Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Successo degli annunci del anti-meth interrogati dallo studio

Un esame indipendente che studia l'efficacia di una campagna pubblicitaria grafica pubblicamente costituita un fondo per della anti-metamfetamina ha trovato che la campagna è stata associata con molti risultati negativi.

L'esame è stato pubblicato nell'emissione di scienza di prevenzione, un giornale esaminato il pari di dicembre della società per la ricerca di prevenzione (SPR).

Il progetto del Meth del Montana (MMP) è stato creato nel 2005 per diminuire l'uso della metamfetamina nel Montana via la pubblicità grafica che mostra le conseguenze estreme di usando il meth “appena una volta.„ Inizialmente la campagna pubblicitaria è stata costituita un fondo per privatamente, ma da allora ha ricevuto milioni di dollari nello stato e nel supporto federale mentre il MMP ha promosso la campagna pubblicitaria come successo clamoroso ai responsabili politici ed ai media. Sulla base del successo evidente della campagna pubblicitaria nel Montana, da allora è stata applicata in altri stati compreso l'Arizona, l'Idaho e l'Illinois, con più stati per seguire.

I risultati negativi identificati nell'esame includono: dopo sei mesi di esposizione agli annunci grafici del MMP, c'era un aumento triplo nella percentuale degli adolescenti che hanno riferito che quello facendo uso di meth non è un comportamento rischioso; gli adolescenti erano quattro volte più probabili da approvare forte uso regolare del meth; gli adolescenti erano più probabili riferire che quello catturare l'eroina e la cocaina non è rischiosa; e fino a 50% degli adolescenti ha riferito che gli annunci grafici esagerano i rischi di usando il meth.

L'esame ha trovato che il MMP ha trascurato questi risultati poco lusinghieri quando promuove i loro risultati della ricerca ai responsabili della politica ed ai media. Invece, il MMP ha messo a fuoco sui risultati positivi selezionati.

L'autore dell'esame, David Erceg-Hurn, che corrente sta completando il suo PhD in psicologia clinica all'università di Australia occidentale, ha trovato il progetto del Meth mentre conduceva la ricerca sulla pubblicità grafica del tabacco. C'era una menzione del progetto del Meth in un articolo che ha letto. Erceg-Hurn ha continuato su quella menzione e molto attentamente ha controllato i rapporti della ricerca del progetto del Meth. Ha detto che è importante per le organizzazioni che sono costituenti un fondo per o studianti la possibilità di costituire un fondo per la campagna pubblicitaria del MMP essere informato dei risultati di tutto MMP - positivo e quantità negativa. Fin qui, questo non è accaduto.

Erceg-Hurn egualmente ha criticato i reclami che la campagna pubblicitaria è stata responsabile della diminuzione dell'uso del meth nel Montana. “L'uso del Meth stava diminuendo per almeno sei anni prima della campagna pubblicitaria cominciata, che suggerisce che fattori all'infuori delle riduzioni grafiche di causa degli annunci dell'uso del meth. Un'altra questione è che il lancio della campagna pubblicitaria ha coinciso con le restrizioni sulla vendita delle medicine di influenza e del freddo comunemente usate nella produzione di meth. Ciò significa che l'uso della droga potrebbe essere diminuire dovuto produzione in diminuzione di meth, piuttosto che essendo il risultato della campagna pubblicitaria.„

Erceg-Hurn anche precisato nel suo esame che dovuto il modo il MMP ha condotto la loro ricerca, è impossible da concludere che la campagna pubblicitaria ha avuta tutto l'effetto su uso del meth. Per trarre tali conclusioni richiederebbe la ricerca molto più rigorosa. Ciò comprenderebbe esaminare due gruppi di adolescenti che erano equivalenti in termini di uso della droga, esponente soltanto un gruppo agli annunci grafici e poi esaminante tutte le differenze fra i gruppi nel loro uso della droga.

La teoria che è alla base della campagna pubblicitaria del MMP egualmente è stata criticata da Erceg-Hurn. “L'idea dietro la campagna pubblicitaria è che gli adolescenti catturano il meth perché credono che sia accettabile sotto il profilo sociale e non rischioso - e gli annunci sono destinati per alterare queste percezioni. Tuttavia, questa teoria è difettosa perché i propri dati del progetto del Meth indicano che 98% degli adolescenti ha disapprovato forte uso del meth e pensiero di 97% facendo uso di meth era rischioso prima che la campagna abbia cominciato.„

L'esame egualmente precisa che la considerevole ricerca priore ha trovato che le grandi campagne pubblicitarie antidroga possono essere inefficaci ed a volte nocive. Per esempio, la campagna antidroga di media della gioventù nazionale ha costato dal 1998 i contribuenti oltre $1,5 miliardo. Un rapporto dell'ufficio di responsabilità di governo ha trovato che la campagna pubblicitaria non ha diminuito l'uso della droga. I soli risultati significativi erano in una direzione sfavorevole - alcune gioventù hanno riferito un aumento nell'uso della marijuana sopra l'esposizione aumentata alla campagna.

Erceg-Hurn ha concluso nel suo esame che ha basato su prova corrente, finanziamento pubblico continuato di scienza di prevenzione e lo srotolamento dei programmi di campagna pubblicitaria grafici della anti-metamfetamina stile Montana è sconsigliabile.