Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Stents nessuna guida per i pazienti con le arterie strette del rene

Facendo uso degli stents aprire le arterie del rene è fatta comunemente in pazienti con la malattia renovascular aterosclerotica, ma la procedura non fornisce vantaggio, secondo un documento che è presentato alla società americana della riunione annuale della nefrologia quarantunesima ed all'esposizione scientifica in Filadelfia, la Pensilvania.

I pazienti con la malattia renovascular dovuto aterosclerosi hanno limitato i vasi sanguigni che piombo ai loro reni. La circostanza è relativamente comune nella popolazione in genere e la sua prevalenza aumenta con l'età. Mentre il maggiore con gli stents è realizzato spesso nel tentativo di correggere la malattia renovascular aterosclerotica, non c'è prova affidabile che la procedura - che non è senza determinati rischi - migliora la funzione del rene dei pazienti o positivamente urta altri risultati di salubrità quali pressione sanguigna e la sopravvivenza.

L'angioplastia e lo Stenting per la prova (ASTRALE) delle lesioni dell'arteria renale sono stati destinati per studiare questa emissione. Keith Wheatley ed i suoi colleghi, compreso il nefrologo Phil Kalra del cavo, il MD ed il radiologo interventional del cavo, il professor Jon Moss, ha reclutato più di 800 pazienti con la malattia renovascular aterosclerotica dal Regno Unito e dall'Australasia alla prova ASTRALE. I pazienti nello studio sono stati ripartiti con scelta casuale per subire il maggiore più trattamento medico o trattamento medico da solo.

I ricercatori della prova hanno misurato i risultati, compresi la funzione del rene, pressione sanguigna, rene principale ed eventi cardiovascolari e morte, ad una portata di cinque anni. Purtroppo, lo studio non ha rivelato vantaggi clinicamente proficui connessi con maggiore su c'è ne dei risultati che sono stati studiati.

Mentre i ricercatori sperano che i grandi test clinici come ASTRALE indichino che un intervento potenzialmente di promessa è efficace e migliora i risultati pazienti, è spesso il caso che il trattamento è indicato per non avere alcuni vantaggi clinicamente proficui, ha detto Wheatley. “Tali prove “negative„ sono tuttavia molto utili e permettono ai trattamenti che non funzionano e che possono avere rischi connessi con loro, eliminarsi da pratica, quindi assicurante sicurezza paziente e permettente alle risorse di essere usato meglio altrove,„ ha aggiunto.

Il professor Wheatley ed i suoi colleghi spera che i risultati dallo studio ASTRALE - la più grande prova ripartita con scelta casuale fin qui in pazienti con la malattia renovascular aterosclerotica - piombo ai cambiamenti importanti nel modo che i pazienti con questa malattia sono curati. I risultati del test clinico indicano che queste persone non dovrebbero essere sottoposte alle procedure inutili del maggiore.