltanto della cella che isolata le popolazioni, che esprimono la proteina dell'indicatore della cella-superficie CD24, hanno prodotto il tessuto grasso nel mouse fatless. Questa popolazione rappresenta normalmente soltanto .08 per cento della popolazione non-adipocyte in tessuto adiposo.

Un'analisi della rappresentazione sviluppata di recente dal co-author Kivan Birsoy, un dottorando nel laboratorio di Friedman, Rodeheffer permesso a per osservare le celle di CD24-expressing forma il grasso in un animale vivo. Gli usi della tecnica di Birsoy un altro sforzo animale hanno chiamato il mouse di leptina-luciferase, in cui il luciferase visibilmente rilevabile dell'indicatore è espresso sotto il controllo del promotore del gene che produce la leptina dell'ormone. In questa razza del mouse il gene dell'indicatore di luciferase accende soltanto in celle grasse mature e fornisce un modo non invadente di sorveglianza dei precursori acerbi delle cellule grasse si sviluppa nelle celle grasse mature in un animale vivo col passare del tempo.

“Ho iniettato le celle di CD24+ - che rappresentano una popolazione molto piccola delle celle in tessuto adiposo normale - in un sito in cui il grasso si sarebbe sviluppato normalmente nel mouse fatless ed ho trovato che un normale ha graduato i moduli secondo la misura grassi del deposito al sito dell'iniezione,„ dico Rodeheffer.

Rodeheffer egualmente ha trovato che l'iniezione delle celle producenti grassa corregge il diabete del mouse fatless e le celle grasse secernono le proteine adipocyte-specifiche di segnalazione chiamate citochine. Entrambi risultati confermano che le celle prodotte nel mouse fatless sono celle grasse funzionali.

“Questo che trova ci fa migliore capire della biologia di base del tessuto adiposo ed apre la porta per noi ed affinchè altri ricercatori possano studiare queste celle in animali vivi e determinare i fattori molecolari che regolamentano la formazione di tessuto adiposo,„ dice Rodeheffer. “Poi possiamo potenzialmente studiare come la crescita e la differenziazione di queste celle sono regolamentate nell'obesità e determinare indipendentemente da fatto che gli eventi molecolari che sono compresi nel regolamento del tessuto adiposo stanno contribuendo i fattori ad altre patologie, quali il diabete e la malattia cardiovascolare, che sono associate con l'obesità e la sindrome metabolica.„

http://www.rockefeller.edu