Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Numeri di preventivi di analisi numerica degli adulti più anziani degli Stati Uniti che possono trarre giovamento dalla terapia dello statin

I ricercatori stimano che più di 11 milione Americani più anziani possano essere recentemente ammissibili per la terapia dello statin se i risultati da un grande test clinico recentemente pubblicato sono adottati nelle linee guida di pratica cliniche, secondo una nuova analisi dei dati di prova.

L'analisi è pubblicata online nella circolazione: Qualità e risultati cardiovascolari.

Facendo uso dei dati dall'indagine nazionale dell'esame di salubrità 1999� e di nutrizione, i ricercatori hanno trovato che 33,5 milione Americani più anziani (uomini invecchiano 50 anni e più vecchio e donne invecchi 60 anni e più vecchio) corrente stanno catturando uno statin (24,4 per cento) o hanno rischi che indicherebbero un'esigenza della terapia dello statin basata sulle linee guida correnti ma non catturano uno statin (33,5 per cento).

Hanno stimato che i 19,2 per cento supplementare degli adulti più anziani potrebbero essere considerati ammissibili per la terapia dello statin basata sul loro accoppiamento dei criteri dell'inclusione utilizzati in un test clinico recentemente pubblicato, giustificazione per l'uso degli statins nella prevenzione primaria: una rosuvastatina di valutazione di prova di intervento (GIOVE), presentata a novembre alle sessioni scientifiche 2008 dell'associazione americana del cuore a New Orleans, La.

“Basato sulla nostra analisi, più di 44,7 milione Americani più anziani potrebbero avere un'indicazione per la terapia dello statin quando considerate coloro che già incontra le linee guida correnti per la terapia dello statin e coloro che potrebbe essere ammissibile basato sui criteri proposti in GIOVE,„ ha detto l'autore principale Erica S. Spatz, M.D., un internista e collega dello studio nel programma clinico all'Yale University, New Haven, connett. degli studiosi di Robert Wood Johnson. “Che è quasi 80 per cento di questo segmento della popolazione che potrebbe potenzialmente essere raccomandata una terapia dello statin se quei criteri fossero adottati nelle linee guida.„

Lo studio è un'analisi numerica piuttosto che un'approvazione di usando il colesterolo degli statins aggressivamente più in basso e la proteina C-reattiva dell'alta sensibilità (hsCRP) nei candidati non corrente considerati della gente per quella terapia, come è stato fatto in GIOVE. Ulteriormente, i criteri di esclusione per i partecipanti di studio alla prova di GIOVE possono renderlo difficile generalizzare quei risultati.

“Certamente i risultati di GIOVE erano intriganti e saranno valutati come tutte le revisioni future sono considerati per le linee guida del trattamento per la diminuzione del rischio cardiovascolare,„ ha detto Presidente di associazione americano del cuore Timothy Gardner, M.D. “questa analisi supplementare che di quello i dati forniscono le informazioni utili circa quante persone risponderebbero ai criteri dell'inclusione di GIOVE. Uno studio più approfondito su ulteriori implicazioni, compreso l'costo-analisi, sarà critico nei processi decisionali futuri circa le misure preventive per la popolazione complessivamente. Tutto il questo dovrà essere considerato con attenzione nel contesto delle risorse disponibili e della maggior parte dei modi efficaci per permettere la maggior parte del impatto positivo nella diminuzione la malattia di cuore e del colpo.„

Spatz, che non è stato non coinvolgere nella prova di GIOVE, ha detto che la sua analisi evidenzia una sfida importante per i fornitori di cure mediche ed i sistemi: Anche nell'ambito delle linee guida correnti del trattamento, meno che la metà (42 per cento) degli Americani più anziani che si qualificano per la terapia dello statin realmente la ottengono. Sebbene ci siano molte ragioni possibili per questa mancanza di trattamento, molti pazienti che potrebbero avvantaggiarsi stanno mancandi - e questo problema è probabili aumentare se la dimensione della popolazione ammissibile per gli statins aumenta, ha detto.

“Dobbiamo diminuire il rischio, sia con i cambiamenti di stile di vita che una volta indicati, con i farmaci,„ ha detto Gardner. “Chiaramente, come nazione, non stiamo diminuendo adeguatamente il rischio di coloro che, neppure nell'ambito delle linee guida correnti, già il trattamento dello statin di bisogno ma non sta ricevendolo. Determinando la maggior parte dei modi efficaci di fare che è preminente.„

In GIOVE, i ricercatori esplorati se l'uso dello statin ha diminuito gli attacchi di cuore, i colpi e la morte in pazienti che non hanno avuti livelli di colesterolo che dettassero l'colesterolo-abbassamento del trattamento, ma avevano elevato i livelli di hsCRP, un indicatore infiammatorio. I livelli elevati di hsCRP sono stati associati con lo sviluppo della coronaropatia.

“Quella prova era dopo che un'analisi provvisoria ha mostrato i più notevoli vantaggi nella gente che cattura gli statins che in quelle che catturano un placebo,„ Spatz presto terminato ha detto. “Il nostro sospetto era che i risultati da GIOVE potrebbero potenzialmente urtare un numero importante degli adulti più anziani negli Stati Uniti; la domanda per noi era più gente potrebbe ora quanto un'indicazione di catturare un farmaco dello statin nell'ambito di questi criteri.„

Spatz ha usato le informazioni dall'indagine nazionale dell'esame di salubrità 1999� e di nutrizione (NHANES), un'indagine periodica eseguita dal governo federale che è statisticamente rappresentante della popolazione degli Stati Uniti. Il suo studio ha esaminato i dati da un sottoinsieme di 2.322 uomini più anziani e donne che hanno risposto ai questionari di indagine di NHANES ed egualmente che hanno permesso che i ricercatori prelevassero un campione di sangue di digiuno per provare a vari fattori di rischio cardiovascolari, compreso il livello di colesterolo ed il livello di hsCRP.

Facendo uso di quei dati, Spatz ed i suoi co-author stimano che altri 13,9 per cento (8 milioni) della popolazione più anziana siano stati candidati per la terapia dello statin nell'ambito dei criteri di prova di GIOVE più rigorosi - hsCRP pari o al di sopra di 2 milligrammi per litro (mg/l) e colesterolo della lipoproteina a bassa densità (LDL) al di sotto di 130 milligrammi per decilitro (mg/dL), Spatz ha detto.

Ha stimato che altri 3 milione di persone, o 5,3 per cento della popolazione più anziana, si qualificassero per gli statins sotto in espansione, ma ancora criteri del trattamento e plausibili di hsCRP pari o al di sopra di 2 mg/l e del colesterolo di LDL fra 130 e 160 mg/dL.

In generale, la gente che può ora qualificarsi per uno statin ha basato sui risultati di Giove divide molte caratteristiche con coloro che già si qualifica per un farmaco dello statin. I due gruppi erano simili nell'età, nella corsa e nello stato socioeconomico ed hanno avuti gradi uguali di ipertensione e di obesità addominale, di cui tutt'e due sono fattori di rischio per la malattia di cuore. Confrontato alla gente che non ha indicazione per un farmaco dello statin, il gruppo di GIOVE era distinguibile in quanto erano più probabili essere femminili e più vecchie ed avere l'obesità, l'ipertensione e la sindrome metabolica.

“Questo ulteriore suggerisce che possiamo mancare un gruppo di persone oltre ad avere un hsCRP elevato, che altre funzionalità che le hanno messe a rischio della malattia di cuore e per cui un farmaco dello statin può essere utile,„ Spatz hanno detto.

Spatz spera che il suo studio contribuisca a fornire le informazioni importanti per lo sviluppo delle linee guida future circa usando i farmaci dello statin per diminuire la malattia cardiovascolare fornendo alcune di informazioni necessarie per determinare se il numero della gente che otterrebbe la terapia dello statin nell'ambito dei criteri di GIOVE sarebbe redditizio da un punto di vista di salute pubblica.