Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

CRESTOR (rosuvastatine) indicato per diminuire significativamente rischio di tromboembolismo venoso

Una nuova analisi dallo studio di GIOVE indica che CRESTOR (rosuvastatine) 20mg ha tagliato significativamente il rischio di tromboembolismo venoso (VTE) da 43% (p=0.007) rispetto a placebo fra gli uomini e le donne al minimo ai livelli di colesterolo normali ed alla proteina C-reattiva elevata della alto-sensibilità (hsCRP).

Questa analisi è stata presentata oggi al cinquantottesimo istituto universitario americano annuale delle sessioni scientifiche della cardiologia (CRNA), a Orlando Florida ed è stata pubblicata simultaneamente in New England Journal di medicina.

Il tromboembolismo venoso, uno stato grave ed a volte mortale, accade quando un coagulo di sangue si forma in un filone. Il modulo più comune di VTE è trombosi venosa profonda (DVT), che si presenta solitamente “nei filoni profondi„ nei cosciotti o nel bacino. Un'embolia è creata se il grumo attraversa through il sistema venoso. I coaguli di sangue che costituiscono nei polmoni sono conosciuti come embolia polmonare (PE). I preventivi suggeriscono che almeno 350.000 ed altrettanto mentre 600.000 Americani contrattano annualmente DVT/PE ed almeno 100.000 morti probabilmente siano collegate ogni anno con queste malattie.

I risultati supplementari di questa analisi secondaria di punto finale di GIOVE hanno mostrato che le rosuvastatine 20mg hanno prodotto un rapporto di riproduzione significativo di 55% (p=0.004) del rischio di DVT e un rapporto di riproduzione non significativo di 23% in PE (p=0.42).

“Questo è la prima volta uno statin è stato indicato per diminuire il rischio di VTE in un grande, ripartito con scelta casuale, studio prospettivo,„ ha detto Michael Cressman, Direttore della scienza medica di AstraZeneca per CRESTOR, “questo vantaggio osservato sembra essere supplementare alla riduzione degli eventi del cv già dimostrati dalle rosuvastatine nell'analisi primaria di GIOVE.„

La rosuvastatina 20mg è stata tollerata bene in quasi 9.000 pazienti nel corso dello studio di GIOVE.

La rosuvastatina non è indicata per la prevenzione degli eventi cardiovascolari o del tromboembolismo venoso. Le rosuvastatine dovrebbero essere usate secondo le informazioni di prescrizione, che contengono le raccomandazioni per l'inizio e la titolazione della terapia secondo il profilo paziente determinato. Nella maggior parte dei paesi, la dose cominciante raccomandata usuale delle rosuvastatine è 10 mg.

Risultati dall'analisi primaria di GIOVE (giustificazione per l'uso degli statins nella prevenzione primaria: una rosuvastatina di valutazione di prova di intervento), originalmente presentata nel novembre 2008 alle sessioni scientifiche annuali dell'associazione americana del cuore e pubblicata da New England Journal di medicina, indicato le rosuvastatine 20mg ha ridotto significativamente gli eventi cardiovascolari (CV) importanti (rischio combinato di infarto miocardico, di colpo, di maggiore arterioso, di ospedalizzazione per angina instabile, o di morte dalle cause del cv) di 44%, confrontato a placebo (p<0.00001). Questi risultati egualmente hanno indicato che mg di rosuvastatine 20 ha diminuito il rischio combinato di attacco di cuore, di colpo o di morte del cv da quasi a metà (47%, p<0.00001 contro placebo).

GIOVE era un lungo termine, ha ripartito le probabilità su, prova alla cieca, uno studio controllato a placebo e su grande scala di 17.802 pazienti destinati per determinare se mg di rosuvastatine 20 fa diminuire il rischio di attacco di cuore, di colpo e di altri eventi cardiovascolari importanti in pazienti con il minimo a LDL-C normale ma al rischio cardiovascolare aumentato come identificato dall'età e dalla proteina C-reattiva elevata della alto-sensibilità (hsCRP). La maggior parte dei pazienti ha avuta almeno altro un fattore di rischio compreso ipertensione, HDL-C basso, storia della famiglia della coronaropatia prematura (CHD) o fumare. il hsCRP è un indicatore riconosciuto di infiammazione che è associata con un rischio aumentato di eventi cardiovascolari aterosclerotici.

GIOVE è una parte di esteso programma di test clinici della GALASSIA di AstraZeneca, destinata per rivolgere le domande senza risposta importanti nella ricerca dello statin. Corrente, più di 69.000 pazienti sono stati reclutati da 55 paesi universalmente per partecipare al programma della GALASSIA.

AstraZeneca precedentemente ha annunciato che pensa file un'osservazione regolatrice compreso i dati di GIOVE nella prima metà di 2009 e se approvato comincerà le attività promozionali all'interno del contrassegno approvato.

Gli studi precedentemente hanno indicato che CRESTOR ha abbassato significativamente LDL-C, hanno avuti un effetto significativo sul sollevare il HDL-C ed hanno rallentato la progressione di aterosclerosi, una causa fondamentale della malattia cardiovascolare.

CRESTOR ora ha ricevuto l'approvazione regolatrice dentro oltre 95 paesi. Quasi 15 milione pazienti sono stati CRESTOR prescritti universalmente. I dati dai test clinici e dall'uso del mondo reale indicano che il profilo di sicurezza per CRESTOR è in conformità con altri statins di marketing.