Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La dieta ben equilibrata migliora i livelli di lipidi di tolleranza e di sangue del glucosio di sangue

Uno studio pubblicato dal giornale di American Medical Association (JAMA) il 16 dicembre 2008 ha trovato che quelli con il diabete di tipo 2 che ha avuto un livello di dieta in alimenti basso glycemic quali le noci, i fagioli e lenticchie hanno avuti il maggior miglioramento nel controllo glycemic e fattori di rischio per la coronaropatia che quelli su una dieta con enfasi sulla fibra del alto-cereale.

Lo studio dà ulteriore peso al consiglio di stile di vita corrente raccomandato per il controllo del diabete, dice il professor Lars Ryden (ospedale universitario di Karolinska, Stoccolma, Svezia), il portavoce di ESC per il diabete e la malattia cardiovascolare, che aggiunge: “Il trattamento del diabete di tipo 2 dovrebbe essere iniziato sempre con consiglio strutturato di stile di vita. Ciò è evidenziata chiaramente nelle linee guida di ESC/EASD per il diabete, il pre-diabete e la malattia cardiovascolare. I risultati dallo studio di JAMA indicano che tale consiglio può essere come efficace come alcuni interventi della droga

“Lo studio di JAMA egualmente indica che una dieta ben equilibrata migliorerà non solo la tolleranza del glucosio di sangue ma anche i livelli di lipidi di sangue, che sono di grande importanza nel fare diminuire le complicazioni cardiovascolari. Se le droghe ancora sono necessarie in queste circostanze, la loro dose e numero possono essere più bassi.

“Gli oggetti con il diabete di tipo 2 dovrebbero anche essere informati che è importante evitare il peso in eccesso e la dieta descritta nello studio può contribuire a raggiungere questo scopo.„

Parlando specificamente del professor Joep Perk (ospedale di Oskarshamn, la Svezia), un portavoce di studio di ESC a proposito della prevenzione cardiovascolare, ha detto che lo studio aveva luogo relativamente di breve durata (sei mesi) in 210 pazienti; una dieta alta in alimenti basso glycemic ha provocato una diminuzione modesta nei livelli di HbA1c una volta confrontata ad una dieta della fibra del alto-cereale.

“Il risultato principale dello studio - un importante crescita dei livelli di HDL e una maggior riduzione del rapporto di LDL/HDL - può fornire la spiegazione razionale per gli studi interventional a lungo termine. Tuttavia, in assenza di questi studi è ancora prematuro cambiare la pratica corrente di consiglio dietetico per i pazienti del diabete di tipo 2,„ ha detto il professor Perk.