Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'esame identifica i fattori dietetici connessi con il rischio della malattia di cuore

Un esame degli studi precedentemente pubblicati suggerisce che l'assunzione della noce e della verdura e un reticolo dietetico Mediterraneo sembrino essere associati con un più a basso rischio per la malattia di cuore, secondo un rapporto pubblicato nell'emissione del 13 aprile degli archivi di medicina interna.

Tuttavia, l'assunzione degli acidi e degli alimenti trans-grassi con un alto indice analitico glycemic può essere nociva alla salute del cuore.

“La relazione fra i fattori e la coronaropatia dietetici è stata un fuoco importante della ricerca di salubrità per quasi il mezzo secolo,„ gli autori scrive come informazioni di base nell'articolo. Sebbene “una ricchezza di letteratura„ sia stata pubblicata sull'argomento, “la resistenza della prova che supporta le associazioni valide non è stata valutata sistematicamente in una singola ricerca.„

Andrew Mente, Ph.D., dell'istituto di ricerca di salubrità della popolazione e dei colleghi ha condotto una ricerca sistematica degli articoli che studiano i fattori dietetici relativamente alla malattia di cuore pubblicata fra 1950 e il giugno 2007. Complessivamente 146 studi di gruppo futuri (che guardano indietro sulle abitudini di un gruppo particolare di persone) e 43 hanno ripartito le probabilità sulle prove controllate (dove i partecipanti sono definiti a caso ad un intervento dietetico o ad un gruppo di controllo) sono stati identificati ed incluso stati nell'esame sistematico.

Quando i ricercatori hanno riunito i risultati di studio ed hanno applicato un algoritmo predefinito, “abbiamo identificato la prova ben fondata di una relazione causale per i fattori protettivi, compreso assunzione delle verdure, noci e acidi grassi monoinsaturi e reticoli dietetici Mediterranei, prudenti e di alta qualità e fattori nocivi, compreso assunzione degli acidi ed alimenti trans-grassi con un alto indice analitico o caricamento glycemic e un reticolo dietetico occidentale,„ scrivono. “Fra queste esposizioni dietetiche, tuttavia, soltanto un reticolo dietetico Mediterraneo è stato studiato nelle prove controllate ripartite con scelta casuale e significativamente associato con la coronaropatia.„

Inoltre, le relazioni modeste sono state trovate supportare una relazione causale fra assunzione di parecchi altri alimenti e vitamine e rischio della malattia di cuore, compresi il pesce, acidi grassi omega-3 dalle sorgenti marine, folato, interi granuli, l'alcool, frutta, fibra e vitamine dietetiche E e C e beta-carotene. La prova debole egualmente ha supportato le relazioni causali fra la vitamina E ed acidi grassi saturati e poli-insaturi di supplementi dell'acido ascorbico, e grassi totali, acido alfa-linoleico, carne, uova e latte.

“La prova modesta o debole di queste esposizioni dietetiche è principalmente coerente con i risultati delle prove controllate ripartite con scelta casuale, sebbene le prove controllate ripartite con scelta casuale abbiano ancora essere condotte per parecchi fattori,„ gli autori scrive. “Catturato insieme, supporto di questi risultati una relazione causale fra soltanto alcune esposizioni dietetiche e coronaropatia, mentre la prova per la maggior parte di di diversi sostanze nutrienti o alimenti è troppo modesta per essere conclusiva.„

“Sebbene le indagini sulle componenti dietetiche possano contribuire a fare luce sui meccanismi dietro i vantaggi dei reticoli dietetici, è improbabile che modificare l'assunzione di alcuni sostanze nutrienti o alimenti abbia influenzato sostanzialmente i risultati coronari,„ essi conclude. “I nostri risultati supportano la strategia di studio i reticoli dietetici negli studi di gruppo e delle prove controllate ripartite con scelta casuale per le malattie croniche comuni e complesse quale la coronaropatia.„