Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I malati di cancro BRITANNICI del rene affrontano i trattamenti tossici e antiquati con poca speranza di cambiamento

Il professor principale Tim Eisen dell'oncologo ha espresso le preoccupazioni che i pazienti con il cancro avanzato del rene potrebbero essere condannati ai trattamenti tossici, a mala pena efficaci, di 20 anni perché l'istituto nazionale per salubrità ed eccellenza clinica (PIACEVOLI) è probabile eliminare facendo uso di tutti e quattro le di nuovi trattamenti che ha valutato.

Scrivendo nell'emissione di dicembre dell'internazionale di BJU, il professor Eisen, dall'università di Cambridge, precisa che sebbene PIACEVOLE abbia messo i sui risultati fuori per consultazione, la sua decisione provvisoria è quel sunitinib, sorafenib, temsirolimus e l'interferone più bevacizumab è troppo costoso.

Un esame ulteriore è dovuto essere effettuato nel gennaio 2009, ma il professor Eisen teme che quello PIACEVOLE - che consiglia il ministero della sanità BRITANNICO - possa confermare il suo consiglio provvisorio che nessuno di questi trattamenti dovrebbero essere assicurati dal servizio nazionale sanitario del Regno Unito.

“Avevamo sperato che PIACEVOLE approverebbe almeno uno queste droghe, come rappresentano un'innovazione importante e non ci sono alternative adatte per la grande maggioranza dei 4.000 circa i pazienti che potrebbero essere considerati per queste droghe nel Regno Unito„ dice il professor Eisen.

“Poichè il sunitinib è stato studiato mentre una prima riga l'opzione, è sembrato molto probabilmente che sia approvata.

“Le nostre speranze erano tratteggiate una volta PIACEVOLI hanno pubblicato il suo documento di consultazione. Ha detto che sebbene le quattro droghe che hanno esaminato erano clinicamente efficaci, non erano redditizi.„

Il professor Eisen dice che circa uno in dieci pazienti trae giovamento significativamente dalle droghe attuali per attivare il sistema immunitario, lasciante gli altri 90 per cento senza i vantaggi, appena un intervallo degli effetti secondari sgradevoli, compreso i sintomi e la depressione del tipo di influenza.

Precisa che una serie di molto efficaci trattamenti sono stati sviluppati durante i tre anni ultimi, ma teme che una volta PIACEVOLE formuli la prossima primavera le sue raccomandazioni definitive le speranze dei clinici BRITANNICI ed i pazienti potrebbero essere buoni e vero tratteggiati.

Per esempio il sunitinib già è stato adottato in paesi occidentali avanzati come la terapia prima linea per i pazienti che indicano a nessun'indicazione che reagiranno avversamente alla droga.

Tuttavia, il professor Eisen sollecita che sebbene i dati su queste nuove droghe siano estremamente incoraggianti e rappresentino la prima innovazione principale nel cancro avanzato del rene durante i 25 anni ultimi, nessuno di loro faranno maturare la circostanza. Ma possono prolungare la vita di un paziente. Nel caso di sunitinib, alcuni pazienti hanno fatti la loro speranza di vita raddoppiarsi, dando loro un anno extra.

Il professor Eisen dice che il risultato preveduto della consultazione PIACEVOLE è deprimente per una serie di ragioni.

“In primo luogo, se intervento che raddoppia senza progressione e la sopravvivenza globale in una malattia dove nient'altro funziona è reputata per essere costo-inefficace, le probabilità della presentazione del tutto il farmaco nuovo del cancro devono essere periferico reputato. La prospettiva è che i pazienti curati in seno al servizio nazionale sanitario BRITANNICO devono aspettare finché le terapie non siano fuori brevetto e quindi diventato più economici.

“In secondo luogo, l'analisi PIACEVOLE della redditività è in disaccordo con altre analisi della redditività condotte U.S.A., in Svezia ed altri paesi. Nel furore di media che ha accolto la decisione provvisoria PIACEVOLE non c'è indicazione che le differenze significative fra le analisi della redditività dal Regno Unito ed altrove avevano causato a tutta la pausa per pensiero fra le autorità.

“L'in terzo luogo, la grande variabilità stessa della storia naturale di carcinoma delle cellule del rene non è stato considerato da PIACEVOLE. Da cui conosciamo già di questi farmaci, una minoranza dei pazienti può avvantaggiarsi molto significativamente.

“Per concludere, nessuna disposizione è preveduta per l'importanza del guadagno anche degli alcuni mesi di vita extra per i pazienti, malgrado il fatto che questi vantaggi siano reputati per essere estremamente importanti da tutti i gruppi pazienti.„

Il professor Eisen conclude che se NHS è mai di introdurre i vantaggi delle terapie mirate a romanzo, a meno che in molto poche circostanze quale il herceptin nel cancro al seno, debbano riconsiderare i sui metodi di valutazione.

“La maggior parte dei medici accettano che tuttavia molte risorse siano investite nella sanità là sempre siano una necessità di razionare nuovo e trattamenti costosi„ che dice. “Ugualmente, questa realizzazione sta spargendosi a tutti i paesi occidentali e PIACEVOLE sta guardando molto attentamente come precursore dei meccanismi di controllo altrove.

“Le differenze rigide nelle opzioni disponibili per i pazienti in NHS e nella maggior parte degli altri paesi occidentali suggeriscono che non ci sia attualmente nessun modello internazionalmente acconsentito possibile. Lo sviluppo di uno strumento internazionalmente convalidato per valutare la redditività terrebbe conto i confronti affidabili della disposizione di sanità in paesi differenti. Includere le analisi della redditività nei test clinici chiave diminuirebbe le more inaccettabili nel raggiungimento anche della decisione provvisoria per i pazienti all'interno di NHS.

“Condannare questi malati di cancro del rene al trattamento di 20 anni tossico e a mala pena efficace non dovrebbe essere un'opzione accettabile.„