Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio di Neurodegeneration rivela gli obiettivi della distruzione

Gli scienziati stanno riferendo la prova più ben fondata fin qui che le malattie neurodegenerative mirano a e progrediscono lungo le reti neurali distinte che supportano normalmente la funzione sana del cervello.

La scoperta ha potuto piombo alle diagnosi più iniziali, alle strategie novelle di trattamento-video e, possibilmente, al riconoscimento di un trattamento di malattia comune fra tutti i moduli del neurodegeneration.

Gli studi, riferiti nell'edizione del 16 aprile del giornale “neurone,„ sono stati intrapresi dagli scienziati all'università di California, San Francisco e la scuola di medicina di Stanford University, che hanno caratterizzato la loro individuazione come “struttura nuova importante per la comprensione della malattia neurodegenerative.„

L'individuazione ha ispirato l'immagine per il coperchio dell'edizione del giornale.

I ricercatori hanno saputo che le malattie neurodegenerative sono associate con le proteine misfolded che cumulano all'interno delle popolazioni specifiche dei neuroni nel cervello. Il morbo di Alzheimer, per esempio, deriva dagli eventi misfolding che comprendono l'beta-amiloide ed i proteina tau, che provocano placca neuritic e la formazione neurofibrillary di groviglio in strutture di memoria temporali mediali. In tutte le malattie neurodegenerative, le sinapsi fra le cellule nervose esitano e diffusioni di danno alle nuove regioni, accompagnate dal peggioramento dei deficit clinici.

Nella maggior parte dei casi, tuttavia, gli scienziati non hanno conosciuto che cosa determina le regioni specifiche del cervello influenzate da una malattia. Lo studio neuroimaging della corrente, che ha esaminato i pazienti con cinque moduli di demenza iniziale di età-de-inizio -- Morbo di Alzheimer, demenza frontotemporal variabile comportamentistica, demenza semantica, afasia nonfluent progressiva e sindrome corticobasal - come pure due gruppi di comandi sani, indicati che ogni malattia mira ad una rete neurale differente.

“Lo studio suggerisce che queste malattie non si spargano attraverso il cervello come un'onda ma invece viaggino lungo le vie stabilite della rete neurale,„ dice l'autore principale dello studio, William W. Seeley, il MD, l'assistente universitario della neurologia alla memoria di UCSF ed il centro di invecchiamento.

Lavoro più in anticipo realizzato da Michael Greicius, MD, autore senior e assistente universitario di neurologia e di scienze neurologiche a Stanford, se Seeley con l'inspirazione per lo studio presente, che il lavoro di Greicius esteso sul morbo di Alzheimer ad una miriade di demenze supplementari. I risultati suggeriscono che la degenerazione della rete rappresenti un fenomeno neurodegenerative classe di ampiezza di malattia.

“Qualcosa circa un'architettura o una biologia della rete o sta portando la malattia alle regioni di reti o propagando malattia fra i vertici di rete,„ dice Seeley.

A questo punto, gli scienziati hanno indicato che le malattie causano l'atrofia nelle regioni di reti. “Ancora dobbiamo determinare come le malattie urtano la connettività ed ancora non sappiamo, al livello molecolare, la malattia si sparge fra le aree di reti,„ diciamo Seeley.

Ulteriore commentato di Greicius, “questi risultati indicano che le misure della rappresentazione di cervello di resistenza della rete dovrebbero essere abbastanza sensibili diagnosticare queste malattie ad una fase iniziale e, come d'importanza, abbastanza specifico per distinguere attendibilmente una malattia dagli altre.„

Se tutti i moduli della malattia neurodegenerative sono propagati lungo le connessioni sinaptiche, dice Seeley, “la struttura avrebbe significato meccanicistico principale, predicente che il modello spaziale della malattia si riferisce ad un certo aspetto strutturale, metabolico o fisiologico di biologia della rete neurale.„

“Speriamo che la nostra individuazione stimoli i ricercatori di base provare a capire i meccanismi molecolari per il neurodegeneration basato su rete,„ dice.

Nel frattempo, Seeley, Greicius ed i loro colleghi pianificazione verificare il sistema diagnostico basato su rete neurale e il malattia-video studia in giovani con le predisposizioni genetiche al morbo di Alzheimer ed alla demenza frontotemporal. Lo scopo è di provare a tenere la carreggiata i cambiamenti incipienti nella connettività di rete neurale e, infine, a tenere la carreggiata come le nuove droghe sperimentali possono riparare o mantenere la connettività una volta che una persona comincia a dare segni di disfunzione.

“La nostra speranza è di sviluppare gli strumenti che possono diagnosticare queste malattie anche prima che i sintomi emergano, di modo che malattia-modificare le terapie può cominciare prima che sia troppo tardi,„ Seeley conclude.