Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Collegamento Significativo fra la lacca e l'ipospadia genitale del difetto di nascita

Le Donne che sono esposte alla lacca nel posto di lavoro durante la gravidanza hanno il rischio più doppio di avere un figlio con l'ipospadia genitale del difetto di nascita, secondo un nuovo studio pubblicato oggi nelle Prospettive di Salute ambientale del giornale.

Lo studio è il primo per mostrare un collegamento significativo fra la lacca e l'ipospadia, uno dei difetti di nascita più comuni degli organi genitali maschii, in cui l'apertura urinaria è spostata alla parte di sotto del pene. Le cause della circostanza sono capite male.

Le Donne hanno i due al rischio aumentato triplo di avere un figlio con l'ipospadia se sono esposte alla lacca nel posto di lavoro nel loro primo acetonide della gravidanza, secondo il nuovo studio, dai ricercatori dall'Istituto Universitario Imperiale Londra, dal Sughero dell'Università e dal Centro per la Ricerca in Epidemiologia Ambientale a Barcellona.

Lo studio suggerisce che la lacca e l'ipospadia possano essere collegate a causa dei prodotti chimici in lacca conosciuta come i ftalati. Gli studi Precedenti hanno proposto che i ftalati potessero interrompere i sistemi ormonali nell'organismo e pregiudicare lo sviluppo riproduttivo.

È pensato che influenze di ipospadia intorno a 1 in 250 ragazzi nel REGNO UNITO ed in U.S.A., sebbene i preventivi circa prevalenza varino. Solitamente, l'ipospadia può essere trattata con successo con ambulatorio correttivo dopo che un ragazzo raggiunge il suo primo compleanno, ma i casi più severi possono piombo ai problemi con l'orinata, le relazioni sessuali e la fertilità.

La nuova ricerca egualmente rivela quella che cattura i supplementi dell'acido folico nei primi tre mesi della gravidanza è associata con un rischio diminuito 36 per cento di fare un figlio con la circostanza. Il Ministero della Sanità BRITANNICO già raccomanda che prendere i supplementi dell'acido folico fino alla dodicesima settimana della gravidanza per impedire i difetti di tubo neurale quale la spina bifida.

I più piccoli studi Precedenti avevano suggerito che l'ipospadia potrebbe essere collegata a vegetarianismo ma il nuovo studio non ha mostrato alcun rischio aumentato in donne che hanno avute una dieta vegetariana durante la gravidanza.

Il Professor Paul Elliott, l'autore corrispondente della ricerca dal Ministero dell'Epidemiologia e della Salute pubblica all'Istituto Universitario Imperiale Londra, ha detto: “L'Ipospadia è una circostanza che, se lasciato non trattato, può causare i problemi nella vita più tarda. Sebbene l'ambulatorio a correggerlo riesca solitamente, tutto l'ambulatorio sarà traumatico per il bambino ed i suoi genitori. È incoraggiante che il nostro studio ha mostrato che quello catturare i supplementi dell'acido folico nella gravidanza può diminuire il rischio di bambino che è sopportato con la circostanza. Ulteriore ricerca è necessaria capire meglio perché le donne esposte alla lacca sul lavoro nei primi 3 mesi della gravidanza possono aumentare il rischio di dare alla luce ad un ragazzo con l'ipospadia.„

I ricercatori hanno raggiunto le loro conclusioni dopo la conduzione delle interviste di telefono dettagliate con 471 madre di cui i figli erano stati chirurghi riferiti a per l'ipospadia e 490 comandi, attraverso 120 Città di Londra e Distretti dell'Autorità Locale.

I questionari hanno esplorato un intervallo degli aspetti della salubrità e dello stile di vita delle donne, compreso l'occupazione della madre e l'esposizione possibile alle sostanze chimiche differenti, alla storia familiare di malattia, all'occupazione materna, al vegetarianismo, al fumo ed all'uso dei supplementi folici.

http://www.imperial.ac.uk/