Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

trattamento della Non droga del morbo di Alzheimer: Vantaggio a lungo termine non provato

Se la gente con il vantaggio del morbo di Alzheimer a lungo termine dagli interventi del trattamento della non droga rimane un senza risposta interroghi.

Questa individuazione insoddisfacente è pricipalmente dovuto il fatto che convincendo gli studi stanno mancando di finora. Per i diversi approcci, gli studi forniscono le indicazioni di un vantaggio, ma anche di danno. Ciò è la conclusione di un rapporto dall'istituto tedesco per qualità e di un risparmio di temi nella sanità, Colonia, che è stata pubblicata nel marzo 2009 e per cui un riassunto della lingua inglese ora è disponibile.

Secondo IQWiG, un problema generale della valutazione del vantaggio degli interventi del trattamento della non droga è indicato specialmente nella terapia del morbo di Alzheimer: i piccoli bilanci per la ricerca e una metodologia sottosviluppata di studio piombo alla situazione che anche per le procedure con potenziale, nessun conclusioni affidabili può essere ritirata e nessuna prova di un vantaggio può essere fornita così.

Alleviate che accompagna i sintomi, rinforza la competenza nelle attività quotidiane

I bisogni dei pazienti con il morbo di Alzheimer sono complessi e cambiamento con la progressione di malattia. I trattamenti sviluppati finora sono appena come diversi; oltre alle droghe, gli interventi della non droga egualmente sono usati. Gli ultimi sono destinati spesso per alleviare l'accompagnamento dei sintomi, quali la depressione, l'irrequietezza, i disordini di sonno ed il comportamento aggressivo, o per migliorare la funzione e la ritentività conoscitive. Altri approcci della non droga tentano di rinforzare la competenza dei pazienti nelle loro attività quotidiane e di supportare i parenti caregiving (qui di seguito citati come “badante„); per esempio, insieme ai loro badante o personale che dispensa le cure professionista, la gente con il morbo di Alzheimer può imparare sviluppare una routine quotidiana.

Nessun studi disponibili per vari concetti di trattamento

Per determinare il vantaggio a lungo termine degli interventi della non droga, IQWiG ed i sui esperti esterni hanno cercato gli studi che durano almeno 4 mesi: 33 studi compreso complessivamente pazienti 3800 con il morbo di Alzheimer sono stati identificati. Gli studi possono essere classificati in 4 approcci principali del trattamento: addestramento del badante, ad interventi orientati a emozione (convalida e terapia di reminiscenza), procedure conoscitive di addestramento e ad interventi basati a attività (attivazione fisica e psicosociale). Una serie di ulteriori concetti del trattamento esistono, ma non ci sono studi su loro disponibili.

Nessuno dei 33 studi hanno paragonato un intervento della non droga ad un intervento della droga valutato da IQWiG (inibitori del colinesterasi, composti del ginkgo, memantina).

IQWiG ha categorizzato la qualità di segnalazione di 29 dei 33 studi come “povero„. Sono a diagonale incline ed i dati non possono essere interpretati attendibilmente. In generale, il vantaggio a lungo termine degli approcci del trattamento esaminatori non è provato così.

L'addestramento del badante è stato studiato relativamente bene

La base di prova su addestramento del badante è relativamente buona. Altrettanto mentre 17 dei 33 studi hanno identificato ha studiato questa procedura. Questi studi egualmente hanno fornito le indicazioni di un vantaggio, sia riguardo ad accompagnare i sintomi, quale la depressione o hanno agitato il comportamento che alla qualità di vita dei badante. Tuttavia, rimane poco chiara se le differenze statisticamente significative sono abbastanza grandi essere clinicamente pertinenti, cioè, pertinente alle persone commoventi nella loro vita quotidiana.

Il badante che si prepara anche sembra ritardare chiaramente il collocamento della casa di cura dei pazienti con demenza. Tuttavia, questo tipo di trattamento può anche causare il danno: i pazienti di cui i badante hanno partecipato ad un programma di formazione sono stati ammessi più spesso all'ospedale o ad un pronto soccorso di quelli di cui i badante non hanno fatto.

I pazienti con il morbo di Alzheimer possono anche trarre giovamento dalle procedure conoscitive di addestramento. IQWiG ha trovato le indicazioni che queste procedure migliorano la ritentività in pazienti ad una fase iniziale della malattia.

IQWiG pensa che gli studi nella regolazione tedesca di sanità siano necessari

In considerazione di questi risultati deludente poco chiari, l'istituto pensa che le prove controllate ripartite con scelta casuale supplementari (RCTs) siano necessarie assolutamente. Questi studi dovrebbero contenere le armi multiple, cioè, dovrebbe confrontare non solo due, ma parecchie alternative del trattamento. Nell'opinione di IQWiG, soltanto una tal progettazione permetterebbe ad un confronto diretto ed equo delle strategie del trattamento della non droga e della droga. Inoltre, gli studi dovrebbero essere intrapresi in Germania, per quanto riguarda alcuni interventi della non droga, quale addestramento del badante, la regolazione nazionale di sanità, cioè, l'organizzazione specifica della sanità, presumibilmente svolgono un ruolo essenziale.

Il Direttore il professor Peter T. Sawicki dell'istituto commenta, “abbiamo una crescita problema medico e sociale; non deve essere preveduto che questo problema sia risolto con l'aiuto delle droghe nell'immediato futuro. gli interventi della Non droga sono disponibili che sembri almeno avere potenziale, ma non ci sono studi che potrebbero provare questo. Non è giustificabile fare un'eccezione per questi interventi ed usarli ampiamente senza prova disponibile dei loro effetti, così anche accettando i rischi.„

I requisiti metodologici degli studi che studiano gli interventi della non droga sono alti

Secondo IQWiG, il problema generale della valutazione del vantaggio degli interventi della non droga è indicato particolarmente chiaro nel morbo di Alzheimer. Questi interventi sono complessi e, per esempio, l'interazione fra la cura il personale e dei pazienti può svolgere un più grande ruolo che negli interventi della droga. I requisiti della progettazione e del comportamento di tali studia sono interamente il più alto.

Tuttavia, per quanto riguarda metodologia di studio, gli interventi della non droga ritardano lontano dietro gli interventi della droga. Una motivazione importante per questo deficit è che, contrariamente al settore farmaceutico, non ci sono le autorità da fare pressione per l'elaborazione dei metodi per mezzo degli studi richiesti di approvazione. Purtroppo il rapporto di IQWiG sul morbo di Alzheimer una volta di più conferma questo deficit ben noto. Era quindi appena sorprendente a IQWiG che la qualità metodologica degli studi in cui l'industria farmaceutica era implicata era relativamente buona.

La promozione corrente della ricerca ha potuto aiutare le lacune vicine nella conoscenza

Ciò affronta il problema principale seguente: le possibilità di finanziamento per la ricerca clinica sono in generale chiaramente peggiore nel settore della non droga che nel settore farmaceutico. Sebbene ci siano, per esempio, produttori delle tecnologie mediche che potrebbero intraprendere gli studi, c'è una mancanza di incentivi e di vincoli sotto forma di brevetti e di requisiti di approvazione.

Stati di Peter Sawicki, “che cosa sta mancando di in Germania è finanziamento pubblico della ricerca, indipendente dall'industria, per le domande della ricerca relative al trattamento dei pazienti. Ciò si applica molto specificamente agli approcci del trattamento della non droga. Dobbiamo definitivo essere concedutsi l'accesso alle sorgenti finanziarie pubbliche per questo tipo di ricerca.„

Una misura sta catturanda per risolvere questo problema, almeno nel caso del morbo di Alzheimer. Alla fine del 2007, il ministero della sanità federale ha iniziato un programma corrispondente di promozione della ricerca. Nell'area “che assicura alla la sanità basata a prova„, la demenza del progetto del faro egualmente accorda il finanziamento per la valutazione sistematica di ultima prova scientifica. In particolare, i RCTs sugli interventi della non droga stanno costituendi un fondo per, che è il tipo di progettazione IQWiG di studio considerato nella sua valutazione del vantaggio.

Procedura di produzione di rapporto

I risultati preliminari (rapporto preliminare) sono stati pubblicati da IQWiG all'inizio del luglio 2008 e dalle parti interessate sono stati invitati per presentare le osservazioni. A seguito della procedura di commento il rapporto preliminare è stato riveduto e la relazione finale è stata inviata all'agenzia di contratto, il comitato misto federale, a metà gennaio 2009. La documentazione delle osservazioni per iscritto come pure i minuti di riunione del dibattito scientifico orale, saranno pubblicati simultaneamente in un atto separato con la relazione finale.