Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le mosche comuni possono contribuire alla dispersione dei batteri resistenti alla droga

I ricercatori al banco di Johns Hopkins Bloomberg della salute pubblica hanno trovato che prova che le mosche comuni si sono raccolte vicino alle operazioni del pollame della griglia può contribuire alla dispersione dei batteri resistenti alla droga ed aumentare così il potenziale per l'esposizione umana ai batteri resistenti alla droga.

I risultati dimostrano un altro collegamento potenziale fra produzione animale dell'alimento industriale e le esposizioni agli agenti patogeni resistenti agli antibiotici. Gli studi precedenti hanno collegato l'uso antibiotico nella produzione del pollame ai batteri resistenti agli antibiotici nella manodopera agricola, prodotti del pollame del consumatore e l'ambiente che circondano le operazioni limitate del pollame come pure versioni dal trasporto del pollame.

“Le mosche sono vettori ben noti della malattia e sono state implicate nella diffusione di vario virale ed infezioni batteriche che pregiudicano gli esseri umani, compreso febbre enterica, colera, salmonellosi, campylobacteriosis e shighellosi, “ha detto l'autore principale Jay Graham, PhD, che ha intrapreso gli studi come ricercatore con il centro del banco di Bloomberg per un futuro sopportabile. Il nostro studio ha trovato le similarità nei batteri resistenti agli antibiotici in entrambi le mosche e la lettiera che del pollame abbiamo campionato. La prova è un altro esempio dei rischi connessi con il trattamento insufficiente dei residui animali.„

“Sebbene direttamente non quantifichiamo il contributo delle mosche all'esposizione umana, i nostri risultati indicano che le mosche nelle aree intensive di produzione potrebbero spargere efficientemente gli organismi resistenti sopra le grandi distanze,„ hanno detto Ellen Silbergeld, PhD, autore senior dello studio e professore nel banco di Bloomberg del dipartimento della sanità pubblica delle scienze di salute ambientale.

Graham ed i suoi colleghi hanno raccolto le mosche ed i campioni di pollame sporcano dai pollai lungo la regione costiera della Penisola-un di Delmarva compartecipe da Maryland, dal Delaware e dalla Virginia, che ha una di più alte densità dei polli da carne per acro negli Stati Uniti. L'analisi dai batteri resistenti agli antibiotici isolati degli enterococchi e degli stafilococchi del gruppo di ricerca da entrambe le mosche e lettiera. I batteri isolati dalle mosche hanno avuti caratteristiche di resistenza molto simili ed i geni di resistenza ai batteri trovati nel pollame sporcano.

Le mosche hanno accesso immediato ad entrambi pollame memorizzato residuo ed ai pollai. Uno studio dai ricercatori in Danimarca ha stimato che altrettanto poichè 30.000 mosche potrebbero entrare in un pollaio nel corso del periodo di sei settimane.

Gli autori supplementari “degli enterococchi resistenti agli antibiotici e degli stafilococchi isolati dalle mosche si sono raccolti vicino alle operazioni limitate dell'alimentazione di del pollame„ sono prezzo della lancia, Sean Evans e Thaddeaus Graczyk. Lo studio è pubblicato nell'emissione dell'aprile 2009 di scienza dell'ambiente totale.

La ricerca è stata costituita un fondo per da una concessione dal centro di Johns Hopkins per un futuro sopportabile.

Secondo Robert Lawrence, il MD, Direttore del centro per un futuro sopportabile, antibiotici limitati di alimentazione animale operazione-dove migliaia di animali sono ammucchiate insieme e sono alimentate per la crescita promozione-crea l'ambiente perfetto per la selezione dei batteri che sono resistenti agli antibiotici.

“Gli antimicrobici sono fra gli sviluppi più importanti del XX secolo nelle malattie infettive di gestione nella gente. Non possiamo permetterci di sperperarli utilizzandoli come promotori di crescita nella produzione animale dell'alimento industriale. L'aumento in batteri resistenti agli antibiotici è una minaccia importante contro la salubrità del pubblico ed i responsabili della politica dovrebbero eliminare rapidamente e vietare l'uso degli antimicrobici per uso non terapeutico nella produzione animale dell'alimento,„ ha detto Lawrence.