Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le nanoparticelle del Cobalto amplificano la sensibilità di rappresentazione e la rilevazione di barriera

L'Imaging a risonanza magnetica (MRI) può servire da tecnica molto sensibile per la rilevazione dei tumori piccoli nell'organismo, ma non è come buono per l'identificazione delle barriere di un tumore.

La tomografia Fotoacustica della rappresentazione (PAT) non è sensibile quanto MRI, ma eccelle a segnare la posizione con esattezza delle strutture sotto la superficie del tessuto, presumibilmente compreso le barriere dei tumori. Per approfittare del meglio di entrambe tecniche di rappresentazione, un gruppo dei ricercatori piombo da Fanqing Frank Chen, il Ph.D., l'Università di California, San Francisco, ha sviluppato “un nanowonton„ di cobalto e di oro per creare un agente di contrasto della rappresentazione per uso con sia MRI che il BREVETTO.

Riferendo il suo lavoro negli Atti dell'Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti d'America, questo gruppo descrive come ha creato l'agente della rappresentazione le prime nanoparticelle preparanti e poi ricoprendole del cobalto di livello costante di oro. Le nanoparticelle del Cobalto sono altamente per quanto gli agenti di miglioramento di contrasto di MRI, ma da soli, essi non siano efficaci adatti ad uso in esseri umani. Il livello dell'oro non solo rende le nanoparticelle biocompatibili ma egualmente aggiunge il potenziamento di contrasto di PAT come caratteristica della particella. I ricercatori hanno progettato il rivestimento dell'oro per avere una forma e uno spessore che massimizza la risposta di PAT ad un laser della rappresentazione di 700 nanometro.

Gli esperimenti della Rappresentazione con questi nanowontons hanno indicato che sono rilevabili ai bassi livelli picomolar facendo uso di MRI. Questo livello di sensibilità probabilmente sarebbe sufficiente per macchiare i tumori molto piccoli nell'organismo. Gli esperimenti Supplementari hanno confermato che PAT poteva individuare le barriere della particella, che è dove il segnale di PAT diminuisce drammaticamente. I ricercatori notano che ora stanno sperimentando con altre forme di nanoparticella, specialmente nanorods, con lo scopo di aumento della sensibilità di MRI. I ricercatori egualmente notano che con progettazione adeguata della particella, questi nanomaterials ibridi anche potrebbero servire da agenti photothermal che potrebbero uccidere i tumori cucinandoli alla morte una volta stimolati da indicatore luminoso.

Questo lavoro, che è dettagliato “nella sensibilità di carta MRI di Picomolar e nella rappresentazione fotoacustica delle nanoparticelle del cobalto,„ è stato supportato in parte dal Programma Specializzato dell'Istituto Nazionale contro il Cancro di Eccellenza della Ricerca (SPORE). Ricercatori dall'Università di California, da Los Angeles, dall'Università di Lahore nel Pakistan, dalle Ottica di Bruker, dall'Università del Michigan e dall'Università di California, Berkeley, anche partecipato a questo studio. Un estratto di questo documento è disponibile al Sito Web del giornale. Estratto di Visualizzazione

http://nano.cancer.gov

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Bruker Optics. (2009, March 26). Le nanoparticelle del Cobalto amplificano la sensibilità di rappresentazione e la rilevazione di barriera. News-Medical. Retrieved on November 29, 2020 from https://www.news-medical.net/news/2009/03/26/47444.aspx.

  • MLA

    Bruker Optics. "Le nanoparticelle del Cobalto amplificano la sensibilità di rappresentazione e la rilevazione di barriera". News-Medical. 29 November 2020. <https://www.news-medical.net/news/2009/03/26/47444.aspx>.

  • Chicago

    Bruker Optics. "Le nanoparticelle del Cobalto amplificano la sensibilità di rappresentazione e la rilevazione di barriera". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/2009/03/26/47444.aspx. (accessed November 29, 2020).

  • Harvard

    Bruker Optics. 2009. Le nanoparticelle del Cobalto amplificano la sensibilità di rappresentazione e la rilevazione di barriera. News-Medical, viewed 29 November 2020, https://www.news-medical.net/news/2009/03/26/47444.aspx.